Il galateo del Cunnilingus: tutto quello che c’è da sapere

Cos'è e come funziona il sesso orale per lei? Perché per qualcuna è ancora un tabù e come mai non a tutte piacciono carezze e preliminari più intimi? Ecco svelati alcuni misteri di questa pratica seduttiva

Il cunnilingus

Parliamo di cunnilingus, vale a dire il il corrispettivo del sesso orale o fellatio praticato sulla donna. Chi lo fa bene merita una menzione speciale nei ricordi di una donna. Sì, perché anche se non lo ammetteremmo mai, neanche sotto tortura, noi donne siamo disposte a bypassare sul fatto che un uomo non abbia delle misure memorabili, ma non su un cunnilingus fatto male.

Avete capito bene. Se esistono donne cui l'idea di ricevere del sesso orale non fa impazzire per questioni psicologiche, un leggero imbarazzo, tabù sociali o problemi igienici, le statistiche dimostrano invece che almeno il 60% degli uomini pratica volentieri il cunnilingus. Con grande piacere delle proprie compagne.

Non esitate quindi a chiedere al partner un 'nuovo' gesto d'amore eccitante: basta qualche bacio, leggeri sfioramenti, qualche dolce morso e una suzione leggera ed efficace. Naturalmente il punto più sensibile è il glande del clitoride, un interruttore magico che si trova nella parte anteriore del sesso femminile, nascosto tra le pieghe delle labbra e che riesce a regalare infiniti orgasmi.

Cos'è il cunnilingus?

Nella vita sessuale, il sesso orale è uno degli step più importanti e piacevoli, che stimola l'eccitazione e la lubrificazione: il cunnilingus che pratica il partner quando 'scende' a leccare e sfiorare il sesso femminile con lingua e labbra, eseguendo anche una parziale penetrazione linguale, è uno dei preliminari più amati. Sia dagli uomini che dalle donne.

Come funziona il cunnilingus?

La prima regola è quella di non avere fretta: se state pensando alla prossima 'sveltina' nei bagni dell'ufficio o della palestra, questa tecnica non fa per voi. O almeno, non per quel momento specifico. Sì, perché una donna ne trae il massimo piacere solo se l'uomo comincia con calma ad 'esplorare' la zona interessata, per farle crescere il desiderio.

Dopodiché, può 'avanzare' a leggere suzioni e colpi di lingua sempre più veloci e intensi, ma sempre con un certo controllo e pronto a variare i ritmi perché la noia non è certo così intrigante. Se fatta con dedizione per lui, questa tecnica permette alla donna un orgasmo indescrivibile, perché può lasciarsi andare e concentrarsi esclusivamente sulle sue sensazioni.

Come fare bene il cunnilingus

Premessa: ogni donna è diversa, a ogni donna possono piacere cose diverse. Per questo la prima regola per fare bene il cunnilingus è chiedere alla partner quali sono le sue preferenze. E man mano che si procede ricordare sempre di mantenere vivi scambio e compartecipazione: sintonizzarsi sulle reazioni della partner e muoversi di conseguenza.

Detto questo, ecco qualche consiglio che può valere in generale:

  1. Non si deve andare dritti al clitoride anche se la tentazione può essere forte: è una parte decisamente sensibile ed è probabile che se stimolata subito e troppo forte dia più fastidio che piacere.
  2. Come già detto, occorre prendere il tempo necessario (tanto non ci sono premi in palio): la lentezza è amica del piacere
  3.   Può essere utile variare ritmo perché nel sesso non c'è niente di peggio che la monotonia.
  4. Barba, baffi e pizzetto nel cunnilingus aiutano parecchio: soprattutto quelli posizionati nella zona del mento diventano alleati regalando un piacevolissimo solletico che aiuta a raggiungere l'orgasmo.
  5. Uno dei consigli più importanti è quello di non soffiare perché non è divertente e neanche così tanto intelligente se si pensa al risultato. Via libera quindi a sussurri dolci ma è vietato prendere boccate d'aria a tradimento.
  6. Non dimenticate di avere a disposizione due mani e dieci dita, anche con la bocca occupata: è bello sentire la fessura principale stimolata dalle dita mentre la lingua solletica il clitoride. E quando la coppia diventa più esperta in materia, si possono perfino aggiungere sex toys come dildo o vibratori per un orgasmo intenso, ma più divertente.

Cunnilingus, igiene e malattie

Naturalmente l'igiene è imprescindibile da questa tecnica (infatti la maggior parte dei rifiuti arrivano proprio per questo problema): se avete dei dubbi fatevi una bella doccia prima di passare al cunnilingus. Un po' di sudore e le piccole perdite sono naturali e generalmente non hanno un odore sgradevole, a meno che non vi siano in corso infezioni.

Per quanto riguarda invece le malattie sessualmente trasmissibili, essendoci contatto tra mucose il cunnilingus può esporre al rischio di trasmissione.

Per questo se il partner non è quello stabile e non si ha certezza dello stato di salute è opportuno proteggersi, esattamente come per tutte le altre pratiche sessuali. In particolare per quanto riguarda il cunnilingus i medici raccomandano l'uso dell'oral dam o dental dam: si tratta di una sorta di pellicola molto sottile da stendere sui genitali prima di praticare il sesso orale.

In caso di herpes (sia orale che genitale) è consigliabile astenersi dal sesso orale.

Sei in cerca di altre idee da mettere in pratica sotto le lenzuola? Leggi la nostra guida ai giochi erotici.

Domande e risposte
Come fare il cunnilingus?
Il cunnilingus consiste nella stimolazione dei genitali femminili tramite la bocca, consiste quindi nel baciare, succhiare e leccare le parti intime. Le tecniche specifiche possono essere diverse e quelle che stimolano maggiore piacere sono estremamente soggettive.
Cossa significa cunnilingus?
La parola cunnilingus (ma si può dire anche cunnilingio) deriva dal latino, e precisamente dalla crasi delle due parole cunnus - che significa "vulva" -  e lingere - che significa "leccare".
Riproduzione riservata