Tormentone estivo: il grande assente dell'estate 

Diciamo la verità: il tormentone autentico, quello che quando ci ripensi senti il rumore del mare, era quello che negli Anni 80 passava dalla filodiffusione delle spiagge, che negli Anni 90 passava dalle piste da ballo, che nei 2000 passa... E basta.

di Valeria Sgarella  - 09 Giugno 2008

E' ora che sappiate la verità: il tormentone estivo non c'è da anni. Ma, ragioniamo con ordine.

Sapete come funziona?Una casa discografica decide che una canzone si ascolta benissimo con le infradito ai piedi e sorseggiando un mojito in riva al mare. Lo fa uscire verso aprile-maggio, e spera che le radio lo passino tantissimo fino ai mesi più caldi. Ci sono rari casi in cui il tormentone esce addirittura a gennaio/febbraio e si trascina fino all'estate. Non vi siete accorti che da qualche anno a questa parte il tormentone lo riconoscete solo a settembre? E precisamente quando, a valige sfatte, sentendo un pezzo alla radio pensate "Ehi, ma questo lo ascoltavo a Cesenatico!". Quali caratteristiche dovrebbe avere un tormentone per tornare ad essere quello di una volta? Deve essere dance a effetto villaggio turistico, come un Gioca Jouer di Claudio Cecchetto? Deve essere elettronico e tamarro, come Blue degli Eiffel 65? Deve essere da balera e virale, come la Macarena? Rock verace, tipo Come Stai di Vasco? Pop nazionale, come Hanno Ucciso l'Uomo Ragno gli 883? Latino internazionale, come La Copa de la vida di Ricky Martin? Deve strizzare l'occhio alla black, come Umbrella di Rhianna? Deve strizzare l'occhio e basta, come qualsiasi pezzo di Paola e Chiara? Non si è mai saputo.

Di sicuro c'è stato un giro di boa: l'estate del 2001. E' lei che ha cambiato le sorti del tormentone, perché ci ha dato tutto. Perché in una sola botta abbiamo avuto l'effetto latino di Shakira con Whenever Wherever; l'effetto cantilena italiana delle Tre Parole di Valeria Rossi, e la dance elettronica di Kylie Minogue con Can't get you out of my head.Tre generi in una sola estate: roba da fare impazzire anche il Festivalbar. Dopo l'estate del 2001 nulla è più stato lo stesso e da allora si brancola tra ipotesi. D'altra parte quando hai tutto è difficile tornare ad avere poco.

Diciamo la verità: il tormentone vero, autentico, quello che quando ci ripensi senti il rumore del mare come quando avvicini l'orecchio alla conchiglia, era quello che negli Anni 80 passava dalla filodiffusione delle spiagge, che negli Anni 90 passava dalle piste da ballo, che nei 2000 passa... E basta.

Questi sono i possibili candidati per questa estate. Su quale tormentone scommettete?

Sara Bareilles, Love Song ::  Coldplay, Violet Hill  :: Cesare Cremonini, Dicono di me  :: Hercules and the Love Affair, Blind  :: Maroon 5 feat. Rhianna, If I never see your face again   :: Estelle feat. Kanye West, American Boy    :: The Tings Tings,  Great Dj  :: Gianluca Grignani, Ciao e Arrivederci.

© Riproduzione riservata
Pubblica un commento
 
 
salute/vivere-meglio/tormentone-estivo-il-grande-assente-dell-e2-80-99estate$$$Tormentone estivo: il grande assente dell'estate
Mi Piace
Tweet