igienizzare la lavastoviglie

Trucchi green per pulire e igienizzare la lavastoviglie

  • 29 10 2015

Piccoli trucchi domestici e pochi ingredienti naturali per pulire e igienizzare la lavastoviglie

Come pulire e igienizzare la lavastoviglie con i rimedi naturali

Per un funzionamento ottimale della lavastoviglie è importante pulire periodicamente l'elettrodomestico. In questo modo aumenterai la durata della sua vita, evitando odori sgradevoli.

Gli ingredienti naturali sono efficaci e possono costituire un aiuto prezioso nelle pulizie ecologiche, anche per pulire e igienizzare la lavastoviglie.

Per creare un detergente fai da te stempera il bicarbonato con qualche goccia d'acqua: un vecchio spazzolino da denti ti aiuterà a spalmare la pasta su superfici e stoffe da smacchiare. In alternativa, per uno spray igienizzante aggiungi qualche cucchiaio di aceto in una dose di acqua calda e, a piacere, versa qualche goccia di un olio essenziale dal potere antibatterico e disinfettante, quale lavanda, eucalipto o tea tree, disinfettante, fungicida, antibatterico e dal fresco profumo di pulito.

Tutte le dritte per usare la lavastoviglie in modo sostenibile

VEDI ANCHE

Tutte le dritte per usare la lavastoviglie in modo sostenibile

L'uso corretto degli elettrodomestici di casa e la loro pulizia periodica possono farli durare più a lungo e in modo più efficace: ogni giorno mantieni pulite le superfici, perché una buona manutenzione dell'elettrodomestico assicura anche un notevole risparmio energetico. Ecco tutti i nostri consigli!

Elimina polvere e residui

Togliere la polvere o eventuali residui aiuta la corretta areazione: puoi utilizzare uno straccio imbevuto di acqua e aceto bianco, in modo da rimuovere macchie e sporcizia, che tendono ad accumularsi nelle parti meno in vista.

Rimuovi e pulisci il filtro

Il gruppo filtrante in genere prevede due filtri: il filtro centrale e il microfiltro. Entrambi possono essere rimossi con un semplice movimento rotatorio per poi sollevarli verso l'alto. Puoi verificare la procedura corretta per il tuo modello di lavastoviglie consultando il libretto delle istruzioni. Tieni a portata di mano spugna, aceto e uno spazzolino vecchio, utile per rimuovere tracce e residui.

La prima cosa da fare per aiutare il buon funzionamento della lavastoviglie è ricordarsi di lavare sempre il filtro, perché i resti di cibo possono ostruire i fori creando marcescenze dall'odore poco gradevole. Aziona un risciacquo a vuoto: gli ingredienti naturali come l'aceto e il bicarbonato ti permetteranno di pulire tenendo lontano i cattivi odori.

Ecco come fare:

Togli il cestello e smonta il filtro. È essenziale lavare accuratamente il filtro ogni settimana perché a lungo andare i residui di cibo possono ostacolare il passaggio dell'acqua e aiutare la formazione di cattivi odori. Usa un vecchio spazzolino da denti e risciacqua il filtro sotto il getto d'acqua corrente. Infine, inserisci di nuovo al suo posto il filtro e ricorda di controllare il sale. Il sale grosso da cucina consente di risparmiare e, secondo le analisi di laboratorio, è efficace quanto i prodotti specifici.

Effettua un lavaggio a vuoto

Il lavaggio a vuoto è consigliato una volta al mese. Scegli il programma con la temperatura più alta e aggiungi aceto di vino, dal potere sgrassante e in grado di assorbire gli odori.

In alternativa, puoi impiegare il bicarbonato, utile per deodorare e combattere l'unto. Con una spugna imbevuta di acqua e aceto pulisci le guarnizioni, dove spesso si annida lo sporco, con la conseguente, antipatica puzza di marcio.

Pulisci periodicamente

Per combattere il calcare e avere una profumazione gradevole aggiungi mezzo limone nel cestello: ricordati di rimuovere i semi.

Ricorda che prima di inserire i piatti nella lavastoviglie, le stoviglie dovrebbero essere risciacquate o pulite con un pezzo di carta in modo da evitare la caduta di resti di cibo.

Riproduzione riservata