astinenza sessuale

Astinenza sessuale: ecco cosa provoca nel corpo e nella mente

Una vita sessuale attiva e sana fa bene alla salute psicofisica. E se si smette? Quali sono le conseguenze fisiche ed emotive di una prolungata astinenza sessuale? Leggiamo cosa avviene a mente e corpo

Astinenza sessuale: gli effetti sul corpo e sulla mente

Che il sesso faccia bene è stato ampiamente appurato: la condizione di benessere dovuta all'attività sessuale deriva dal rilascio di sostanze quali l'ossitocina, la dopamina e la serotonina scatenate da abbracci, baci e raggiungimento di orgasmi. Per questo motivo bisognerebbe ridurre al minimo l'astinenza.

L'astinenza sessuale può avere origini e motivazioni tra loro molto diverse: può essere una forma di astinenza "forzata", ovvero non volontaria ma semplicemente capitata, oppure si può trattare di un'astinenza sessuale voluta e cercata. Quest'ultima si rivela una scelta piuttosto frequente tra le donne adulte che si sono stancate del sesso mordi e fuggi ma che non sono ancora riuscite a trovare un valido partner per una relazione che non sia solo l'incontro di una notte.

Sono proprio le donne, secondo recenti studi, la categoria di persone adulte che può restare più a lungo senza fare sesso. A confermarlo è anche uno studio pubblicato sul tedesco Bild e condotto su un campione di 1.000 donne di età compresa tra i 29 e i 39 anni. Le donne del campione analizzato stavano vivendo un periodo di astinenza sessuale.

Ebbene, di queste donne, ben la metà è rimasta un anno intero senza mai fare sesso e poco più della metà (il 58%) ha dichiarato di poter fare assolutamente a meno dei rapporti sessuali.

Ma, studio a parte, le conseguenze dell'astinenza sessuale possono essere anche molto serie sia per la donna, sia per l'uomo.

Le conseguenze dell'astinenza sessuale 

Da un punto vista psicologico, l'astinenza sessuale può portare irrequietezza, una sensazione spesso non facilmente riconoscibile nelle sue cause scatenanti. Ma c'è di più, l'astinenza sessuale prolungata può provocare un vero e proprio stress specifico, lo "stress da astinenza"

La pratica sessuale aiuta la coppia a superare momenti difficili e ha un effetto antidepressivo e ansiolitico.

Dal punto di vista fisico, l'astinenza femminile può portare a una minor lubrificazione vaginale e a una minor propensione a fare sesso. Insomma, fare l'amore porta a fare l'amore e l'astinenza può trasformarsi, invece, in una condizione di stasi che si autoalimenta.

Gli uomini, che secondo diversi studi, tendono a pensare al sesso molto frequentemente, riuscirebbero a restare molto meno a lungo senza sesso.

Le conseguenze dell'astinenza sessuale, dal punto di vista maschile, non sono tanto diverse da quelle femminili: maggiore stress, aumentato rischio di disfunzione erettile, riduzione progressiva della libido.

Altre conseguenze fisiche dovute all'astinenza sessuale sono emerse da studi scientifici sull'argomento. Eccone alcune: 

  • Il sesso è un ottimo modo per allenare il pavimento pelvico, quindi un'astinenza porterebbe ad un indebolimento del controllo della vescica;
  • Il sesso contribuisce ad aumentare le difese immunitarie, praticarlo spesso aiuterebbe il nostro organismo a creare anticorpi. Un'astinenza porterebbe ad ammalarsi più spesso;
  • Il sesso è un buon esercizio fisico. Astenersi potrebbe portare ad un innalzamento della pressione sanguigna, per chi ne è a rischio;
  • Astenersi a lungo dal sesso porterebbe ad un indebolimento della memoria;
  • L'astinenza produce una diminuzione della libido e quindi porterebbe a rapporti dolorosi in seguito;
  • Durante l'attività sessuale viene rilasciato un ormone legato al sonno: astenersi dal sesso potrebbe portare a difficoltà nell'addormentamento.

L'astinenza sessuale, infine, può essere anche una reazione a una condizione diametralmente opposta ma non meno pericolosa nelle conseguenze, ovvero: la bulimia sessuale. Su questo tema, sono stati pubblicati anche numerosi libri. Sono davvero molte, infatti, le storie di donne che si sono liberate dalla morsa del continuo bisogno di fare sesso (ricorrendo anche a un rischioso sesso "fast food") e hanno avuto bisogno di vivere un periodo di astinenza quasi ascetica per poter tornare a relazionarsi in modo sano con la propria vita sessuale.

Riproduzione riservata