Orgasmo: 10 consigli per godere con tutto il corpo

Orgasmo significa felicità? Sì, se si scopre il proprio, con i tempi giusti e, soprattutto, con la dovuta leggerezza. È come un'avventura, le sorprese (positive) sono sempre in agguato

Orgasmo: 10 consigli per godere

L'orgasmo è sempre meno un mito e sempre più un obiettivo concreto per le donne. La possibilità di vivere una sessualità davvero appagante è legata a molteplici fattori, tra cui la conoscenza del proprio corpo e dei propri desideri (anche spirituali). Infatti, il piacere non si limita alla zona genitale ma coinvolge ogni parte del corpo. Testa compresa.

L'orgasmo è da sempre fonte di discussioni, dibattiti e dubbi. Pare, infatti, che siano ancora molte le donne a fingere di provare piacere (in modo più o meno credibile) ma, al contempo, è altrettanto elevato il numero di donne che desidera approfondire la conoscenza di sé e del proprio corpo.

Il fine è quello di vivere una sessualità davvero appagante, al di là del momento dell'orgasmo vero e proprio.

I benefici del piacere sessuale

Certo è che la scienza ha dimostrato quanto il piacere sessuale influisca (positivamente) su tutte le altre sfere della vita. La creatività viene stimolata e persino la salute ne riceve grandi benefici:

  • il sistema immunitario si rinforza,
  • l'umore migliora,
  • l'ansia si stempera,
  • si dorme meglio,
  • si dimagrisce,
  • si abbassano addirittura i livelli di colesterolo cattivo nel sangue.

Ecco delle dritte per raggiungere l'orgasmo e godere con tutto il corpo: 

Per un sesso al top serve l'autostima giusta

È importante premettere che l'orgasmo non è disconnesso dal benessere mentale. Ciò significa che, se non si sta bene con se stesse, non è possibile arrivare al piacere più appagante.

Volersi bene va oltre l'aspetto fisico e parte dal raggiungimento di obiettivi di vario tipo (lavoro, famiglia, passioni).

Le donne che hanno una sessualità felice solitamente sono proprio quelle che sanno "lasciarsi andare" nella vita, sia ai sogni sia (soprattutto) all'imprevisto e ai cambiamenti.

Vedersi con occhi diversi è possibile se si resta fedeli alla propria personalità e ai propri desideri, senza scendere a troppi compromessi sia sul piano sociale, sia dal punto di vista prettamente interiore.

La masturbazione, alleata dell'orgasmo

Si parla tanto di punto G e di posizioni sessuali ma si tende a nascondere un aspetto fondamentale nel raggiungimento del piacere. Ovvero, l'autoerotismo.

Masturbarsi è un passaggio fondamentale per conoscersi a fondo e scoprire ciò che fa stare bene, nonché le proprie zone erogene (dall'ombelico al seno passando per le dita delle mani...).

La masturbazione non è una "pratica" riferita esclusivamente all'età adolescenziale, anzi. L'autoerotismo è un alleato del benessere e dell'orgasmo in ogni età della vita, proprio perché con gli anni cambiano anche le aree del piacere e si possono scoprire lati di sé davvero inaspettati e sessualmente interessanti.

La felicità porta al piacere, anche sessuale

L'orgasmo dà vita a un singolare "circolo vizioso" (o, a seconda dei punti di vista, virtuoso) con la condizione di felicità. Infatti, provare piacere stimola la produzione di endorfine (sostanze della felicità e del relax).

Ma è altresì vero che la felicità crea i presupposti ideali per raggiungere l'orgasmo, perché ci si sente energiche, appagate e, quindi, ben predisposte al piacere, alle relazioni e alle "sperimentazioni sessuali". Dunque, per avere una vita sessuale felice, bisogna ritrovare il sorriso.

E la condizione di euforia e di appagante serenità è assolutamente soggettiva. Ciascuna di noi, in fondo, sa cosa deve fare per stare bene con se stessa. Non resta che farlo...E anche il letto diventerà un tripudio di sorrisi.

La complicità è una qualità fondamentale 

Perché alcune donne raggiungono l'orgasmo all'interno di relazioni "particolari" e non con il partner abituale? Non sempre ciò accade per mancanza d'amore.

Ciò che viene a mancare, spesso, è la complicità. Si tratta di una qualità fondamentale per avere relazioni soddisfacenti, che siano esse amicali, amorose o prettamente sessuali. La complicità è un fattore complesso: in parte è puro istinto (una questione di "pancia"), in parte comporta impegno (ascolto del partner).

Sicuramente, per fare sesso in modo appagante, è necessario essere (o diventare) complici. E, purtroppo o per fortuna, tutto parte dalla "testa".

