5 regole d’oro per vivere senza rimpiangere il passato

Credits: Corbis
1 6

Più del 30 per cento delle italiane vorrebbe vivere per sempre tra i 30 e i 40 anni. Cioè fermare le lancette del tempo a quella che viene percepita come l’età migliore in cui ci si sente forti, indipendendenti economicamente, circondati dagli affetti e con tanti progetti per il futuro. Lo rivela un sondaggio condotto da Barabino & Partners in occasione dell’uscita del libro Le rose che non colsi scritto dalla psicologa Gianna Schelotto (Mondadori).

«Ho rubato il titolo a una poesia di Guido Gozzano» spiega l’autrice. «Era perfetto per affrontare il tema del rimpianto. A volte, ripensando al passato, siamo convinte di non aver colto delle occasioni. Ma quei ricordi nostalgici possono trasformarsi in una gabbia che ci allontana dal tempo presente».

/5

I ricordi a volte si trasformano in un freno a mano che impedisce di godersi il presente. E invece la tua storia può diventare un trampolino di lancio per il futuro

Nostalgia dei vent’anni? Sorpresa: secondo il sondaggio Barabino & Partners solo il 6% degli italiani rimpiange l’età dei primi amori e della giovinezza.

Vivere serenamente e con positività, senza restare prigionieri dei rimpianti, sfruttando al massimo le proprie risorse a qualsiasi età

Riproduzione riservata
Stampa
Scelti per te