donna casa piante autunno

Piante in autunno: come prepararle per le stagioni fredde

SOS piante: con l'arrivo dell'autunno avranno bisogno di molta cura. Sarà necessario fare il trasporto fuori-dentro e preparare l'ambiente domestico. Segui i nostri consigli

Con l'arrivo dell'autunno molte piante che fino a poco fa gongolavano sotto il sole di settembre si trovano adesso rattrappite e infelici di fronte ai venti autunnali e le giornate di pioggia. Bisogna correre ai ripari! Ecco una semplice guida step by step su tutti gli accorgimenti da fare prima di ritrovarsi con un balcone malconcio e sulla via della morte botanica.

Studia le piante per capire come si sentono

Sembra una frase alla Osho, una di quelle cose da guru del pollice verde e sciamani con il pallino per "la vita nella natura" ma in realtà c'è un fondo di verità in questa filosofia. Le piante riconoscono bene primavera e autunno, danno chiari segnali dell'arrivo di entrambe. In questo caso, in autunno, sarà possibile non solo vedere le foglie ingiallire e appassire, ma proprio la pianta sembrerà più stanca, più floscia e demotivata. Abbandonati i pallidi soli settembrini, le piante da balcone tirano un lungo sospiro e si abbandonano un po', diciamo che si lasciano andare.

Per questo è necessaria la tua attenzione: quali di queste vanno portate dentro? E' necessario potarle prima di metterle in un luogo al chiuso? Quali piante sono da esterno e resistono anche alle temperature più dure e quali invece soffrirebbero troppo la mancanza di sole e di caldo? Sono tutti accorgimenti che sarà necessario fare in vista dell'autunno più freddo, perchè le tue piante possano tornare a germogliare e fiorire i la prossima primavera!

Prepara i vasi e le protezioni

Che si tratti di piante vere e proprie o di semplici vasi di fiori poco importa. Il vaso ha bisogno di un rinforzo ulteriore se si decide di portare la pianta dentro casa, ma soprattutto se può essere lasciata fuori (però con un aiuto).

Intanto, rinvasate la piante o i fiori in un vaso poco più grande: lo spazio ottenuto può essere colmato da altro terriccio ma anche da paglia e pagliericcio, ovatta e batuffoli di cotone. Questo procedimento è molto delicato ma anche estremamente utile per tenere le radici al caldo e lasciare che la pianta si goda la sua stasi invernale senza prendere colpi di freddo o eccessivi sbalzi di temperatura.

Riponi la pianta in un luogo protetto

Anche se non sembra, le piante soffrono molto il cambiamento. Lo shock dell'inverno è già abbastanza, se poi viene pure inserita in un contesto in cui non si trova bene, è la fine. Per fortuna, però, sono molto tolleranti. Hanno solo bisogno di un po' di attenzione!

Quindi non riporle vicino ad eccessive fonti di calore, non lasciarle in un angoletto in disparte senza luce, non dimenticarti di bagnarla quando necessario e, soprattutto, ogni tanto controlla come sta!

Riproduzione riservata