Le fantasie sessuali hanno un ruolo fondamentale

Per raggiungere l'orgasmo, sia da sole sia in coppia, la fantasia gioca un ruolo decisamente importante. E sono proprio le donne ad avere più fantasie sessuali, nonché a provare a esprimerle (verbalizzandole) al partner.

C'è chi raggiunge l'orgasmo quando pensa all'ipotesi del sesso a tre, chi invece prova piacere sentendosi dominata o dominando (mentalmente) il partner. Dunque, si può affermare che i "viaggi mentali", raccontati o meno, sono strettamente legati al raggiungimento del piacere sessuale più intenso.

Un ostacolo, in questo senso, potrebbe essere costituito dai retaggi culturali e da eventuali sensi di colpa. Tali filtri mentali andrebbero abbandonati, almeno a letto. Il talamo dovrebbe essere, infatti, un luogo "franco", libero.

La scoperta del proprio corpo, per avere orgasmi diversi

L'orgasmo non è sempre uguale. La scienza ci dimostra che ne esistono di diverse tipologie: dal piacere clitorideo a quello vaginale, legato alla penetrazione.

Non è detto, però, che chi non ha provato per anni piacere non possa, all'improvviso (magari per merito di un nuovo partner o di un rinnovato atteggiamento mentale) scoprire la felicità sessuale.

Il bello del sesso è proprio l'effetto sorpresa che può riservare. Nulla è vietato, se non appiccicarsi addosso etichette definitive (per esempio "non sono capace di avere un orgasmo").

L'aspetto ludico, per una vita sessuale felice

Le coppie che sanno giocare fuori dalla camera da letto, hanno più alte probabilità di avere una vita sessuale felice. Orgasmi femminili compresi. Il gioco è tipico della fase iniziale delle relazioni, quella legata al flirt e all'innamoramento un po' "folle".

È fisiologico che, quando subentra la parte più razionale, si possa avvertire anche un calo dell'aspetto ludico del rapporto e, dunque, un cambiamento nella sfera sessuale. Ma, niente panico: la voglia e la capacità di giocare si possono (quasi) sempre recuperare, imparando a reinnamorarsi del proprio partner e concedendosi momenti di puro divertimento insieme.

A un ballo sfrenato e apparentemente insensato, per esempio, può seguire un amplesso molto hot. Con tanto di orgasmo da urlo.

Esercizi di Kegel per allenarsi all'orgasmo

L'orgasmo è, quindi, prima di tutto un atteggiamento mentale: un sapiente mix di relax, libertà, divertimento e amore. Ma riuscire a raggiungere l'orgasmo più travolgente è anche una questione fisica.

Per dare un aiuto al piacere, si possono allenare alla perfezione i muscoli pelvici. In questo senso, si rivelano utili gli esercizi di Kegel.

Questi ultimi consistono nel contrarre e rilassare, per alcuni minuti, i muscoli pubococcigei. Nati per risolvere il problema dell'incontinenza urinaria, questi esercizi sono utili anche per allenare i muscoli all'orgasmo.

Il Coregasm, il fitness del piacere

In quanto a fitness, ogni giorno nascono mode diverse e differenti tipologie di allenamento. Obiettivi "tradizionali": dimagrire, sgonfiarsi, tonificare i muscoli, rilassarsi. E poi c'è il Coregasm. Di core abbiamo già sentito parlare: si tratta della zona addominale (muscoli centrali e obliqui) che si allena in palestra per ottenere una pancia piatta, dando forza e sostegno alla schiena. Il coregasm (core più orgasm) è il fitness del piacere.

Creato da Debby Herbenick, il Coregasm unisce quattro sport (yoga, climbing, ciclismo e corsa) e allena sia i muscoli sia la respirazione al raggiungimento dell'orgasmo. Alcune adepte del training sostengono di aver provato piacere addirittura durante l'allenamento.

Fare l'amore durante il ciclo: un piacere sorprendente

I giorni del ciclo mestruale sono, per molte donne, slegati dalla vita sessuale. Le cause di questo "blocco" sono differenti e spaziano dai condizionamenti culturali all'imbarazzo, fino ad arrivare alla reticenza del partner. Se c'è complicità e la donna si sente rilassata, però, il sesso durante il ciclo non è affatto vietato. Anzi, fare l'amore durante le mestruazioni potrebbe riservare alcune piacevoli sorprese.

Infatti, i rapporti sessuali e la masturbazione nei giorni del ciclo possono portare a un orgasmo intenso perché la vagina è maggiormente lubrificata. E, in caso di dolori mestruali, le contrazioni uterine provocate dall'orgasmo ridurrebbero addirittura i crampi legati al ciclo.

Riproduzione riservata