Branded Story
In collaborazione con

Pelle secca, grassa o impura: scegli la maschera viso adatta a te

Come scegliere la maschera viso più adatta alle tue esigenze? Prima di tutto individuando il tuo tipo di pelle! Scopri le caratteristiche della pelle secca, grassa e impura

Qual è il primo passo per ottenere una pelle bella, pulita e luminosa? Certamente determinarne la propria tipologia, così da prestare i giusti accorgimenti nella skincare ed utilizzare la maschera viso più adatta alle proprie esigenze!

Se questo rito immancabile nella beauty routine settimanale può fare la differenza, infatti, d’altro canto scegliere una maschera viso inadeguata può risultare inutile o addirittura controproducente per la nostra bellezza.

Ma come individuare la propria tipologia di pelle? Leggi le caratteristiche e scopri gli accorgimenti e le maschere viso più adatte per ognuna!  

Pelle secca                                                                                                                       

La pelle secca è caratterizzata da ruvidità e sensazione di “pelle che tira”, rossori più o meno evidenti, segni e solchi più profondi rispetto alla pelle normale. In caso di fattori stressanti come una prolungata esposizione al sole, oppure in presenza di vento, o ancora in ambienti in cui l’umidità dell’aria è troppo bassa (per esempio in luoghi chiusi riscaldati dai termosifoni), la secchezza può peggiorare e causare prurito, desquamazioni e irritazioni.

Per prendersi cura della pelle secca, è necessario ripristinare il film idrolipidico, ovvero la protezione naturale costituita da acqua e sebo che consente di mantenere un’adeguata idratazione dell'epidermide. A partire dall’alimentazione, inserendo per esempio nella propria dieta cibi come il pesce e l'olio di semi di lino, che contengono acidi grassi essenziali utili a mantenere la pelle idratata e a proteggerla dagli effetti dannosi dell'ambiente.

Per quanto riguarda la beauty routine, invece, è bene coccolare la pelle con prodotti delicati e maschere idratanti, prediligendo detergenti privi di profumi.

Maschera viso miele                                                                                

Tra gli ingredienti più indicati per la cura della pelle secca, il miele è uno dei più efficaci grazie alle sue capacità idratanti, super nutrienti e riparatrici, alla sua ricchezza in antiossidanti e alle proprietà antibatteriche.

Per ottenere il massimo dei benefici, prova ad abbinare all’efficacia del miele la funzionalità delle ceramidi, molecole lipidiche che costituiscono la naturale barriera protettiva dell’epidermide e che aiutano la pelle a trattenere al suo interno il giusto grado di umidità, come nella Maschera riparatrice al miele per pelli secche o molto secche di Garnier.

Pelle secca: cause                                                                                           

Ma cosa può determinare la secchezza della pelle? Ebbene i responsabili sono sia fattori interni come il patrimonio genetico, l'invecchiamento e i cambiamenti ormonali, sia fattori ambientali quali le condizioni atmosferiche (vento, sole o freddo), le radiazioni ultraviolette (UV) delle lampade solari, il riscaldamento, docce e bagni troppo caldi e prolungati, detergenti e cosmetici aggressivi, fumo.

Se da un lato le cause interne sono più difficilmente modificabili, è possibile invece limitare gli effetti nocivi dei fattori controllabili tramite l’adozione di accorgimenti utili quali l’utilizzo di detergenti delicati e privi di profumi, docce e bagni di breve durata con acqua tiepida, l’applicazione di una crema idratante e nutriente subito dopo la doccia, e l’impiego di un umidificatore in ambienti chiusi con riscaldamenti accesi.

Per altri consigli su come riconoscere i sintomi della pelle secca e idratarla, leggete l’articolo su Consigli Beauty Garnier.

Pelle grassa                                                                                            

La pelle grassa è riconoscibile perché lucida e oleosa, con pori dilatati e ben visibili e la tendenza alla comparsa di imperfezioni come brufoli e punti neri.

