Masturbazione femminile: 7 verità nascoste

È un modo per conoscere se stesse e il proprio corpo, capire cosa piace per vivere una sessualità più completa con il partner. Sei proprio sicura di sapere tutto? Ecco sette curiosità sulla masturbazione

Masturbazione femminile: curiosità e cose che non sai

Nonostante i progressi culturali e sociali, per alcuni la masturbazione resta ancora un argomento decisamente 'rischioso'. L’autoerotismo è una pratica intima, di cui in molti, sia uomini che donne, hanno difficoltà a parlare. Resta un tabù e sull'argomento si sono tramandati per generazioni leggende e falsi miti tanto da spingere alcune persone (soprattutto le donne) addirittura a credere che la masturbazione non sia una pratica sana.

Ti sembra assurdo? 

Ecco alcune curiosità (vere) sulla masturbazione che, forse, nessuno ti ha mai detto.

E' bene farlo ogni volta che si ha voglia

Uno studio condotto nel 2002 ha messo nero su bianco come circa il 44% delle donne abbia ammesso di masturbarsi ogni mese con una percentuale di 4/5 volte ogni 30 giorni. C'è da precisare che non c'è una frequenza giusta o sbagliata per la masturbazione.

Aiuta con i dolori mestruali

La masturbazione è in grado di sedare i crampi mestruali. Il motivo è abbastanza semplice: l'orgasmo scatena nel nostro cervello un'ondata di endorfine, che alzano la soglia del dolore facendoci così soffrire di meno.

L'orgasmo dura di più

L'orgasmo derivato dalla masturbazione è diverso da quello che si prova con un rapporto sessuale (e forse te ne sei già accorta). L’orgasmo di una donna con il partner infatti dura di media tra i 12 e i 15 secondi, quello ottenuto con l'autoerotismo invece dura circa 20 secondi.

La masturbazione attiva diverse aree del cervello

I ricercatori della Rutgers University di Newark (Usa), che hanno sottoposto a risonanza magnetica il cranio di nove donne durante la masturbazione, hanno scoperto che nel percorso che porta all’orgasmo con l'autoerotismo si attivano addirittura 30 aree del cervello, comprese quelle di tatto, memoria e persino dolore (6 in più che con il consueto rapporto sessuale).

E' una pratica molto antica

A quanto pare anche le donne primitive si dedicavano ai piaceri solitari: nel 2005, nella caverna di Hohle Fels in Germania è stato trovato un fallo di pietra levigata di 28 mila anni fa: il primo dildo della storia?

Le donne la scoprono più tardi rispetto agli uomini

Tutte le statistiche dicono che le donne scoprono l’autoerotismo più tardi rispetto agli uomini e questo avviene perché i genitali femminili sono più difficili da esplorare di quelli maschili in quanto interni.

Fu considerata nella storia un grave peccato 

San Tommaso d’Aquino nel XIII secolo annoverò la masturbazione tra i peccati gravi contro natura (l'uso deliberato della facoltà sessuale al di fuori dei rapporti coniugali normali contraddice essenzialmente la sua finalità). Ma l’ammonimento evidentemente non diede i frutti sperati.

Scopri perché masturbarsi fa bene alla salute: tutti i benefici dell'autoerotismo

Riproduzione riservata