Venezia: un Festival che dà i numeri 

Se siete forti in matematica leggete qui. Abbiamo fatto i conti in tasca alla Mostra del cinema. Per rivelarvi
ciò che si potrà vedere. Dal 27 agosto al 6 settembre

di Lavinia Rittatore  - 01 Settembre 2008

È la 65esima Mostra internazionale d'arte cinematografica del Lido di Venezia. L'inaugurazione ufficiale è stata il 27 agosto sera, con la proiezione in anteprima mondiale di Burn after reading dei fratelli Coen. Così, per 11 giorni, chi ama il cinema avrà la sua full immersion. 21 sono i titoli in concorso, tra i quali 4 italiani: Il seme della discordia di Pappi Corsicato, Un giorno perfetto di Ferzan Ozpetek, La terra degli uomini rossi di Marco Bechis, Il papà di Giovanna di Pupi Avati. Nelle altre sezioni della kermesse i film sono 67 (tra lunghi e cortometraggi), scelti dal direttore del Festival Marco Muller e dalla sua squadra dopo aver visionato 3.689 opere provenienti da 72 Paesi diversi. C'è però 1 sola donna regista che corre per il Leone d'oro: è Kathryn Bigelow con Hurt Locker. I giornalisti presenti al Lido saranno 2.406: 1.363 italiani, 1.043 stranieri. Il regista più anziano? Manoel De Oliveira, che a dicembre compirà 100 anni e al Lido porterà Do visível ao invisível. Il più celebrato? Ermanno Olmi, 77 anni, che il 5 settembre riceverà il Leone alla carriera dalle mani di Adriano Celentano. Non mancheranno le occasioni per divertirsi: 41 sono gli eventi e i party già segnati in agenda. Tra i più attesi: la festa in onore di Valentino e del film The last emperor che racconta la storia dei 50 anni dello stilista nell'alta moda. Altre curiosità: 1.200 sono le stanze già prenotate nei grandi hotel della Laguna, 300 le persone che lavorano dietro le quinte della Mostra. E per il pubblico di cinefili sono pronti 40.000 biglietti.

© Riproduzione riservata
Pubblica un commento
 
 
salute/vivere-meglio/venezia-un-festival-che-da-i-numeri$$$Venezia: un Festival che dà i numeri
Mi Piace
Tweet