Vuoi dimagrire? Pensa da magra

  • 1 15

    L'intuizione è geniale. Se vuoi buttare giù peso, devi metterti nei panni (e nella testa) di chi non ha un filo di grasso: nessun sacrificio, via la bilancia, stop al conto delle calorie. Lo dice la signora che vedete nella foto con Katie Holmes e Tom Cruise. Si chiama Bethenny Frankel e ha appena scritto un libro sull'argomento. Che noi abbiamo letto. Per rubarle le idee migliori.

  • 2 15
    Credits: Guindani

    Katie Holmes, 30 anni. Per 6 mesi ha fatto la pendolare tra Los Angeles e New York, dove era impegnata a teatro. Con questi ritmi, si è potuta concedere spesso il suo piatto preferito, la carbonara. E non ha preso un etto.

    Impara ad ascoltarti
      Non importa essere celebrities di Hollywood o donne normali. C'è qualcosa che ci accomuna tutte: è quell'invidia sottile, ma percettibilissima, che scatta quando una qualsiasi di noi ammette di essere una magra naturale, una che può mangiare di tutto, tanto non ingrassa. Fino a poco tempo fa l'americana Bethenny Frankel, 38 anni e un passato di ossessione per il cibo e i chili di troppo, faceva parte della schiera delle "invidiose". Poi ha smesso di stare a guardare e si è messa all'opera per diventare anche lei una magra naturale. Come ha fatto lo racconta nel bestseller Naturally Thin, dove spiega che il segreto è nella mente: bisogna pensare da magra. Non resta che far tesoro dei consigli di questa giovane donna oggi strafamosa in America: è uno dei personaggi più seguiti nella serie televisiva The real housewife of New York City, in cui interpreta se stessa; produce dolci senza grassi e uova e cucina per i vip alle feste e a domicilio (in queste pagine la vedete fotografata accanto ad alcuni dei suoi tanti amici-clienti). Ecco le sue regole.

  • 3 15

    La copertina di Naturally Thin, il libro di Bethenny Frankel che sta spopolando in America.
     

    Segui la voce del tuo appetito
      Sbaglia chi pensa che le magre naturali non abbiano mai fame. Ce l'hanno, eccome: il fatto è che la sanno riconoscere. «Sono in grado di distinguere il vero appetito, cioè quello che nasce perché si è a corto di energie, dalla voglia di mangiare per rispondere ad altri bisogni, per esempio tirarsi su il morale in un momento di sconforto» spiega Bethenny Frankel. Non è facile, si sa. «Purtroppo quando il cibo viene utilizzato come valvola di scarico, qualsiasi stato d'animo negativo scatena un vortice di pensieri attorno alla scelta di mettere in bocca qualcosa o meno» aggiunge la dottoressa Francesca Baggio, psicoterapeuta. Tutto questo rimuginare crea nella mente un brusio di fondo, che rende incapaci di ascoltare la fame reale. «Se il languore è accompagnato da un senso di tristezza, frustrazione o solitudine è meglio fermarsi e chiedersi: ho davvero bisogno di mangiare?» È probabile di no. Distraetevi facendo qualcos'altro e vedrete che passerà.

  • 4 15
    Credits: Guindani

    L'attrice Jessica Biel, 27 anni. Bravissima nel mangiare sano, un disastro in cucina. Dicono che il fidanzato justin timberlake rifili i piatti cucinati dall'attrice al cane. E poi prenoti un tavolo da mastros, uno dei ristoranti più cool di beverly hills

    Non mangiare ciò che non ti dà piacere
      «Pensare (e agire) da persona magra nel Dna, significa ammettere che c'è un momento in cui anche il dessert più buono del mondo non procura più l'immenso piacere del primo assaggio» dice Bethenny Frankel. E a quel punto, perché finirlo a tutti i costi? «Chiunque è in grado di percepire quando raggiunge questa soglia: basta ascoltare quella vocina che, per quanto flebile, ci dice che siamo contente così, possiamo anche posare la forchetta» aggiunge la psicoterapeuta Francesca Baggio. «Per spegnere il desiderio di mangiare un tiramisù fino all'ultimo cucchiaio, basta pensare che, se mai ci dovesse tornare la voglia di quel dolce, possiamo sempre ordinarlo alla cena successiva, nulla ce lo vieta» suggerisce la psicologa.

  • 5 15

    Bethenny Frankel con Jessica Biel
    Il consiglio in più
      «Quando vi capita di sfogare le frustrazioni davanti alla dispensa, lasciate da parte inutili sensi di colpa» dice la psicologa Francesca Baggio. «Molto più costruttivo fare subito una bella corsa per bruciare  le calorie appena prese. Ma l'ideale è riuscire, ancora prima, a farsi una domanda: in quale altro modo posso colmare il mio stato d'animo? Le soluzioni sono tante. Guardare un film comico, per esempio (scoprirete che ha lo stesso potere rallegrante di una fetta di torta!). E anche telefonare all'amica spazza via la noia, molto più di un sacchetto di patatine» dice l'esperta.

