Vacanze in Oman, dal mare al deserto 

Ogni anno più di 13mila tartarughe si ritrovano proprio qui dove le onde
di sabbia rossa s'incontrano con quelle dell'oceano.
Scopriamo anche
noi una terra che ha
davvero il sapore di una fiaba

di Marco Moretti  - 30 Marzo 2005

Circondata da un mare di palme e dominata da una fortezza, Nizwa è l'antica capitale dell'Oman (quella attuale è Muscat). La sua prima attrazione è il souk, dove si acquistano gioielli etnici e in argento, e poi cuoio, paglie, ceramiche e khanjar, i tradizionali pugnali ricurvi. Al mercato del pesce ci vanno donne e uomini con turbanti e lunghe barbe ma, nel pieno rispetto della tradizione, sono solo questi ultimi a contrattare. I dipendenti pubblici hanno l'obbligo di indossare la dishdasha, la tipica tunica bianca o rosa. Mentre alcune donne coprono il volto con una mascherina di tessuto nero.

Ma qui Islam fa rima con tolleranza, anche grazie al millenario rapporto con l'India e l'induismo. Le turiste vanno in giro indisturbate con bermuda e canottiera. E le donne indù con la pancia scoperta. Gli indiani, insieme ai pakistani, rappresentano un quinto della popolazione. E in tutto l'Oman i piatti al curry hanno sostituito quelli beduini. L'altro richiamo di Nizwa è il forte, fatto erigere nel Seicento dal Sultano bin Saif. È una cittadella con torri, camminatoi, cortili, sotterranei e sale. E dalle sue mura si gode il miglior panorama su città e palmeto.

Qui trovi una guida on line per sapere tutto sull'Oman

>>Il tè sotto la tenda

Da Nizwa si raggiungono Wahiba Sands e dune alte fino a 200 metri, popolate da clan di beduini che vivono allevando dromedari. Se fate quattro chiacchiere rivolgendovi agli uomini, vi inviteranno a prendere un ottimo tè sotto le loro tende. Si riparte e, tra salite e divertenti discese sulle dune, si arriva al mare. Risalendo a nord la spiaggia diventa una pista su cui i fuoristrada corrono mettendo in fuga migliaia di gabbiani. Lungo il tragitto gruppi di pescatori scaricano le barche, in testa hanno kefiah e turbanti come i beduini, ma le loro donne indossano abiti colorati. Si dorme in tenda, perché non ci sono altri alloggi fino ai bungalow di Ras al-Jinz, il parco nazionale dove 13 mila tartarughe verdi si riproducono durante tutto l'anno.

È aperto ai visitatori due volte al giorno, la sera per assistere alla posa delle uova e, all'alba per vedere la corsa dei tartarughini verso il mare. Il mattino dopo si arriva a Sur, città di case bianche attorno a un piccolo golfo dominato da un gioco di torri: sorvegliano l'ingresso di un'insenatura percorsa dai dhow (velieri in legno) e delimitata da una sfilza di minareti. Da qui a Muscat sono tre ore di auto, tra scogliere e spiagge. Si sfiorano un mausoleo in rovina, calette turchesi, un fiume tempestato di palme e una pozza d'acqua salata che si apre in fondo a una voragine.

Muscat è la capitale, sparsa tra un'infinità di baie chiuse da montagne dominate da antichi forti in terra. Il suo fulcro è Dhow Harbour, il porto dove i cargo convivono con gli antichi dhow. Centro della vita sociale, il lungomare è dominato dalla cupola blu di una moschea. Alle sue spalle c'è il souk, un labirinto di vicoli con centinaia di botteghe. A pochi minuti d'auto c'è il Palazzo del Sultano, circondato da un giardino con palme, buganvillee e frangipani: un edificio con colonne di diversi colori associate ad arabeschi e linee moderne.

Qui trovi una guida on line per sapere tutto sull'Oman

All'altro lato della città c'è la moschea Sultan Qaboos: inaugurata nel 2001, è chiusa tra portici e cortili. La sua sala a colonne è coperta da un tappeto di 4.260 metri quadrati. Comprende una biblioteca con 20 mila volumi e 100 computer a disposizione dei fedeli. Qatar Airways (tel. 064204501; www.qatarairways.com) vola per 380 euro a/r da Milano o Roma a Muscat via Doha. I Viaggi di Maurizio Levi (tel. 02 34934528, www.deserti-viaggilevi.it) propone 9 giorni con guida italiana, da 1.990 euro per voli e pensione completa in alberghi e tenda.

Qui trovi una guida on line per sapere tutto sull'Oman

© Riproduzione riservata
Pubblica un commento
 
 
salute/vivere-meglio/vacanze-in-oman-dal-mare-al-deserto$$$Vacanze in Oman, dal mare al deserto
Mi Piace
Tweet