L'altra Grecia, dove il mare è più blu e i turisti sono pochi 

Forse non le hai mai sentite nominare. Èd è normale,
perché al contrario di molte Cicladi queste isole
sono poco conosciute e ancora vergini. Incontrerai
spiagge tranquille, giardini di oleandri e borghi in
cui le tue vacanze trascorreranno lente, fuori dal tempo

di Roberto Saibene  - 28 Luglio 2005

>>Serifos

Si parte in aliscafo da Atene/Pireo e dopo due ore ecco il porto di Livadi. Non si sa se ammirare la cittadina e la bella spiaggia ombreggiata dagli alberi o, qualche centinaio di metri più in alto, la capitale Chora. Il borgo è costruito

sulla cresta ad anfiteatro e si stringe attorno al vecchio Kastro veneziano. Secondo la mitologia qui Perseo uccise Medusa: oggi sono i turisti (soprattutto greci) a sostenerne l'economia. Le coste, profondamente frastagliate, si aprono in

calette stupende, con spiagge da sogno che alternano la sabbia finissima alle pietre levigate, come a Koutalas.

Il paesaggio collinare mescola vallette fertili a pendii spogli dominati dai monasteri. Sono simili a castelli, ma al loro interno

vi aspettano giardini verdi e silenziosi. Il più bello è quello di Taksiarchon, che custodisce preziose icone e manoscritti. Per

il soggiorno: Hotel Anna (tel. 0030/2281-051666) e Hotel Maistrali (tel. 0030/2281-051381) 40 euro per la doppia.

Qui trovi centinaia di hotel in Grecia da prenotare on line

>>Andros

È vicina alla costa: un'ora di aliscafo dal vivace porto di Rafina (Port Authority, tel. 0030/ 229-4022300), a est di Atene. È l'isola delle Cicladi fra le più ricche di acque e quindi molto verde: è come se le montagne volessero trattenere le nubi. Le case sono bianchissime, a forma di cubo e, diversamente da altre isole, i tetti qui hanno le tegole. I centri principali? Gavrio: un paesino di pescatori che si anima all'arrivo del traghetto e, pochi chilometri più avanti, Batsi, con casette, chiese e giardini che si affacciano su una splendida baia. Stenies ha belle ville sepolte nel verde dei cipressi e affacciate sulla spiaggia di Apikia, una delle più spettacolari dell'isola.

Mentre Chora, un gioiello costruito su un audace promontorio roccioso, sfoggia eleganti palazzine neoclassiche testimoni del benessere passato. Affascinanti i monasteri arroccati come Zoodochos Piyi (del 1300) e Panachrantos. Per dormire a Batsi oltre agli affittacamere ci sono pensioni come: Blue Bay (tel. 228-2041150; www.blue-bay.gr) doppie a 95 euro; o Chryssi Akti Hotel (tel. 20412367; www.hotel-chryssiakti.gr) a 66 euro.

>>Sifnos

Tre ore di aliscafo dal Pireo e si raggiunge Sifnos, famosa per la spiaggia di Platis Yalos, una delle più belle delle Cicladi. Ma è Kamares, con le

sue taverne, i caffè e le camere in affitto, a dare il benvenuto. Ed è dal suo porto che partono i caicchi per le spiagge più appartate, dove la sabbia

è fine e i fondali limpidi. La capitale Apollonia, invece, è adagiata su tre colli, accecante con le sue case a cubo e le eleganti palazzine neoclassiche.

Qui trovi centinaia di hotel in Grecia da prenotare on line

Davvero unica Kastro, cittadina fortificata a strapiombo sul mare: sembra un castello e t'incanta coi vicoli e le case con gli stemmi. Spettacolare il

monastero di Panaghia Chryssopighì. In macchina o in moto si raggiungono paesini intatti come Faros e Vathy. Bellissime le sue ceramiche.

Ampia scelta di hotel e camere su www.greektravel.com/sifnos/hotels.html.

Qui trovi centinaia di hotel in Grecia da prenotare on line

© Riproduzione riservata
Pubblica un commento
 
 
salute/vivere-meglio/l-altra-grecia-dove-il-mare-e-piu-blu-e-i-turisti-sono-pochi$$$L'altra Grecia, dove il mare è più blu e i turisti sono pochi
Mi Piace
Tweet