Grassi buoni e grassi cattivi: quali sono e dove si trovano 

Impara a scegliere i cibi giusti in grado di aumentare la tua energia, forza e vitalità

Grassi buoni o grassi cattivi? Le semplificazioni eccessive costituiscono un rischio e non aiutano chi desidera seguire una dieta sana e varia. Per stare bene e conquistare la forma è importante considerare l'origine degli alimenti, i metodi di produzione, ma anche lo stile di vita che si conduce.

Comunemente definiti grassi, i lipidi sono essenziali per l'organismo umano. Frutta, legumi e alcuni oli alimentari derivanti da vegetali possiedono proprietà ipocolesterolemizzanti e antiossidanti, per questo risultano particolarmente benefici. Secondo le ricerche possono aiutare a combattere l'invecchiamento precoce e avere una funzione preventiva rispetto alle malattie degenerative.

Cervello giovane e tessuti elastici, cuore allenato, gambe leggere: quando mangiamo bene gli effetti sono sono visibili. Grazie a un'alimentazione semplice e naturale è più facile combattere stanchezza e mal di testa, fare il pieno di energia e dormire meglio. Fondamentale è la considerazione dello stile di vita. Come sono le tue giornate? Passare lunghe ore alla scrivania o, al contrario, fare un lavoro con un alto dispendio di energie, specialmente se all'aria aperta o al freddo, può comportare molte differenze nel fabbisogno.

Per anni i grassi sono stati visti come uno dei principali nemici per la salute, tuttavia demonizzare è sbagliato. Nuove ricerche sottolineano che è importante privilegiare cibi ricchi di grassi naturali: gli Omega Tre proteggono cuore e cervello, ecco perché imparare a fare la spesa e iniziare a scegliere in modo consapevole incide sul nostro benessere quotidiano.

© Riproduzione riservata
Pubblica un commento
 
 
salute/vivere-meglio/grassi-buoni-grassi-cattivi-quali-sono-dove-si-trovano$$$Grassi buoni e grassi cattivi: quali sono e dove si trovano
Mi Piace
Tweet