DM Beauty loves - Federica Gasbarro

“Diario di una Striker”: Federica Gasbarro racconta in un libro la sua lotta per un mondo migliore

Seguici

"Siamo noi i cittadini dell'oggi e i leader del domani. Abiteremo questa terra almeno per i prossimi cinquant'anni e quindi dobbiamo assolutamente scendere in piazza e riprenderci ciò che è nostro. Abbiamo un potere enorme, ma l'abbiamo solo se siamo uniti.”

È questo il messaggio che Federica Gasbarro lancia a tutti i suoi follower e a tutte le giovani che hanno a cuore il futuro della Terra. Studentessa universitaria classe ‘95, Federica si è unita a Fridays For Future, il più grande movimento giovanile del secolo, ha conosciuto Greta Thunberg e nell’aprile 2019 è scesa in piazza con lei durante lo Sciopero Globale per il Clima.

La sua avventura è quella di una ragazza come tante, che è stata capace di uscire dalla porta di casa e affrontare le sfide della società, salutando la timidezza per lottare per una causa più grande e cercare di portare un cambiamento reale nel mondo. “Basta alla disillusione, all’inazione, al pessimismo” dice Federica. “Non vorrò dire ai miei figli che la loro mamma è rimasta a guardare quando poteva ancora essere fatto qualcosa per lasciargli un mondo in cui doversi preoccupare solo di sognare”.

Nel suo primo libro, “Diario di una striker. Io e Greta per il clima, dalle piazze all'ONU”, edito da Piemme, Federica Gasbarro racconta in prima persona, in forma di diario, il suo percorso per diventare un’attivista contro il cambiamento climatico e la sua avventura nel movimento Fridays For Future. Per ispirare tutti i giovani e le giovani a portare avanti i loro valori a testa alta, lottare per le cause in cui credono e impegnarsi per costruire un futuro migliore.

“Diario di una striker”, il libro di Federica Gasbarro

"L'idea del libro è nata dalla volontà di essere veicolo di informazione scientifica perché sono studentessa di Scienze Biologiche, ma anche come forma di coraggio per tanti ragazzi che non credono di potercela fare a portare avanti le proprie idee" ci racconta Federica. "Da bambina avrei voluto fare tante cose: l'atleta di sport estremi, la suora, il medico, la musicista e la scienziata. Ho scelto la scienziata”.

Nata il 3 gennaio 1995 da genitori abruzzesi, residente a Roma, dove attualmente è laureanda in Scienze biologiche presso l'università Tor Vergata, Federica ha deciso di utilizzare le sue conoscenze e le possibilità offerte dalle nuove tecnologie per trasformare internet e i suoi canali social in una finestra da cui guardare il mondo, informarsi e combattere per il futuro

Il sogno di Federica? Dare il suo contributo come scienziata trovando nuove soluzioni per un pianeta a emissioni zero e, naturalmente, continuare la sua missione di attivista.

Da influencer fast fashion ad attivista green

“Ho deciso di invertire la rotta e fare la mia parte iniziando a condividere contenuti green sui miei canali social. Sono diventata attivista green, perché ho sentito di dover rispondere all'appello di Greta Thunberg. La mia famiglia crede in me e in noi giovani, per questo ha accolto questo cambiamento supportando il mio impegno". 

Federica incontra personalmente Greta Thunberg e l'accompagna in piazza per lo strike che si è tenuto ad aprile 2019 a Roma. Nella stessa occasione conosce i referenti del movimento di altri stati europei, insieme ai quali decide di lanciare l'azione #climatechallenge.

“Leggerai di un viaggio che non è solo mio, ma di milioni di altri ragazzi che si sono messi in gioco e che potrà diventare anche tuo, se lo vorrai. E, in effetti, spero proprio sarà così. Attraverso queste pagine voglio affidarti i miei pensieri, spesso appassionati, a volte forse un po’ ingenui, quasi sempre ribelli”. Inizia così l'invito alla lettura da parte di Federica Gasbarro, che nel suo libro “Diario di una striker” racconta la sfida e l'impegno come attivista contro il cambiamento climatico, a partire dalla promessa di “stare dalla parte giusta della storia” per dirla con una citazione di Greta Thunberg.

Green Starter Kit: cosa puoi fare tu

“Le nostre azioni, seppur piccole, contano, contano tantissimo” spiega Federica nel libro. Perché la sfida è restare umani e fare dell'umanità una forza trascinante, capace di portare avanti valori come gentilezza, gratitudine e… basso impatto. I gesti che fanno la differenza spesso sono quelli che nel quotidiano passano inosservati: ridurre il superfluo, dai vestiti all'utilizzo di plastica; iniziare a fare scelte più consapevoli. Smettere di essere indifferenti.

Cosa possiamo fare quindi, nel nostro piccolo, aiutare il pianeta? “Informarsi da fonti certe; attendersi alle linee guida che tutti noi conosciamo, dalla borraccia alla bicicletta; scendere in piazza”, ecco i tre consigli di Federica Gasbarro per iniziare a dare una mano alla salute della Terra.

Ora non resta che leggere “Diario di una striker” per scoprire tutta la sua avventura. La risposta al perché di questa lettura è Federica stessa a scriverla all'inizio del suo libro: “Avere la possibilità di scrivere un libro sulla propria storia è un grande privilegio, ma allo stesso tempo porta con sé un’enorme responsabilità, quella di lasciare un segno nelle vite di chi sceglie di dedicare parte del suo tempo a leggere le tue parole, di avere l’occasione di trasmettere conoscenza o, per lo meno, esperienze reali”.

All’interno del libro è contenuta anche una cartolina che, se piantata nel terreno e innaffiata con cura, farà nascere dei bellissimi fiori di campo colorati! Un piccolo gesto simbolico che racchiude in sè un grande significato e testimonia il nostro amore verso la Terra. 


Riproduzione riservata