Sei sicura di sapere proprio tutto sul clitoride e, soprattutto, che quello che sai corrisponda a verità? Qui ti sveliamo 5 luoghi piuttosto comuni su questa parte del corpo così preziosa per il piacere sessuale di noi donne

Piacere femminile: 5 falsi miti sul clitoride

Quando si parla di sesso, a volte prevalgono ancora i luoghi comuni e la disinformazione, e il clitoride è uno di quei topic in cui i falsi miti imperversano.

Sarà per imbarazzo o per pudore, ma molti si dimostrano ancora piuttosto rigidi verso alcuni argomenti della sessualità. Così capita che per informarsi si vada alla ricerca di risposte nei forum online, nella pornografia o ci si basi sul buon vecchio passaparola. Il risultato? Nascono una serie di falsi miti che si tramandano pur non avendo alcun fondamento scientifico. Il clitoride è sicuramente uno dei temi che riguardano il sesso che ancora genera parecchia confusione.

Scopriamo qui 5 tra i più comuni falsi miti su questa parte del nostro corpo capace di regalarci momenti di intenso piacere se correttamente stimolata e di appagare

5 posizioni per stimolare l’orgasmo clitorideo

VEDI ANCHE

5 posizioni per stimolare l’orgasmo clitorideo

Il clitoride non ha solo la funzione del piacere?

Falso. Il clitoride serve soltanto ed esclusivamente per godere e non è dotato di nessuna altra funzione. Anche se la parte visibile è piccola e necessita di abbondanti preliminari per raggiungere lo stato di eccitazione, il clitoride ha ben 8000 terminazioni nervose, ecco perchè l'orgasmo clitorideo può essere davvero molto intenso.

È proprio per questo motivo che in alcune culture particolarmente repressive si pratica la totale asportazione di questa parte del corpo.

Tutte le posizioni sono uguali per stimolare il clitoride?

Falso. Ci sono diversi modi per stimolare in modo più intenso e diretto il clitoride, attraverso lo sfregamento, le carezze, i movimenti pubici circolari e alcune posizioni sessuali specifiche.

In particolare, quando la donna è sopra riesce a condurre il gioco, imponendo pressione e velocità a seconda dei suoi bisogni e indirizzando i movimenti proprio in direzione del clitoride.

Il clitoride è anche detto punto G?

Falso. Si tratta di due cose diverse. Il piacere provocato dal punto G non è uguale a quello del clitoride. Si dice che il primo sia più intenso e diffuso, mentre il secondo più concentrato ed esplosivo.

In ogni caso, il punto G (la cui definizione scientifica è in realtà vaga e soggetto di smentite) può essere collocato subito dietro l’ingresso della vagina e quindi il piacere provocato dalla sua stimolazione potrebbe essere confuso con quello clitorideo.

La stimolazione del clitoride provoca lo squirting?

Falso. Lo squirting è una sorta di eiaculazione femminile e consiste nella abbondante produzione di un liquido in concomitanza di un orgasmo particolarmente intenso. Si tratta però di un fenomeno che- seppur molto mitizzato in particolar modo dalla pornografia - è tutt'altro che frequente, e sembra che interessi una percentuale decisamente limitata di donne. Per questo non è il caso di aspettarsi uno squirting semplicemente in seguito alla stimolazione del clitoride.

Per favorire l'orgasmo è importante che la donna sia attiva nella ricerca del suo piacere. Prendi spunto da questo articolo Sessualità femminile: come viverla al meglio con il kamasutra

Riproduzione riservata