Nicole Kidman, ma davvero hai smesso col botox?

  • 1 7
    Credits: Photoshot
  • 2 7
    Credits: Photoshot

    Si è girata verso di me, ha sorriso, e ha risposto alle mie domande. Ebbene sì, al Festival di Cannes sono stato l’unico giornalista a entrare nel riservatissimo party dove era ospite d’onore l’inaccessibile Nicole Kidman, 45 anni il 20 giugno. E a intervistarla. Abbiamo parlato di figli e sentimenti. E ho controllato da vicino se è vero che ha chiuso col botox, come aveva dichiarato dopo averne confessato l’uso un anno fa. Poi sono stato individuato e gentilmente accompagnato fuori dal locale. Ma ne è valsa la pena. Perché è stata Nicole la diva più ammirata sulla Croisette e l’unica attrice insieme a Isabelle Huppert ad avere recitato in due pellicole della selezione ufficiale: Hemigway & Gellhorn, nel ruolo di Martha, una delle mogli dello scrittore Ernest Hemigway; e The paperboy, un morboso thriller ambientato nel 1969 dove interpreta una bambola sexy che intrattiene una corrispondenza con i detenuti condannati a morte.

  • 3 7
    Credits: Ansa

    Quest’ultimo film non è piaciuto al pubblico né ai critici, che non hanno digerito le scene erotiche alla Basic instinct, compresa  quella in cui provoca un orgasmo nel galeotto John Cusack senza  toccarlo, ancheggiando sulla sedia, mimando un rapporto orale e  strappandosi i collant. Però proprio per questo la Kidman ha dato  scandalo, diventando la più desiderata dai media di tutto il mondo.  Quando è arrivata al Palais des Festivals la sala stampa è andata in  fibrillazione, i fotografi sono impazziti.

  • 4 7
    Credits: Milestone

    Nella conferenza ufficiale si è presentata con un abito arancione e con un filo di trucco. In The paperboy (che   uscirà in Italia non prima di novembre) è completamente diversa:   indossa abiti corti, i capelli sono biondissimi, con la frangia e   cotonati, ed è pesantemente truccata. «Facevo le prove nel mio bagno di   casa, pieno di cosmetici e ciglia finte» racconta. «Mi scattavo le  foto  e le mandavo al regista, Lee Daniels, per capire se il look andava  bene  oppure no».
    A vederla dal vivo la sua algidità è spiccata.  Eppure nel film Nicole  è conturbante. «È stato bravissimo Lee a  dirmi: “Gioca, divertiti,  esplora”. Questo mi ha permesso di superarmi,  di lasciarmi andare. Ed è  ciò che più mi piace: io cerco sempre di  interpretare donne molto  diverse da me. Infatti non è stato  imbarazzante girare il film. Lo è  stato rivederlo». Poi si è alzata  ed è scomparsa.

  • 5 7
    Credits: Photomovie

    Prima di riapparire sulla Croisette per l’esclusiva festa nella    Terrazza Martini (soltanto 50 invitati). Appena l’ho vista scendere    dalla macchina con i vetri oscurati, mi sono accodato, in completo nero,    al suo buttafuori. I responsabili della sicurezza del locale mi hanno    scortato come se fossi uno del suo staff. Nicole, con un vestito  lungo e   bianco, teneva per mano il marito, il cantante Keith Urban, in  giacca e   pantalone blu notte e molto più basso di lei. Dentro,  Matthew   McConaughey e Zac Efron, gli altri protagonisti di The paperboy, bevevano    un drink. Intorno a noi, cinque tavoli tondi da dieci posti l’uno, e    una fila di divanetti rossi su cui, da sola, sedeva la popstar Lana  Del   Ray.

  • 6 7
    Credits: AP

    Mi sono avvicinato subito alla Kidman, sfidando gli sguardi     interrogativi del bodyguard. Come un amico di vecchia data, le ho     chiesto: come stanno i tuoi quattro figli? «Bene». E credendomi     probabilmente uno degli ospiti, ha continuato: «Sai, oramai hanno     esigenze diverse. La più grande ha 19 anni, la piccola appena uno.     L’amore che ho per loro è talmente forte che mi fa quasi male. Ma     funziona così: più si ama, più si soffre». I primi due, Isabella e     Connor, li ha adottati insieme a Tom Cruise, la terza, Sunday Rose,  l’ha    avuta con Urban e l’ultima, Faith Margaret, attraverso una madre     surrogata.

  • 7 7
    Credits: Photoshot

    L’ho incalzata velocemente: hai intenzione di  allargare ancora la     famiglia? «Perché no? I figli sono la mia  priorità. Ne vorrei una     cinquantina... In verità ora non sono in  programma, però non     pianifico mai niente. D’altronde ciò che più amo  della vita è la sua     imprevedibilità. Entrambi i miei mariti li ho  sposati dopo tre,     quattro mesi che li avevo conosciuti». Mentre parlava  la osservavo. I     segni del tempo sul suo volto descritti da giornali e  siti web non  li    ho visti. Certo, il viso non era sformato dalle  punturine. Ma a  parte    qualche piccola ruga intorno agli occhi, la sua  pelle era  liscia e    tirata, soprattutto sulla fronte. Davvero hai chiuso  col  botox,  Nicole?   Sarebbe stata la mia prossima domanda. Peccato che il   nostro   colloquio  sia finito lì. Un buttafuori mi ha chiesto di   seguirlo e  mi  ha  identificato. E non aveva alcuna voglia di  aspettare.

/5

Vatti a fidare della Kidman: è considerata una donna algida, però a Cannes ha presentato un film bollente. Ha dichiarato di avere smesso con le“punturine”, e invece ha la pelle liscissima. Lo ha notato sul red carpet il nostro inviato. E la conferma l’ha avuta durante un party superesclusivo (dove si è infiltrato tra gli invitati)

Riproduzione riservata
Stampa
Scelti per te