giochi ecosostenibili

Eco giochi fai da te da costruire in casa con i bambini

Il riciclo creativo si impara sin da piccoli: ecco tante idee per realizzare giochi fai da te in casa ecosostenibili

Avete mai pensato che dando una seconda possibilità ad oggetti che non usate più potreste rendere felici e far divertire i vostri bambini? Di cosa parliamo? Di vecchie lenzuola, mollette, bottigliette di plastica dello yogurt, legnetti e scatole di cartone che possono diventare preziose materie prime per dei fantastici eco-giochi che mettano al centro la creatività con un occhio di riguardo all’ambiente. Un doppio divertimento per voi e i più piccoli prima nel crearli e poi nell’utilizzarli. Quindi genitori non fate i guastafeste regola fondamentale contro la noia: fatevi aiutare dai più piccoli. 

Riciclo creativo: 10 oggetti da non buttare!

VEDI ANCHE

Riciclo creativo: 10 oggetti da non buttare!

Ecco qualche semplice idea da realizzare insieme e che il divertimento abbia inizio. 

I giochi di una volta 

Volete far scoprire ai bambini i giochi di una volta? Vi basterà qualche piccolo ingrediente e un pizzico di fantasia per catapultarvi indietro nel tempo.

Iniziamo con i “barattoli da buttar giù”, un gioco di tiro al bersaglio che piace molto ai bambini e che visto l’arrivo della bella stagione vi consigliamo di fare all’aperto per evitare in casa brutte sorprese. Vi basterà mettere da parte quindici lattine vuote come quelle delle bevande o quelle dove sono contenuti legumi o pelati. La sola accortezza è che dovranno essere tutte della stessa altezza. Una volta raccolte, per giocare impilatele a formare una piramide, create, raggomitolando della carta di vecchi giornali, la vostra palla e il gioco è pronto. Vince la sfida chi butta giù il maggior numero di barattoli di latta in un solo colpo. 

In alternativa potreste organizzare una gara al lancio dei cerchi, cosa serve? Un tubo di cartone, quello che si trova all’interno dei rotoli da cucina e dei piatti di carta, ad esempio quelli utilizzati nell’ultima festa di compleanno e che magari avrete sciacquato. A questi ultimi dovrete tagliare la parte interna e magicamente si trasformeranno in colorati cerchi con i quale centrare il tubo. Pronti a mettere alla prova la vostra abilità?  

Il bowling allo yogurt 

Se ai vostri bambini è piaciuto il gioco di buttar giù i barattoli adoreranno sicuramente anche il bowling “allo yogurt”. Un gioco adatto soprattutto ai bambini più piccoli realizzato riutilizzando le bottigliette di plastica dello yogurt da bere. Anche in questo caso lo scopo è quello di buttare giù più birilli possibili totalizzando il punteggio più alto. Come prima cosa andranno creati i dieci birilli. Una volta puliti ed asciugati i contenitori, sulla parte esterna scrivete per ognuno un numero da 1 a 10, ora procedete con la testa del birillo, che potrà essere prodotta anche con la carta delle riviste che avete accumulato in un angolo della casa, e con della colla unitela alla sua base.

Se voleste rendere i birilli più stabili potreste inserire all’interno del contenitore terra o acqua oppure se siete al mare utilizzare della sabbia. Creato il birillo serve la palla da bowling per la quale, a secondo della pesantezza del primo, potreste usare una pallina da tennis o in alternativa una più leggera.

Chi farà cadere più birilli? 

Dal cartone del latte tante possibilità 

I classici cartoni del latte sono un oggetto versatile con il quale è possibile creare tanti giochi divertenti per bambini e bambine. Ad esempio, sapevate che con questi imballaggi si possono fare delle fantastiche macchinine? Vi servirà un cartone del latte, dei bastoncini di legno e dei tappi di bottiglia. Tagliate il cartone, create la forma della macchina e incollate le varie parti tra di loro (o in alternativa utilizzate una spillatrice). Ora prendete i tappi e trasformateli nelle vostre ruote. Fate su di loro dei forellini nei quali poter inserire il legnetto, fori che dovranno poi essere realizzati anche sul cartone in corrispondenza di dove andranno posizionate le ruote. Inserite il legnetto nei fori della scatola e poi procedete con il posizionamento dei tappi, l’operazione naturalmente dovrà essere compiuta sia per le ruote anteriori che quelle posteriori. La macchina è pronta e a questo punto a voi e ai vostri bambini non resta che provare la sua velocità.