  • 6 15
    Credits: Guindani

    Joss stone, 22 anni, cantante. È vegetariana e segue alla lettera una delle regole base delle magre naturali: mangiare spesso ma poco. così porta sempre con sé qualcosa da bere

    Niente paragoni: tu sei tu
      «Le magre naturali guardano le donne asciutte, certo. Ma la loro attenzione si posa su dettagli diversi dal peso il taglio, il colore dei capelli, l'abbigliamento» dice Bethenny Frankel. Fatelo anche voi. «È un atteggiamento da imitare, se si vogliono evitare paragoni che portano solo frustrazione» dice la psicologa Francesca Baggio. «Anche perché il corpo di ogni persona è diverso: cambiano le misure delle ossa, il metabolismo, la forma delle curve. E allora, è impossibile pensare di diventare una taglia zero, se si è alte un metro e settanta» continua l'esperta. Non solo. Cambiando la prospettiva, capita spesso di vincere la sfida anche con le star più invidiate del mondo. Un esempio? Avete mai visto la superskinny Victoria Beckham abbozzare un sorriso? Pensate al vostro. È sicuramente più spontaneo e solare.

  • 7 15

    Joss Stone con Bethenny Frankel
    Diventa un po' schizzinosa
      Non è un caso se certi grissini viventi appaiono sempre un po' snob. Anche di fronte a un buffet: lo guardano, lo riguardano e solo dopo diversi controlli scelgono cosa mettere nel piatto. Sarà pure antipatico, ma è un comportamento da copiare. «Osservate con attenzione il vassoio dei dolci» suggerisce l'autrice di Naturally Thin. «Siete sicure che le creme siano davvero fresche? E quei formaggi, guardateli bene, forse sono gli stessi che mangiate anche a casa. Se è così, potete farne a meno senza troppi rimpianti» conclude Bethenny Frankel. «Bisogna imparare a considerare il cibo per quello che è: ovvero qualcosa che aiuta a stare meglio» continua la psicoterapeuta Francesca Baggio. «E allora, siate selettive come le magre naturali. Non può andare bene qualsiasi cosa, purché sia commestibile: dev'essere appena fatta e preparata con cura. E diversa dal solito. Che sia davvero un piacere per il palato, insomma!

  • 8 15

    Gli  uomini del jet set la adorano e seguono i suoi consigli. Non c'è party a cui Bethenny Frankel non sia invitata. Qui è con l'attore Edward Norton, 39 anni.
    Prenditela con calma
      Avete mai visto una come Gisele Bündchen a tavola? Si perde in chiacchiere e posa sempre la forchetta tra un boccone e l'altro. «Tipico modo di fare delle skinny girl: non a caso, mangiare adagio significa avvertire meglio il senso di sazietà» si legge nelle pagine di Naturally Thin. «È vero» conferma la dottoressa Baggio. «Assaporare il cibo con calma fa sì che al cervello arrivi prima della fine del pasto il segnale di pienezza e di appagamento, che di solito avvertiamo dopo circa 20 minuti che abbiamo iniziato a mangiare (in pratica, la soddisfazione è prima di tutto mentale, poi fisica)». Un comportamento che paga, perché aiuta anche a mangiare di meno. «E non è tutto. Questa buona abitudine permette di triturare più finemente il cibo. I succhi gastrici, quindi, hanno meno lavoro da compiere. Di conseguenza, la digestione è più semplice» conclude la dottoressa Baggio.

  • 9 15

    Gli  uomini del jet set la adorano e seguono i suoi consigli. La guru americana insieme a Brian Adams, 49 anni, vegano convinto.
    Condividi il pasto con gli altri
      C'è un modo infallibile per riconoscere una donna a dieta: a tavola con gli amici, è l'unica che si guarda bene dal fare assaggiare il suo piatto agli altri. «Per forza, è così ossessionata dalle porzioni che guarda al cibo con senso di possesso» dice Bethenny Frankel nel suo libro. «La magra naturale, invece, prende tutto ciò che vuole. E non ha nessun problema a condividere le sue portate: così facendo, infatti, ordina di più, ma mangia di meno». Se vi riconoscete nel primo profilo, cambiare rotta vi farà stare molto molto meglio. «Quando si esce a cena bisogna sentirsi libere di mangiare come (e con) le altre persone» ribadisce la psicoterapeuta Francesca Baggio. «Non serve a nulla limitarsi a un'insalata, se poi si muore dalla voglia di ordinare una pastasciutta: finisce che ci si sente "diverse" e quando si torna a casa si sfoga la frustrazione svuotando il frigorifero». E, allora, ordinate ciò che più vi piace e offritelo a chi è a tavola con voi.

