Il seno si mette in mostra 

Opere contemporanee e riproduzioni di capolavori sono esposte fino al 10 gennaio all'Istituto
europeo di oncologia di Milano. In una rassegna che unisce l'arte e le speranze della scienza

di Olga Piscitelli  - 11 Dicembre 2008

Nell'arte è da sempre simbolo di femminilità. Erotico o materno, il seno mette a nudo madonne, ninfe, amanti e, in tempi recenti, dive da calendario. Nella mostra "Foemina", all'Istituto europeo di oncologia di Milano fino al 10 gennaio, scopre anche il rapporto con una debolezza: in Italia il tumore al seno colpisce 40 mila donne ogni anno. Raccontare il parallelo tra la rappresentazione del seno nell'arte e i progressi della scienza nella lotta contro il tumore è l'obiettivo di Onda, l'Osservatorio nazionale sulla salute delle donne, che ha realizzato l'esposizione con il supporto della multinazionale del farmaco Roche.

Un messaggio di speranza: 11 opere di artisti contemporanei accanto a riproduzioni di Raffaello, Tiziano, Leonardo, Renoir e Gauguin celebrano quella che per la scienza è solo la ghiandola mammaria. Tele, sculture, fotografie sono state scelte dal critico Alberto Agazzani. La spiegazione scientifica è affidata ad Aron Goldhirsch, direttore dell'Oncologia medica allo Ieo. «Con la scoperta degli anticorpi monoclonali si sono fatti passi da gigante: sono farmaci intelligenti che colpiscono le cellule malate, affamandole, risparmiando così alle pazienti i pesanti effetti della chemioterapia».

Umberto Veronesi, oncologo di fama mondiale, è ottimista: «Oggi una grande percentuale di donne con tumore al seno guarisce ma ci sono concrete speranze di sopravvivenza anche per quelle con tumore non più iniziale. Ed è soprattutto a loro che è dedicata la mostra».

La vendita del catalogo contribuisce a finanziare la ricerca della Fondazione Ieo.

© Riproduzione riservata
Pubblica un commento
 
 
salute/vivere-meglio/il-seno-si-mette-in-mostra$$$Il seno si mette in mostra
Mi Piace
Tweet