Esiste l’influenza senza febbre?

Credits: Shutterstock
/5

Scopri i piccoli consigli e i rimedi della nonna che ti aiutano a combattere i malanni dell'inverno

È più frequente di quanto non si creda: l'influenza senza febbre si manifesta come una condizione di profonda debolezza, mal di ossa, dolori muscolari e articolari, spossatezza. Può durare da un paio di giorni a una settimana, ma in genere due o tre giorni di assoluto riposo e profondo relax aiuteranno il corpo e la mente a recuperare il naturale equilibrio, favorendo la guarigione.

Ecco alcune cose da sapere e i rimedi naturali in grado di combattere i malanni dell'inverno.

Sintomi

La sensazione di stanchezza costituisce uno dei segnali tipici del crollo delle difese immunitarie. Uno stato di malessere e indebolimento dell'organismo, infatti, può essere causato da colpi di freddo e raffreddamenti, ma anche dagli effetti negativi dello stress prolungato.

Fra i mesi di novembre e dicembre, in coincidenza con le feste, aumenta il carico di stress a causa dei ritmi frenetici e delle tante cose da fare che impegnano le giornate. Spossatezza, sensazione di una grande stanchezza e sonnolenza possono mettere ko: segui i messaggi del tuo corpo. Fermarsi prima di crollare ti permetterà di recuperare le forze e ritrovare energia.

Quando accettiamo di rallentare e prenderci cura delle nostre esigenze profonde non servono farmaci: il riposo è la miglior medicina. Prenditi un paio di giorni tutti per te e dedicati al relax. Evita di puntare la sveglia: dormire è una cura rigenerante.

Spesso i sintomi di spossatezza sono accompagnati da dolori articolari e muscolari, mal di ossa, dolori cervicali o mal di testa. Avvolgiti in una coperta calda ed evita di affaticare gli occhi con schermi di smartphone e cellulare: quando sei sveglia, potranno tenerti compagnia un libro o qualche giornale da sfogliare e tanta buona musica. Lascia che la tua mente si allontani per un attimo dalle preoccupazioni di ogni giorno.

Rimedi naturali

Chiedi a qualcuno di prepararti un buon brodo caldo. Altamente nutriente, sazia l'organismo senza appesantire e contribuisce a donare una sensazione di profondo calore.

Una corretta idratazione, poi, è fondamentale: tieni a portata di mano una bottiglia di acqua; per dare sollievo alla gola irritata, puoi tagliare qualche fetta di limone o arancia da aggiungere nel bicchiere insieme a una fogliolina di menta fresca.

Metà mattina e primo pomeriggio sono un buon momento per una tisana calda da sorseggiare lentamente. Per merenda, invece, scegli uno yogurt e frutta fresca per fare il pieno di vitamine e sali minerali.

Per i pasti principali, segui una dieta leggera: riso con un filo d'olio extravergine e parmigiano è in grado di combattere la nausea, mentre verdure al vapore come broccoli, patate e cavolfiori aiutano il recupero psicofisico. Ricorda, poi, che aglio e cipolla sono antibiotici naturali, hanno un effetto disinfettate e depurativo.

Hai mal di gola? Metti a bollire un pentolino d'acqua, aggiungi zenzero fresco grattugiato o tagliato a fette, limone e un cucchiaio di miele; aiuterà la guarigione della gola combattendo la tosse.

Un trattamento efficace contro sinusite e mal di testa, infine, è il vecchio rimedio dei suffumigi. Ti basta mettere a scaldare l'acqua e versare qualche goccia di olio essenziale di lavanda, in grado di rilassare il sistema nervoso, menta o eucalipto, dall'effetto balsamico, pompelmo o mandarino, insieme a un ramo di rosmarino fresco e una manciata di bicarbonato.

Scelti per te