Hai voglia di decorare e rinnovare casa? Punta sulla natura: grazie a un angolo da dedicare alla cur

Hai voglia di decorare e rinnovare casa? Punta sulla natura: grazie a un angolo da dedicare alla cura della piante purifichi l'ambiente e porti gentilezza fra le pareti di casa. Per realizzare un terrario ti basta uno spazio piccolo piccolo insieme a una selezione di piante scelte con cura. Felci e piante grasse possono costituire una scelta strategica perché sono resistenti e facili da gestire. Per costruire un terrario procurati un vaso o un contenitore in vetro, terriccio, rocce e sassolini, muschio e materiali come sassi colorati o conchiglie. Ecco come procedere: scopri le dritte per trasformare la casa in un nido verde.

Giardinaggio da appartamento: come fare un terrario

Pollice verde fra le pareti di casa per un buon giorno all'insegna della natura

I trucchi per avere una casa più verde sono tanti. Sfrutta un angolo libero o il davanzale per creare uno spazio da dedicare all'orto. Il centrotavola diventa un piccolo giardino fiorito dove posizionare piante aromatiche e fiori, che trasformeranno la cucina grazie al profumo intenso della natura.

Le felci prediligono terreni umidi e possono essere piantate nei vasi con un coperchio, mentre per l

Le felci prediligono terreni umidi e possono essere piantate nei vasi con un coperchio, mentre per le piante grasse è adatto un ambiente asciutto, avvolto dalla luce. Per la preparazione del terrario è possibile scegliere un contenitore in vetro, per esempio ampio e a parallelepipedo, oppure da appendere. Mancando i fori di drenaggio le piante devono essere annaffiate con moderazione, in modo da evitare ristagni.

Per iniziare la costruzione del terrario è opportuno creare tre strati di terriccio all'interno del

Per iniziare la costruzione del terrario è opportuno creare tre strati di terriccio all'interno del contenitore scelto, ecco come fare. Come supporto puoi inserire alla base del vaso un primo strato di ciottoli e sassolini, che dovranno ricoprire il fondo per uno-due centimetri almeno. Il secondo strato solitamente è composto da carbone attivo, ideale per mantenere vitale la tua composizione allontanando il rischio di muffe e funghi. Infine, aggiungi un terriccio drenante: la sua composizione varierà a seconda delle piante scelte e dovrà occupare un quarto del contenitore.

Aiutandoti con una paletta crea un buco, dove inserirai le piantine. A seconda della grandezza del c

Aiutandoti con una paletta crea un buco, dove inserirai le piantine. A seconda della grandezza del contenitore potrai selezionare quattro-cinque piantine in modo da creare un piccolo giardino da posizionare in un angolo di casa oppure al centro del tavolo, in salotto: diventerà una composizione viva e dinamica in grado di portare fra le pareti di casa l'allegria vitale della natura. Lanterne in vetro, campane o acquari sono contenitori ideali da trasformare in terrario, tuttavia a seconda della casa in cui abiti sarà necessario valutare attentamente la quantità di luce e la temperatura, così da scegliere le piante più adatte e trovare una posizione che consenta loro di crescere al meglio. Ora non ti resta che passare alle decorazioni.

Nello strato fra sassi e terriccio il muschio è utile perché aiuta a assorbire l'umidità in ecces

Nello strato fra sassi e terriccio il muschio è utile perché aiuta a assorbire l'umidità in eccesso, senza contare l'effetto scenografico. Per il corretto drenaggio dell'acqua è possibile posizionare  uno strato di argilla espansa sotto il carbone vegetale. All'interno del terrario aggiungi piccole conchiglie e sassi da dipingere. I bambini potranno divertirsi a posizionare soldatini o figurine modellate con la plastilina e la creta, dando vita a una piccola installazione d'arte e giardinaggio fra le pareti domestiche. Ricorda di annaffiare periodicamente le piante e lasciarle esposte all'aria aperta.

Riproduzione riservata