In vacanza sulle spiagge del Brasile 

Tu, le palme, le dune e il sole che tinge di rosa l'oceano. In questo angolo selvaggio di Sudamerica di giorno pace e silenzio sono sacri. Ma di
notte in riva al mare si balla a ritmo di capoeira

di Manuela Soressi  - 05 Maggio 2005

Gli appassionati di windsurf la conoscono benissimo. Il Washington Post, invece, l'ha appena scoperta e l'ha messa subito nella lista delle 10 spiagge più belle del mondo: è Jericoacoara, la perla del Nordeste brasiliano, una larga insenatura circondata da lunghe strisce di sabbia bianca. A renderla speciale è il paesaggio, disegnato dai venti dell'Atlantico che creano enormi dune in continuo movimento, alte anche 50 metri. Oltrepassando l'arenile bordato di palme da cocco e le lagune dalle acque dolci e limpide costellato di belle formazioni rocciose, si arriva al paese di Jericoacoara (Jeri, come lo chiamano qui) che resta un tranquillo villaggio di pescatori. Le strade sono sterrate e senza luce elettrica, i turisti pochi e i ritmi scanditi dalla natura. Qui le automobili sono rare, anche perché, per raggiungere il paese, bisogna guidare per 30 chilometri sulla sabbia.

Nelle case dei pescatori. A Jeri non esistono grandi alberghi, perché l'area è protetta. Si dorme nelle case dei pescatori trasformate in pousadas e si mangiano squisiti gamberoni al cocco nei ristorantini che si affacciano sulla spiaggia, dove in giugno e luglio vengono a deporre le uova le tartarughe marine. A fine giornata donne e bambini si raccolgono sulla spiaggia per aspettare il ritorno delle jangadinhas, le barche dei pescatori, e aiutare a scaricare e lavare il pescato. Un appuntamento che si ripete ogni giorno, tranne la domenica quando  il paese si ritrova al Recanto do forró, un dancing a cielo aperto dove si balla la coinvolgente e scatenata musica popolare del Nordeste.

Qui trovi pacchetti di viaggio, itinerari e altre informazioni utili per una vacanza in Brasile

Per i turisti il rito serale è la salita sulla duna Pôr-do-Sol (la più alta), per riempirsi gli occhi con i colori del tramonto, mentre la notte, alla sola luce della luna, si apre con le sfide di capoeira (la danza inventata dagli schiavi) e con le immancabili partite di calcio a bordo mare.

Un parco "a numero chiuso". In direzione sud, oltrepassata la città coloniale di Fortaleza, si incontrano altre spiagge spettacolari, quelle del Rio Grande do Norte. Il tratto di costa è uno dei più belli del Brasile e il paesaggio continua a essere cadenzato da dune che si affacciano su lunghe spiagge dalla sabbia soffice, con qualche spruzzata di palme piegate dal vento, tranquille lagune, limpidi fiumi da traghettare a bordo di piccole chiatte e deliziosi villaggi, dove gustare i caranguejo, grossi granchi, vanto della cucina locale. E anche qui, come nel Cearà, si usano le dune-buggy, divertenti auto dalle grosse ruote morbide adatte per correre sulla sabbia e sulla battigia.

Già, perché i "bugeiros" (i conducenti) affrontano a tutta birra le alte dune o si lanciano in riva al mare in una corsa contro la marea. Bisogna calcolare bene i tempi, perché se si arriva troppo tardi, con l'alta marea, si rischia di non riuscire a passare e si deve riprendere la più aspra pista all'interno. Da non perdere uno stop al faro di Cabo de São Roque, il punto del Brasile più vicino al litorale africano. E una scorribanda sulle dune e tra i laghi di Genipabu.

Qui trovi pacchetti di viaggio, itinerari e altre informazioni utili per una vacanza in Brasile

Natal, deliziosa cittadina con un bel borgo coloniale, offre tanti piccoli ristoranti e locali, sia nel centro storico sia sul lungomare dove la musica la fa da padrona. Da Natal si raggiunge anche Fernando de Noronha: un Parco Nazionale "a numero chiuso". Possono visitarlo al massimo 420 persone al giorno. Questa piccola isola nasconde 15 spiagge bellissime e un mare cristallino, perfetto per le immersioni.

Nella Baia dos Golfinhos, un grande acquario naturale, all'alba si vedono i delfini che guizzano fuori dall'acqua, roteano su se stessi e si rituffano per ricominciare il loro gioco.

Drive Out Viaggi (tel. 0248519445) propone un tour di 10 giorni in fuoristrada, che parte da Fortaleza, tocca Jericoacoara e arriva nella città coloniale di São Luiz de Maranhão, attraversando riserve naturali abitate da tucani, pappagalli, fenicotteri e tartarughe marine. Prezzi a partire da 2.590 euro. Tour 2000 (tel. 0852803752) ha in catalogo un pacchetto di 13 giorni con tappa a Jericoacoara e Rio de Janeiro: quote da 1.880 euro.  Dimensione Turismo (tel. 0267479168; www.dimensioneturismo.com) offre 9 giorni, i voli e la mezza pensione in hotel 4 stelle a Natal a 1.390 euro.

Qui trovi pacchetti di viaggio, itinerari e altre informazioni utili per una vacanza in Brasile

© Riproduzione riservata
Pubblica un commento
 
 
salute/vivere-meglio/in-vacanza-sulle-spiagge-del-brasile$$$In vacanza sulle spiagge del Brasile
Mi Piace
Tweet