Dolce inverno in Giordania 

Gianna Testa

di Gianna Testa  - 21 Gennaio 2009

Bastano tre ore di volo per ritrovarsi circondati da paesaggi, colori e profumi diversi da quelli del nostro Paese. La Giordania è una destinazione perfetta da visitare quando le feste di fine anno finiscono, il clima si fa dolce e i turisti non affollano i siti archeologici e gli ingressi ai luoghi più belli. Inoltre, visti i prezzi sicuramente convenienti di questo periodo, in una sola settimana si può unire un tour dei luoghi più affascinanti del Paese a qualche giorno di relax sul Mar Morto.

Tra le magie di Petra. Impossibile non rimanere stregati da Petra. Già alle porte del Siq, il panorama è impressionante. Ci si incammina per un chilometro e mezzo in questo canale che si apre fra le montagne (l'unica via di accesso alla città) con i lati della gola che quasi si toccano, in basso le condotte scavate nella roccia che portavano l'acqua della "sorgente di Mosè" alla città. E poi all'improvviso le pareti della montagna si aprono come un sipario per svelare lo splendido capolavoro simbolo della città: Al Khazneh, la tomba del re dei Nabatei, scavata interamente nella roccia, imponente e meravigliosa. Ogni singolo particolare è curato in dettaglio, capitelli, fregi floreali, divinità, sono riprodotti nella roccia scolpita. Il colore della pietra rosa illuminata dalla luce del sole ne fa un capolavoro unico di rara bellezza: il "Tesoro", così si chiama il monumento più fotografato di Petra. La visita al sito, poi, prosegue alla scoperta della città, lungo un vialone che si apre fra due pareti di roccia. Si susseguono le tombe scavate nella montagna, più o meno raffinate, ma tutte belle e imponenti, e più in basso il teatro. Dai piedi delle montagne che circondano la città parte il sentiero che conduce al mausoleo di Ed-Deir. Chi vuole, può fare la salita a dorso d'asino, pagando per il servizio i beduini in attesa, anche se, considerando i precipizi che si trovano lungo il sentiero, forse è meglio rimanere con i piedi per terra. Ogni tanto si può fare una sosta: serve a prendere fiato e ad ammirare lo splendido paesaggio che si apre sotto gli occhi. Una volta in cima, la fatica è ricompensata dalla vista del maestoso Ed-Deir, detto Il Monastero, ancora più imponente del Tesoro. Per un soggiorno di charme si va al Petra Marriott (tel. 3-2156407, www.marriotthotels. com), con vista sulla vallata. Nell'hotel, si può provare il Loofah Turkish Bath, il rito del bagno turco con scrub, pediluvio, massaggio e bagno di vapore. La doppia costa da 111 euro.

Nel Wadi Rum dei beduini. A un centinaio di chilometri dalla città nabatea, si entra in un altro luogo mitico: il Wadi Rum, il deserto rosso dei beduini e di Lawrence d'Arabia, il leggendario archeologo-agente segreto inglese che guidò la rivolta araba contro i turchi nel 1916. Il deserto vario, a tratti aspro, fatto di canyon e terra bruciata, monti di arenaria erosi dal tempo e letti di antichissimi fiumi, regala emozioni forti. Basta visitare in jeep, a cavallo o sul dromedario, le sue dune sabbiose, dove spiccano la montagna dei Sette Pilastri, il Jebel Rum (la cima più alta della Giordania) e la gola del Jebel Khazali, con le sue antiche incisioni. Il modo migliore per cogliere la magia di questi scenari è pernottare nel campo tendato Wadi Rum Sunset Camp (tel. 3-2032961, www. wadirumsunset.com). Di giorno si fanno i tour fra le dune, e di sera ci si ritrova intorno al fuoco per chiacchierare e cenare sotto le stelle. Il pacchetto di 2 giorni in pensione completa con camel trip parte da 90 euro.

Sulle rive del Mar Morto. Galleggiare come tappi di sughero nelle acque del Mar Morto è una di quelle esperienze divertenti che non si dimenticano. Il Mar Morto, infatti, è un richiamo irresistibile sia per rimanere "sospesi" a pelo d'acqua, sia per provare i trattamenti delle Spa dei lussuosi hotel lungo la costa di Suweimeh, la cittadina balneare più rinomata. Il più bello è sicuramente il Kempinski Hotel Ishtar Dead Sea (tel. 0096 2/5-3568888, www.kempinski-deads ea.com) immerso fra palme, lagune, cascate e piscine, con una scenografica architettura ispirata ai Giardini Pensili di Babilonia. Qui c'è la nuova Spa Anantara, una delle più grandi del Medio Oriente: 10.000 metri quadrati di puro benessere. A gennaio la doppia in b&b parte da circa 199 euro. Un altro buon indirizzo per rilassarsi è l'elegante Jordan Valley Marriott Resort & Spa (tel. 3560400, www.jordanvalleymarriottdeadsea.com), con spiaggia privata, piscine con idromassaggio e 251 camere con vista "mare". Da non perdere nella Spa: lo scrub corpo al caffè arabico e il massaggio orientale alla testa. Una doppia b&b, a gennaio, costa da 136 euro circa. Per informazioni: Ente Turismo Giordania, tel. 0118115249, www.visitjordan.com.

© Riproduzione riservata
Pubblica un commento
 
 
salute/vivere-meglio/dolce-inverno-in-giordania$$$Dolce inverno in Giordania
Mi Piace
Tweet