Branded Story
Sponsorizzato da

Punti neri: cause, rimedi e tutto quello che (forse) non sapevi su come eliminarli davvero

Credits: Shutterstock

I punti neri sono una delle battaglie che molti di noi devono affrontare. Ostinati come i brufoli sono anche più difficili da eliminare. Ecco come fare.

Punti neri, cosa sono


Piccole impurità della pelle che si formano a partire da 'raccolte' sottocutanee di grasso e cheratina e che, purtroppo, si trovano proprio in corrispondenza dei follicoli piliferi. Ecco spiegato l'ingresso dei punti neri nella nostra vita. A dire il vero, e forse non tutti lo sanno, il 'punto' di partenza è bianco perché si apre sotto la spinta del sebo: quando il comedone (si chiamano così i punti neri in termini tecnici) si apre ed emerge il grasso, subisce il processo di ossidazione lipidica e si scurisce. Oltre alla loro colorazione, si possono distinguere i punti neri anche in base alla dimensione: esistono infatti i microcomedoni (quando ancora non sono visibili a occhio nudo), e i macrocomedoni (quando superano il millimetro di diametro).

Le cause dei punti neri


I punti neri, esattamente come i brufoli, sono strettamente correlati all’attività ormonale del testosterone che esercita la sua azione sulle ghiandole sebacee aumentando la secrezione di sebo che, a sua volta, favorisce l’ostruzione dei pori e quindi la formazione di punti neri e acne. È soprattutto per questo motivo che i punti neri sono molto più frequenti durante il periodo adolescenziale pur facendo spesso capolino anche sulla pelle impura degli adulti in aree più grasse come il naso, la fronte e il mento.
Anche una 'scorretta' esposizione al sole può causare la comparsa dei fastidiosi punti neri: evita di far uso di prodotti scaduti, magari avanzi dell'anno precedente, oppure di solari troppo oleosi che tendono ad aumentare i livelli di sebo a livello cutaneo.
Inoltre, una pelle non particolarmente pulita, insieme a smog, stress e make up, peggiorano la situazione. Ecco perché, per prevenire la formazione dei punti neri, è essenziale la rimozione del make up la sera e del sebo in eccesso la mattina appena svegli.

Operazione detergenza

Non ci crederai (e magari potrà sembrarti anche un tantino banale) ma il primo step per la prevenzione di questo inestetismo è proprio la fase di de-makeup attraverso l'utilizzo di cosmetici non aggressivi. Pure ACTIVE Intensive Gel Detergente Anti-punti neri è perfetto per purificare i pori in profondità: la sua formula, arricchita con estratti di mirtillo, carbone vegetale ultra-assorbente e acido salicilico, è un potente antibatterico in grado non solo di rimuovere efficacemente l’eccesso di sebo e le impurità, ma anche di ridurre visibilmente perfino i punti neri più resistenti.

Come eliminare i punti neri (anche dal naso)


Inizia il rito della pulizia del viso aiutandoti con un po' di vapore caldo per facilitare l’apertura dei pori - ti basta far bollire dell’acqua in un pentolino e aggiungere due cucchiaini di bicarbonato prima di avvicinare il viso - in questo modo rendi più facile l’eliminazione dei punti neri. A questo punto puoi procedere con il detergente delicato per purificare la pelle, uno scrub, oppure una maschera. Le zone più colpite dai punti neri sono, solitamente, quelle di naso e mento (comprese nella famosa zona T) e proprio i punti neri intorno al naso si rivelano i più difficile da eliminare. Il segreto? Chiudere i pori, dopo aver finito la pulizia del viso con un bel getto di acqua fredda, per evitare di fare entrare nuovamente le impurità.

Punta sulla maschera


Se ne hai del tempo (non è necessario applicarla tutti i giorni perché basta una sola volta a settimana), dedicati una maschera riequilibrante, astringente e purificante studiata ad hoc per eliminare i punti neri: quelle all'argilla o al carbone vegetale sono davvero fenomenali. Fai attenzione a non 'torturare' i tuoi punti neri dopo l'applicazione della maschera perché ti assicuriamo che sarà un fallimento: questo tipo di cosmetico, infatti, punta a chiudere e restringere i pori, per farli sembrare più piccoli e far apparire la grana della pelle più compatta, quindi il punto nero si restringe e tu avrai vita difficile. Questo 'lavoro' va fatto solo dopo la doccia calda!

I punti neri e lo stile di vita


Se vuoi combattere i punti neri una volta per tutte però, non puoi sottovalutare il tuo stile di vita: la pelle infatti (a dire il vero non solo quella più sensibile del viso) risente molto di una routine troppo sedentaria, cibi pronti, grassi e zuccheri in eccesso, poco sonno e tanto stress, poca acqua e parecchio alcool. Incomincia a mangiare in maniera più sana, bere un litro e mezzo di acqua al giorno, magari aiutandoti con tisane a base di finocchio e menta, smettere di fumare e passare più tempo a fare attività fisica all'aria aperta. La tua vita ne trarrà grande beneficio e i punti neri scapperanno alla vista della tua pelle così luminosa.


I contenuti di questo post sono stati prodotti integralmente da Garnier e Garnier SkinActive.
© Riproduzione riservata.