I cartoni del latte si possono trasformare anche in meravigliose case per piccole bambole. Basterà disegnare sulla superficie finestre e porte e poi ritagliarle in modo tale che si possano aprire. Potreste anche divertirvi a decorarle, magari utilizzando dei ritagli di stoffa che avete in casa.  

Il calciobalilla green 

Chi non ha mai giocato al famoso calciobalilla? È il classico gioco dell’estate che diverte tanto sia grandi che piccini. Vi sveliamo un segreto: con pochi oggetti che sicuramente avrete nelle vostre case è possibile crearne uno in formato ridotto, ma che non ha nulla da invidiare ai suoi colleghi più grandi.  

Vi servirà innanzitutto una scatola. Sarà perfetta quella che solitamente accompagna le scarpe nuove, dopodiché delle asticelle di legno, come ad esempio degli stecchini (quelli lunghi), e delle molette che si trasformeranno nei vostri giocatori in campo. Realizzate dei fori della grandezza dei legnetti sui lati lunghi della scatola e infilate gli stecchini (mettendo dello scotch dalla parte della punta!) e poi su quest’ultimi appendere a “testa” in giù le mollette. Sui lati corti invece create delle aperture che saranno le porte del vostro campo da calcio, potreste poi anche decorare l’interno della scatola per realizzare un gioco a regola d’arte. Manca però ancora la pallina, per la quale potreste optare per una classica pallina da ping-pong magari colorata.

Chi farà per primo goal? 

Il teatrino delle marionette fai a te 

Una bellissima idea di riciclo creativo per divertire i bambini ci viene data dall’eco-blogger Lucia Cuffaro nel suo portale “Autoproduciamo”, ricchissimo di idee tutte da scoprire. Di cosa si tratta? Del classico teatrino delle marionette realizzato completamente, burattini compresi, grazie ad oggetti di recupero. Come prima cosa vi servirà un vecchio lenzuolo sopra al quale disegnare un quadrato da ritagliare, l’apertura che si verrà a creare sarà il palcoscenico. Con la stoffa avanzata, chi è più esperto nel taglio e cucito, può anche fare delle tendine da aprire e chiudere ad inizio e fine spettacolo. 

Ora cucite una piega nell’estremità alta del lenzuolo dove far passare il bastone di una vecchia scopa che vi aiuterà a sostenere il teatrino. Basterà appoggiare le estremità del bastone su due sedie o su due chiodi fissati al muro vicino allo stipite della porta (così non si noteranno) magari proprio della cameretta dei bambini. Il teatrino è pronto e per personaggi?  

Semplice potreste utilizzare dei vecchi calzini, come occhi dei bottini, bocca e naso dipinti e i capelli? Vi consigliamo di riutilizzate la lana del vostro vecchio maglione rovinato, che non indossate più da tempo. Ora dovete solo dare spazio alla fantasia e inventare una bella storia. 

Dove lo getto? 

Ultimo ma non meno divertente e a costo zero è il gioco per imparare l’arte della raccolta differenziata. Scopo è scoprire in quale bidone conferire correttamente un rifiuto. Cosa serve? Sarà sufficiente ritrovare in casa il libricino delle regole della raccolta differenziata vigenti nel vostro comune o scaricare sul vostro cellulare la app Junker grazie alla quale, semplicemente inquadrando il codice a barre del prodotto oppure inserendo il nome dell’oggetto che si vuole gettare, potrete scoprire se la risposta data è corretta o meno. Vincerà chi avrà dato più risposte esatte, il premio? Dell’ottimo tempo da passare in faglia imparando a rispettare la natura. 

Questi sono solo alcuni dei tantissimi esempi di giochi che si possono fare in casa riutilizzando ciò che spesso abbiamo, addirittura elementi che per noi possono essere pronti per la pattumiera (speriamo almeno differenziata). Ma di eco gadget e idee se ne possono inventare infinite come la creatività e la voglia di sperimentare qualcosa di nuovo. Vi basterà aprire cassetti che rimangono spesso chiusi, armadietti, soffitte o garage per fare a gara in famiglia a chi avrà l'idea più divertente e giocare, giocare, giocare!

Riproduzione riservata