Vacanze sott'acqua in Italia 

I fondali più belli per le immersioni.

Il mare visto così è davvero un'altra cosa. Se da tempo avevi in
mente di esplorarlo, qui trovi i centri che organizzano corsi in luoghi di rara bellezza. E per i sub esperti, ci sono la grotta di Nereo in
Sardegna, l'isola di Gozo a Malta e il relitto Zenobia nelle acque di Cipro

di Silvia Gavino  - 17 Giugno 2008

Nella riserva di Portofino (Liguria) Il contrasto tra il cobalto del mare e le tinte pastello delle casette di Portofino rendono questa località un posto fuori dal tempo. L'immersione da non perdere: quella di Punta Chiappa Levante, la più ricca di pesci. Il livello di difficoltà: principianti. Con chi immergersi: B&B Diving Center, www.bbdiving.it , 0185772751, 3477154616. L'immersione singola costa 39 euro (con bombola e zavorra). Per i principianti, immersioni davanti a Camogli, tra scogli di posidonia e seppioline. Cosa c'è da vedere: dentici, saraghi, salpe, cernie. E, a fine estate, argentee nuvole di acciughe. A 34 metri di profondità c'è la Grotta dei gamberi, tra gamberetti, aragoste e coralli. Dove dormire: a Villa Rosmarino (tel. 0185771580, www.villarosmarino.com ; la doppia da 140 euro), delizioso b&b fuori Camogli. Più spartano il b&b Da Roberto (tel, 0185774094; www.camogliroberto.it , 90 euro a notte).

Al parco dell'Argentario (Toscana) Gli amanti dei fondali rocciosi trovano qui 15 punti di immersione per tutti i gusti. Dalla facile Caletta alle franate del Faro e del Cristo, dalle pareti dell'Argentarola alle secca di cala Moresca. In barca, si raggiungono i dintorni delle isole del Giglio e di Giannutri. L'immersione da non perdere: quella di Punta Chiappa Levante, la più ricca di pesci: in pochi metri d'acqua c'è un canalone che degrada molto lentamente con scogli e grottino. Il livello di difficoltà: facile (le grotte, però, sono per esperti). Con chi immergersi: Mahaba Diving di Cala Galera (tel. 0564831187, 3939441296): immersione singola 40 euro. Cosa c'è da vedere: nei tunnel della secca di terra si vedono aragoste, astici, gronchi e cernie. Sul versante sud della secca esterna, corallo rosso, gorgonie e spugne. Dove dormire: a Porto Sant'Ercole al Bi Hotel ( www.bi-hotel.it , doppia da 140 euro), con centro benessere.

Attorno alle isole Tremiti (Puglia) San Nicola, San Domino e Caprara. Sono queste le isole Tremiti più vicine tra loro, come a proteggersi dai marosi. Mentre la brulla Pianosa è più lontana, in mare aperto. San Domino,  con fondali adatti a ogni tipo di esperienza, è l'ideale per immergersi. L'immersione da non perdere: Secca della Vedova, davanti all'isola di Caprara per scoprire la secca, la franata e la grotta (nella foto in alto a destra, un particolare del fondale). Il livello di difficoltà: medio (ma ci si può fermare a 18 metri). Con chi immergersi: Marlin Tremiti (tel. 336829746; www.marlintr emiti.it), l'immersione guidata costa da 35 a 55 euro (con il noleggio dell'attrezzatura). Cosa c'è da vedere: salpe, castagnole, occhiate, palamiti, saraghi e dentici. E poi gronghi, murene, polpi, scorfani, aragoste, cernie. Dove dormire: Hotel Waikiki (tel. 0882463305;  130 la doppia con colazione).

Verso lo stretto di Messina (Calabria) A Scilla, 23 km da Reggio Calabria, l'incontro tra il mar Ionio e il Tirreno genera moti vorticosi che rendono possibile l'incontro con pesci abissali anche a basse profondità. L'immersione da non perdere: la Montagna, che costeggia i 40 metri del monolite sommerso: un'esplosione di colori che non ha nulla da invidiare ai fondali tropicali (nella foto in basso a destra, un polpo nelle acque di Scilla). Il livello di difficoltà: intermedio. Chi ha il brevetto da esperto, può tuffarsi anche di notte. Con chi immergersi: centro subacqueo Sub sea explorer a Cannitello ( www.subseaexplorer.it ). Cosa c'è da vedere: il pesce San Pietro e la rana pescatrice. La Montagna è tappezzata da paramuricee (un genere di gorgonie) bicolore e corallo nero. Dove dormire: b&b Boccaccio di Cannitello (tel. 0965759445; 138 euro due notti più due immersioni).

Dentro la grotta di Nereo (Sardegna) In fondo al golfo di Alghero sorge il promontorio di Capo Caccia, con i suoi pinnacoli di roccia bianca. È la riviera del Corallo, fatta di calette rocciose raggiungibili solo dal mare che si alternano a spiagge bianche. L'immersione da non perdere: la Grotta di Nereo. Vasta come una chiesa gotica, la grotta ha 10 ingressi tra gli 11 e i 30 metri di profondità. Il livello di difficoltà: medio-avanzato. Con chi immergersi: Karibu Diving ( www.karibu.it ). L'immersione con bombola, zavorra e accompagnatore costa 40 euro. Cosa c'è da vedere: crostacei, cernie, barracuda, gronchi, murene. E rocce tappezzate da margherite di mare e corallo rosso. Dove dormire: l'Hotel villaggio Capo Caccia è un 4 stelle (www.hotel capocaccia.it ; da 89 euro a notte). Al residence Villa del sol, invece, miniappartamenti da 40 euro a notte convenzionati con il diving.

 

© Riproduzione riservata
Pubblica un commento
 
 
salute/vivere-meglio/vacanze-sottacqua-in-italia$$$Vacanze sott'acqua in Italia
Mi Piace
Tweet