Montagne da scoprire 

In piedi di buonora, zaino in spalla e via, alla scoperta delle bellezze della montagna. Qualche consiglio per affrontare al meglio le gite fuori città.

di DonnaModerna.com consiglia
 

La neve è scomparsa lasciando spazio a panorami verdeggianti, il cielo terso invita a immergersi nella natura: la montagna in primavera è un mondo magico e silenzioso, da scoprire partendo di buonora e lasciandosi avvolgere dai suoi profumi.

Mete a portata di mano

Dalla Valle d'Aosta al Trentino, dalla Lombardia alla Sicilia, l'Italia è un paradiso per gli amanti della montagna. In ogni regione, infatti, è possibile raggiungere facilmente mete interessanti, alcune alla portata di tutti, altre più impegnative, e concedersi splendide passeggiate in luoghi incontaminati. Persino nelle regioni in cui il mare è dominante, come in Liguria, basta dirigersi verso l'entroterra e a pochi chilometri dalla spiaggia ci si immerge in un paesaggio fresco e boscoso, punteggiato di paesini incantati. Lo stesso vale per l'Abruzzo, dove antichi borghi arroccati sulle colline sono stati scelti come set di film, e addirittura per le isole. In Sicilia, le Madonie dominano il paesaggio settentrionale e offrono scenari inediti a chi cerca la pace e la tranquillità della natura; perfino in Sardegna, regione celebre per il suo splendido mare, le zone montane non mancano: dalla Gallura, alla Barbagia, fino ai “tacchi” dell'Ogliastra, tipici picchi calcarei che si ergono misteriosi.

Si parte!

Anche se il sole è ormai piuttosto caldo, la mattina le temperature sono ancora basse. L'ideale per unire comodità e praticità è il classico abbigliamento a strati, con l'aggiunta di un pile e un cappello per ogni evenienza. Delle buone scarpe da trekking sono importanti per evitare inconvenienti: ne bastano di piuttosto leggere se il percorso che ti appresti ad affrontare non è molto impegnativo, mentre servono veri e propri scarponcini se il sentiero è accidentato e ti porta in alta quota. Non dimenticare poi un cappellino o una bandana e gli occhiali da sole, necessari se il cielo è particolarmente terso. Un accessorio che non deve mancare per muoverti in tutta sicurezza? Un fischietto: lungo i sentieri, soprattutto nei boschi, non è difficile ritrovarsi isolati e perdere di vista i compagni. Con il fischietto potrai segnalare la tua posizione in pochi secondi.

Uno spuntino per ripartire

Uno snack per combattere il languorino che può assalirti a metà della gita o per fare il pieno di nuove energie non può mai mancare nello zaino. Se la camminata non è molto impegnativa, però, non esagerare: un panino con salumi magri andrà benissimo per garantire un costante rilascio di energia, ma sono perfette anche le barrette di cereali con frutta secca e la classica tavoletta di cioccolato da spiluccare nel corso della salita. Per rinfrescarti, poi, un frutto succoso come una mela apporta liquidi, vitamine e minerali, e anche fibre. La nostra alimentazione è spesso carente di queste sostanze, fondamentali per il buon funzionamento dell'intestino e dell'intero organismo. Per assumerne la giusta quantità, oltre ad arricchire la tua dieta di cereali integrali, frutta e verdura, puoi scegliere un integratore specifico come Metamucil, che offre quattro benefici in una sola fibra: lo psillio contenuto in Metamucil, infatti, favorisce la regolarità intestinale, facilita il metabolismo dei lipidi, modula l’assorbimento dei nutrienti e favorisce un’azione lenitiva del sistema digerente. Completa il tuo zaino con una buona scorta d'acqua fresca, o un termos di tè caldo, per concederti una coccola all'arrivo alla meta.

© Riproduzione riservata
Pubblica un commento
 
 
salute/week-end-relax/Montagne-da-scoprire$$$Montagne da scoprire
Mi Piace
Tweet