Non è simpatica? Perché allora piace e vince? 

Il viso austero con la mascella forte, una gestualità rigida, è padrona dell'arte dei silenzi. Uno psicologo analizza per noi il successo di Maria De Filippi...

di Santi Urso  - 12 Dicembre 2008

Quando l'ha vista ballare, Antonio Ricci, vero guru della tv, ha sentenziato: «Maria De Filippi ha l'ombelico di legno», giusto per dire quant'è sensuale nei movimenti. Il pettegolo Roberto D'Agostino nel suo sito Dagospia  l'ha soprannominata "Maria la sanguinaria", perché non batte ciglio davanti a nessun caso ad alta tensione emotiva.

Pippo Baudo ha detto, più o meno: «La De Filippi? E chi è?». La risposta giusta è: quella che vince sempre. Con l'appena concluso C'è posta per te ha fatto ascolti record (oltre il 34% di share, con punte del 49), cancellando proprio Baudo, fermo al 12 %. E Amici, la sua scuola d'arte in tv, non ha rivali.

Lo psicologo Francesco Padrini scompone per noi gli elementi del suo successo.

La presenza. «Maria piace perché si presenta subito come un tipo pepato, energico e molto tonico, con una componente mascolino-aggressiva, che ha sempre il controllo della situazione».

I gesti. «Una certa rigidità è proprio la sua forza: è sempre molto composta e non alza mai la voce. Semmai gioca sulle pause e sui silenzi. È come se eseguisse una psicoterapia, e in un certo senso lo fa davvero. Ma non solo sugli altri, anche su se stessa. E questo la rende autentica».

Il volto. «Il viso con la mascella forte della De Filippi suggerisce forza e controllo. Come tipo è speculare a Gerry Scotti. Tanto lei è dura e asciutta, tanto lui è morbido e dilatato. Ma hanno in comune una dote, alla base del loro successo: sanno ascoltare».

© Riproduzione riservata
Pubblica un commento
 
 
salute/vivere-meglio/non-e-simpatica-perche-allora-piace-e-vince$$$Non è simpatica? Perché allora piace e vince?
Mi Piace
Tweet