Keira Knightley, duchessa di Hollywood  

Bella, elegante e giovanissima, figura già tra le attrici più pagate del grande schermo. Nel nuovo film, The Duchess, interpreta il ruolo dell'aristocratica Georgiana Cavendish, icona settecentesca della moda e del costume, ma anche attivista politica nonché antenata di Lady D.

di Francesco Chignola  - 23 Dicembre 2008

Nel 1999, una giovane e bellissima quattordicenne fungeva da sosia di Natalie Portman nel discusso La minaccia fantasma che "riapriva" la saga di Guerre stellari. Meno di 10 anni dopo, quella stessa ragazza ha già avuto nomination ai Golden Globe, ai Bafta, agli Oscar, e arriva nelle sale italiane con The Duchess la sera della vigilia di Natale. Come se non bastasse, quest'anno è stata indicata dal periodico Forbes come la seconda attrice più pagata di Hollywood dopo Cameron Diaz.

Non male come carriera-lampo, persino per una figlia d'arte come Keira Knighley, nata a Londra sotto il segno dell'Ariete e pasciuta fin dall'infanzia sotto i dettami dell'arte della recitazione: suo padre è un attore, la madre è commediografa. Non a caso già all'età di 6 anni i suoi le regalano un agente, da lei desideratissimo, come premio per i suoi sforzi nello studio: e poi dicono che gli scozzesi sono tirchi. Ma probabilmente se l'era meritato: una tale perseveranza nel voler diventare un'attrice quando soffri di una forma lieve di dislessia è quantomeno ammirevole.

La parte di Sabé nel sopracitato Episodio 1 di George Lucas è la prima vera occasione per la giovane Keira, ma il vero successo deve ancora venire. E arriva nel 2002, con la commedia etnica Sognando Beckham, in cui la Knightley oscura letteralmente l'attrice di origine indiana Parminder Nagra e si lancia nell'Olimpo delle promesse - ancora tutta da mantenere. Ma il ruolo che le ha permesso di diventare un'attrice da 30 milioni di dollari all'anno è quello nel primo capitolo della saga dei Pirati dei Caraibi, l'anno successivo. Tra l'altro, Gore Verbinski sostenne di non aver visto Sognando Beckham, e di aver saputo dell'esistenza dell'attrice il giorno stesso del provino. Evidentemente, fu colpito al cuore.

E Verbinski ci ha visto bene: dopo i primi ruoli leggeri, Keira Knightley è diventata una di quelle rare star del cinema a mettere d'accordo i fan dei rotocalchi e i critici più severi, il grande pubblico e gli award più prestigiosi. Grazie a scelte sempre azzeccate ed eclettiche, e alternando film più popolari a ruoli in pellicole in costume: nel 2005, per esempio, interpreta l'action Domino di Tony Scott e il film in costume Orgoglio e pregiudizio di Joe Wright, in cui è un'indimenticabile, efebica e bellissima Elizabeth Bennet. Nel 2007 è il turno del premiatissimo Espiazione, ma nel frattempo gli altri due Pirati dei Caraibi le permettono di mettere via un sostanzioso gruzzoletto.

Nel frattempo, cominciano a circolare voci che l'attrice possa avere dei disturbi alimentari, ma lei nega con forza qualunque problema di anoressia. Se sono magra, dice, è perché lavoro troppo. E quando il Daily Mail scrive che una giovane inglese morta per anoressia si stava "ispirando" al fisico della Knightley, lei non ci pensa due volte e fa partire una schiera di avvocati, e mette a tacere la calunnia. Un caratterino, Keira Knightley: se non volete farla arrabbiare dite che tifate West Ham, e vi sarete assicurati la sua simpatia.

Nel film in uscita il 24 dicembre in Italia, The Duchess , Keira interpreta il ruolo dell'aristocratica del settecento Georgiana Cavendish, duchessa del Devonshire, che fece innamorare molti uomini di sé per via della sua bellezza e del suo carisma (anche politico), ma che fece poi scandalo per via della sua relazione adultera con il futuro primo ministro Earl Grey. Sì, proprio quello che diede il nome al té. Con il personaggio del film Keira condivide senza dubbio il ruolo di icona della moda e del costume, ma la sua vita sentimentale è assai più tranquilla: la sua relazione con l'attore ventottenne Rupert Friend procede senza scossoni - mentre qualche maligno scrisse che il suo precedente fidanzato Del Synnott avesse tentato il suicidio quando lei decise di lasciarlo. In tal caso, guardatela e provate a biasimarlo.

© Riproduzione riservata
Pubblica un commento
 
 
salute/vivere-meglio/keira-knightley-la-duchessa-del-cinema$$$Keira Knightley, duchessa di Hollywood
Mi Piace
Tweet