rinfrescare la casa

Come rinfrescare la casa senza inquinare troppo l’ambiente

Rinfrescare la casa senza aria condizionata e rispettando l'ambiente è possibile, ecco come farlo in modo semplice ed efficace

Rinfrescare la casa in estate

Complice il caldo incessante delle ultime settimane (e che sembra non ci lascerà ancora per molto tempo), la necessità di rinfrescare la casa si fa sempre più pressante, soprattutto per chi trascorre molto tempo all’interno della propria abitazione. Come?

Grazie a piccoli stratagemmi al di là della classica aria condizionata che permettano di rendere la casa più vivibile e fresca. Il tutto in modo semplice, naturale e senza inquinare l’ambiente circostante. Facendo del bene a voi ma anche al nostro Pianeta. Ma è davvero possibile farlo? Ed esistono davvero dei rimedi anti calura efficaci ma che non impattino sull’ambiente? La risposta è sì e noi ve ne elenchiamo qualcuno.

Spegnete le luci

Ovviamente non vi si chiede di girare per casa a notte fonda rischiando di andare contro mobili o porte. Ma semplicemente di evitare di tenere la luce accesa quando questa non serve. Per esempio quando si vede ancora bene con la luce diurna o serale e quando ci si sposta da una stanza all’altra (banalmente lasciando accesa la luce del corridoio). Il motivo?

Le luci, così come gli strumenti elettronici lasciati in stand by (computer, televisioni, ecc.) ma anche gli elettrodomestici, producono calore. Aumentando la temperatura complessiva fino anche a 2-3 gradi. Tantissimo se si è già in difficoltà a causa del troppo calore.  E questo non farà altro che peggiorare la situazione. Per rinfrescare la casa, quindi, spegnete tutto ciò che non usate. Un valido rimedio per mantenere più bassa la temperatura di casa ma anche per ridurre l’importo della vostra bolletta che gioverà di questa scelta.

Rinfrescare la casa dalla cucina

Altro modo per rinfrescare la casa o almeno per evitare che si scaldi ulteriormente, è quello di limitare l’utilizzo di forni o fornelli quando possibile. O magari evitando  di farlo nelle ore più calde, come per esempio il mezzogiorno.

Molto meglio l’uso del microonde se lo scopo è rinfrescare la casa. Così come, invece, potete optare per la preparazione di pasti freddi, come del bel melone, una caprese o delle sostanziose e salutari insalatone, ricche di sali minerali e vitamine utilissime per combattere il caldo e mantenere il corpo in salute e pieno di energia.

7 strategie di benessere per affrontare il caldo

VEDI ANCHE

7 strategie di benessere per affrontare il caldo

Chiudere le finestre

Vi sembrerà un controsenso ma uno dei modi migliori (e più efficaci) per rinfrescare la casa, è quello di chiudere le finestre. O meglio di farlo nel modo e nel momento giusto. Per esempio partendo da quelle esposte al sole ma, meglio specificarlo, non solo quelle. E soprattutto nelle ore più calde o nel momento in cui ricevono sole diretto.  

Lasciandole, invece, ben aperte nelle ore notturne e nelle primissime ore del mattino. In più è bene collocare delle piante sulle finestre e, se l’avete, anche sul balcone. Poiché queste sono in grado di assorbire il calore generato dai raggi solari, schermando l’interno della vostra casa. Oltre poi a garantirvi una buona dose di ombra. Sempre ben accetta durante l’estate e con le alte temperature.

Stare al fresco con il condizionatore senza sprechi? Ecco come fare

VEDI ANCHE

Stare al fresco con il condizionatore senza sprechi? Ecco come fare

Rinfrescare la casa sfruttando le correnti

Altro modo molto semplice ma super efficace per rinfrescare la casa e che si collega all’apertura o chiusura delle finestre, poi, è quello di sfruttare le correnti. Come? Per esempio aprendo tutte le finestre durante  la notte (e la casa ha finestre su tutti i lati) in modo che l’aria possa girare grazie alle correnti che si creeranno dai diversi lati della casa. Agendo come una sorta di aria condizionata 100% naturale.

Se, invece, la vostra abitazione presenta un solo lato finestrato, allora si può utilizzare un ventilatore, posizionandolo in modo strategico e permettendogli di muovere l’aria dall’interno all’esterno.

Perché alcune persone soffrono di più il caldo?

VEDI ANCHE

Perché alcune persone soffrono di più il caldo?

Progettare un tetto verde

Ovviamente non a tutti è possibile pensare a questa soluzione per rinfrescare la casa, né tanto meno realizzarla. Ma nel caso ne aveste l’opportunità è bene farlo. A cosa ci riferiamo? Alla realizzazione di un tetto verde. Per essere più chiari, con tetto verde, si intende una sorta di manto di vegetazione da posizionare sul tetto, ma anche sul terrazzo o sulle pareti esterne della casa. Ovviamente facendosi seguire da progettisti esperti in questo genere di soluzioni.

Risparmi fino a 200 kWh con il cappotto verde sulla facciata

VEDI ANCHE

Risparmi fino a 200 kWh con il cappotto verde sulla facciata

In più, se avete un giardino o un angolo verde, ricordatevi sempre che la natura se trattata con rispetto e una nostra grande alleata. Ecco perché  è importante pensare bene a quali piante avere nel proprio spazio verde. Posizionandole strategicamente, soprattutto nelle parti esposte ad est e in modo che vi facciano più ombra possibile. 

Piccoli stratagemmi e rimedi naturali per ridurre il calore nelle proprie case senza impattare l’ambiente. Ma sfruttando la natura a proprio favore nel rispetto della stessa. Garantendo un’aria più fresca e salubre sia dentro casa che fuori.

Stare al fresco con il condizionatore senza sprechi? Ecco come fare

VEDI ANCHE

Stare al fresco con il condizionatore senza sprechi? Ecco come fare

SOS caldo estivo in città: 9 strategie anti afa efficaci

VEDI ANCHE

SOS caldo estivo in città: 9 strategie anti afa efficaci

Riproduzione riservata