Come una specie di sorriso: l’ironia di Lella Costa

Credits: Ansa
1 11

Suo marito come sopravvive? «Benissimo! È un uomo intelligente e con “le spalle larghe”. Ed è un padre meraviglioso perché gli piace farlo: le figlie lo adorano, lo coccolano, mentre il cane, che è la quarta figlia, lo considera addittura un dio. Anche se lui ne approfitta, facendole fare delle cose, anche un po’ “nazi” secondo me, che con le figlie non è mai riuscito».

E lei, che bambina è stata? «Timidissima fino ai sei anni. Poi, mi dicono, ho recuperato alla grande. Contagiata, probabilmente, da nonne e zie che, sempre in secondo piano rispetto a padri e mariti, li demolivano tra loro con un sorriso facendo allusioni perfide e sottilissime».

/5

Lella Costa racconta in un libro che l’ironia è una cosa seria. «A un fidanzato in ritardo di quattro ore ho detto: “Scusa, non sono ancora pronta, mi dai 5 minuti?”»

Riproduzione riservata
Stampa
Scelti per te