Scopri come si alleva il canarino

  • 1 8
    Credits: Corbis

    Il canto del canarino ti fa allegria? Moreno Borotto alleva questi piccoli volatili da oltre 30 anni con grande soddisfazione. Ha vinto perfino i campionati mondiali! Se vuoi averne uno tutto per te, ti saranno utili i suoi consigli.

  • 2 8
    Credits: Corbis

    Quando compri un canarino assicurati che la sua pancia sia bella gialla. È bene che l'uccellino non abbia più di un anno (puoi controllare leggendo la data di nascita sull'anello che c'è attorno alla sua zampa). Se vuoi sentirlo cantare scegli un maschio, le femmine al massimo fanno cip cip. Hai in mente di farli riprodurre? Prendi subito la coppia.

  • 3 8
    Credits: Corbis

    La gabbia dev'essere funzionale, con un cassettino estraibile dove metti un foglio di un giornale per recuperare lo sporco. La larghezza ottimale è di 60 cm, ma ne bastano anche 45. Prima monta i posatoi (le bacchette dove gli uccellini si appoggiano) e poi i recipienti del cibo e dell'acqua, facendo in modo che non rischi di cascarci dentro la pupù.

  • 4 8
    Credits: Corbis

    Posiziona la casetta a un metro e mezzo di altezza, vicino alla finestra. Puoi anche tenerla sul balcone e, nella stagione fredda, coprirla con un cellophan non troppo stretto. L'importante è non muoverla mai o il canarino rischierà di ammalarsi per gli sbalzi di temperatura. Procurati anche un bagnetto, da inserire nella voliera solo quando deve lavarsi.

  • 5 8
    Credits: Corbis

    Per dargli da mangiare servono tre mangiatoie per i semi, il pastoncino e il grit, un alimento fatto apposta per i canarini che non deve mai mancare. Solo così potrà digerire bene, visto che non produce i succhi gastrici e il suo punto debole è la pancia.

  • 6 8
    Credits: Corbis

    Ogni 3 o 4 giorni puoi dargli una fettina di mela o dell'insalata con una pinzetta del bucato, l'importante è che siano asciutte. Non ti devi preoccupare di quanto mangia perché si regola da solo. Per dargli da bere, attacca alla gabbia un beverino da riempire con acqua fresca.

  • 7 8
    Credits: Corbis

    Il pelo arruffato e brutto può segnalare una malattia intestinale. Non vale la pena di portare il tuo amico pennuto dal veterinario, sono soldi buttati. Prova piuttosto a ridurre le razioni di frutta e verdura ed elimina il pastoncino. Poi, aspetta qualche giorno e vedrai se si ristabilisce.

  • 8 8
    Credits: Corbis

    Se vuoi che si riproduca, verso marzo metti nella gabbia un po' di juta sfilacciata e fatta a pezzetti. Vedrai come maschio e femmina costruiscono il loro nido e si accoppiano (fino a luglio). Di solito depongono 4 o 5 uova. Fanno tutto da soli, mentre tu guardi ammirata questo spettacolo della natura!

/5
Riproduzione riservata
Stampa
Scelti per te