  • 10 15

    Gli  uomini del jet set la adorano e seguono i suoi consigli Bethenny posa insieme al cantante Sting, un uomo davvero in forma con i suoi 57 anni.
    Abbandona la bilancia
      L'oggetto più temuto da chi è sempre a dieta è anche il più snobbato dalle magre naturali. Sarà un caso? Nient'affatto. «Pesare i cibi fino all'ultimo grammo serve soltanto a convincerci che da sole non siamo in grado di controllarci: un atteggiamento che alla lunga ci fa sentire più deboli» spiega l'autrice di Naturally Thin. «Molto meglio misurare gli ingredienti con piatti, cucchiai e tazzine, magari scegliendo le versioni small size» continua. E dopo la bilancia da cucina, mettete da parte anche la pesapersone. «Che va usata una volta ogni tanto, ovvero con la stessa frequenza con cui si controlla la pressione del sangue» consiglia Francesca Baggio, psicoterapeuta. «Perché il punto di arrivo è uno solo: non aver bisogno di alcun aiuto esterno per mangiare in modo regolare. Niente bilancini, tabelle alimentari o specchi, insomma. Ci si deve affidare soltanto al proprio, sano, appetito».

  • 11 15

    Per le star il suo libro È una vera bibbia Bethenny Frankel e l'attrice Daryl Hannah, 48 anni, vegetariana da una vita.
    Mangia poco e spesso
      C'è una ragione ben precisa se molte attrici sono spesso immortalate con succhi e frullati tra le mani. Risponde a una delle regole principali dell'essere magre doc. «Mangiare spesso, ma poco, evitando che la fame diventi incontenibile» dice il libro di Bethenny Frankel. Il suggerimento vale soprattutto se sapete di dover andare a una cena o a un party, dove troverete buffet ricchissimi di ogni bene: prima di uscire di casa, concedetevi uno spuntino leggero, come una fetta di pane integrale, uno yogurt light o una manciata di semi di zucca. «Non commettete l'errore di  sfidare il vostro appetito» raccomanda la psicologa Francesca Baggio, «Come per ogni bisogno fisiologico, per esempio il sonno, più lo si lascia aumentare meno si riesce a controllarlo» spiega l'esperta. «Per questo motivo, non bisogna mai aspettare troppo se si ha fame, altrimenti si corre il rischio di  arrivare a tavola con una voragine nello stomaco. Ed è molto più facile abbuffarsi.

  • 12 15

    Per le star il suo libro è una vera bibbia. Con la collega scrittrice e imprenditrice Stephanie Hirsch. Le due si scambiano ricette light.
    Conserva gli avanzi
      A tutte capita di cucinare troppa pasta: ma una magra naturale non si ostina a mandare giù fino all'ultima forchettata. «La vera saggezza sta nel mettere subito da parte il di più» dice l'autrice del bestseller americano. «Possiamo mangiarlo così com'è il giorno seguente oppure riutilizzarlo per cucinare qualcos'altro». La filosofia è da adottare al volo, ma attenzione ai trabocchetti della mente. «Sapere che nel frigo c'è qualcosa di pronto può essere una tentazione a cui è difficile resistere. Se siete consapevoli di essere così, cominciate ad allenarvi: cercate di imparare a calibrare bene le dosi, di fare la spesa in modo oculato e di preparare soltanto quello che serve per il pasto».

  • 13 15

    Per le star il suo libro è una vera bibbia. Anche l'attrice di Mission Impossible III Keri Russel, 33 anni, segue i consigli di Bethenny.
    Il consiglio in più
      Si può essere amanti della buona tavola, senza rimetterci il girovita. «Il trucco è cucinare cibi belli, oltre che buoni» afferma la guru americana (nella pagina successiva trovate alcune ricette ispirate a quelle che lei propone nel libro). «Per preparare un'insalata, per esempio» dice «non limitatevi a condire qualche foglia verde nella ciotola: aggiungete una manciata di noci, qualche scaglia di formaggio, del succo d'arancia. È molto più invitante». Ne è convinta anche la psicologa Francesca Baggio: «Se un piatto è presentato bene, è molto più appagante e ne basta meno per sentirsi soddisfatte».

  • 14 15

    Paris Hilton e Bethenny Frankel
    Il consiglio in più
      «Privilegiate gli alimenti più sani, biologici, di stagione e possibilmente locali» raccomanda Bethenny Frankel. «Perché oltre a essere digeribili, regalano più energia e aiutano a stare meglio. E una volta che l'organismo ne ha apprezzato i vantaggi, è più difficile che si lasciarsi tentare da cibi raffinati o ricchi di grassi». Il risultato è un modo di alimentarsi che non somiglia a una dieta, ma vi aiuta a perdere i chili di troppo, senza farvi sentire a stecchetto.

  • 15 15
    Credits: Kika Press

    Paris Hilton, 28 anni, ha recentemente smentito le voci che la volevano anoressica. La verità è che ordina spesso cheeseburger, patatine fritte e dolci. Solo che poi lascia tutto a metà. Da copiare.

/5

L'intuizione è geniale. Se vuoi buttare giù peso,

devi metterti nei panni (e nella testa) di chi

non ha un filo di grasso: nessun sacrificio, via

la bilancia, stop al conto delle calorie. Lo dice

la signora che vedete qui accanto con Katie Holmes e Tom Cruise. Si chiama Bethenny Frankel e ha appena scritto un libro sull'argomento.

Che noi abbiamo letto. Per rubarle le idee migliori

 

Riproduzione riservata
Stampa
Scelti per te