Lavorare stanca? Leggi che ti passa 

Se al pensiero di rientrare in ufficio vi è già
venuto il mal di pancia, non abbattetevi. Superare lo shock si può. Con tre libri divertentissimi

di Maria Adele De Francisci  - 22 Gennaio 2009
Tag: lettura, lavoro, libri

Stakanovisti della scrivania, all'erta: la depressione del dopo-ferie si può vincere con l'aiuto di tre libri in arrivo a settembre. La cura contro la "holiday blues", il mal di pancia del lunedì del rientro dalle vacanze, è Maledetti colleghi (Fazi). Lo potete acquistare qui . Sentite come l'autore, il newyorchese Ed Park, descrive uno strampalato gruppo di impiegati: «Il nostro ufficio si trova in quella che dev'essere la strada meno popolata di Manhattan, una terra di nessuno che dista quanto basta da due quartieri alla moda per non far parte di nessuno dei due. Una volta qui, il vento non ne esce più». La vostra azienda, in confronto, sembrerà un paradiso.

Se invece siete stanchi delle solite mansioni, sfogliate Perché il lavoro fa schifo e come migliorarlo (Elliot). La ricetta degli americani Cali Rassler e Jody Thompson è semplice: «Invece di essere giudicati su quanto facciamo presenza, quanto siamo puntuali o quanto lecchiamo i piedi al capo, siamo valutati solo sui risultati».

Per chi dalle 8 alle 18 si aspetta piacevoli sorprese, c'è Cupido al lavoro (Castelvecchi). Lo psicanalista francese Loïck Roche sostiene che l'amore fra colleghi è una legge statistica: «Ogni uomo e ogni donna, in funzione dell'anzianità lavorativa e del numero di persone che fanno parte del loro ambiente professionale, daranno vita a un numero preciso di relazioni intime». Perché si sa: la cura migliore contro la stanchezza è un frizzante flirt.

© Riproduzione riservata
Pubblica un commento
 
 
salute/vivere-meglio/lavorare-stanca-leggi-che-ti-passa$$$Lavorare stanca? Leggi che ti passa
Mi Piace
Tweet