Viaggi dentro le mura: 18 città meraviglia

Credits: Cubo
1 18

Ferrara - Emilia Romagna
Le sue mura sono di origine medioevale, mentre l’impronta rinascimentale degli edifici è opera degli Estensi. Palazzo dei Diamanti ne è un esempio e, con il suo calendario di mostre di altissimo livello, oggi è un punto di riferimento culturale importante. Il centro storico, dal 1995 Patrimonio dell’umanità, va scoperto in bici, partendo da piazza Trento e Trieste su cui si affaccia il Duomo consacrato a San Giorgio fino ad arrivare al Castello Estense del XIV secolo, simbolo della città.
Le mura Il rosso del laterizio dei bastioni sfuma nel verde dei giardini che li circondano. Succede così per nove chilometri. Tanto misurano le mura di Ferrara, di origine medievale ma “aggiornate” nel Cinquecento. Un immenso parco monumentale, con porte, torri e baluardi che uniscono funzionalità bellica e splendore artistico come riconobbe Michelangelo, che venne più volte a visitarle. Il terrapieno alberato offre un percorso ancora più suggestivo e panoramico.
Il consiglio Hotel Annunziata, piazza Repubblica 5, tel. 0532201111; www.annunziata.it; doppia da 109 euro. Di fronte al Castello Estense.
INFORMAZIONI: Iat Ferrara, tel. 0532209370; www.ferrarainfo.com

/5

Il fascino dei luoghi racchiusi da porte, torrioni e baluardi è proprio questo: si entra e si scoprono piazze ed edifici rimasti intatti, di impronta medioevale o rinascimentale. Poi si sale per ammirare il panorama: le colline in Toscana, il mare a Dubrovnik, il tramonto in Marocco. E per chi ama le due ruote non mancano i percorsi su misura

Riproduzione riservata
Stampa
Scelti per te