L'untuosità di questa tipologia di pelle può cambiare a seconda del fattore tempo, inteso sia come clima sia come età anagrafica: tra gli elementi che possono causare un aumento dell’oleosità della pelle, infatti, rientrano la pubertà o altri squilibri ormonali, lo stress, temperature ambientali elevate ed un’eccessiva umidità.

Attenzione però a non confondere la pelle grassa con la pelle mista, caratterizzata da una combinazione di tipologie di pelle in cui l’oleosità è concentrata solo nella zona T, ovvero fronte, naso e mento. In questo caso, anche per quanto riguarda la skincare, sarà necessario scegliere attentamente i cosmetici più adeguati, o anche una combinazione di prodotti differenti a seconda della zona del viso trattata come nella tecnica del multimasking, ovvero l’applicazione di maschere differenti a seconda dell’area del viso per soddisfare le specifiche esigenze della pelle in una volta sola.  

Maschera viso purificante                                                                                                         

Un altro punto importante da considerare è che pori dilatati, punti neri e brufoli non sono una prerogativa esclusiva della pelle grassa, anzi! Per questo, in caso di pelle impura, è bene scegliere un trattamento di bellezza specifico, rivolgendosi a purificatori naturali come la cenere vulcanica contenuta nella Maschera affina-pori con roccia di origine vulcanica per pelli impure, che grazie allo zolfo, un ingrediente attivo minerale, aiuta la pelle a difendersi dai batteri e a ridurre i segni provocati dalle aggressioni esterne.

Pelle grassa: rimedi                                                                                                     

Per quanto riguarda la cura della pelle grassa, è consigliabile prima di tutto lavare il viso non più di due volte al giorno e utilizzare un detergente delicato: una detersione troppo frequente e aggressiva, infatti, può portare la pelle a produrre ancora più sebo e ad accentuarne l’oleosità.

È consigliabile inoltre evitare di schiacciare brufoletti e punti neri per non infiammare ulteriormente la pelle, e preferire cosmetici su cui sia riportata la dicitura “non comedogeno”, ovvero che non ostruisce i pori.

Nella beauty routine settimanale, poi, è bene prevedere l’applicazione di una maschera viso per una o due volte a settimana, così da ridurre l'oleosità della pelle e favorire il restringimento dei pori.

Maschera all'argilla                                                                                                      

Tra gli ingredienti più efficaci per la cura della pelle grassa rientra senza dubbio l’argilla, che grazie alle sue proprietà antibatteriche ed esfolianti è in grado di purificare la pelle in profondità, intrappolando tossine e batteri.

In caso di pelli miste, all’azione purificante e astringente dell’argilla è consigliabile abbinare la funzionalità di un ingrediente quale il tè Matcha, foglie di tè verde finemente macinate conosciute ed utilizzate da secoli in Giappone per contrastare l’azione dannosa dei radicali

liberi e combattere i segni del tempo, come nella Maschera purificante all'estratto di tè matcha e argilla per pelli miste o grasse di Garnier.

Maschera limone                                                                                                            

Infine, quando l’ostruzione dei pori e la mancanza di un riciclo cellulare adeguato causano pelle grigia e colorito spento, oltre a detergere il viso almeno una volta al giorno e purificare i pori con uno scrub leggero, per illuminare il colorito è utile optare verso ingredienti come il limone, un rimedio efficace per esfoliare delicatamente la pelle e restituire al viso la sua naturale luminosità.

Nella Maschera illuminante con succo di limone per pelli spente con irregolarità di Garnier, la funzionalità di questo prezioso agrume si unisce all’effetto antiossidante della Vitamina C, che aiuta a contrastare l'azione nociva dei radicali liberi e, quindi, l'invecchiamento cellulare.  

I contenuti di questo post sono stati prodotti in collaborazione con Garnier SkinActive. © Riproduzione riservata