Come portare i capelli a 40 anni: idee per tagli, colori e acconciature

A 40 anni la propria bellezza è ancora intatta, e in aggiunta c’è fascino, consapevolezza e raffinatezza di una donna che punta all’essenziale. Il taglio di capelli ha il potere di definire lo stile e il carattere, e anche di "rinfrescare" e aggiornare l'immagine. Prendi spunto da queste 6 celebrities 40enni e dalle loro scelte in fatto di hair styling

Una donna dovrebbe sempre aggiornare il suo stile per quanto riguarda capelli e trucco, che vanno resi sofisticati e attuali, perché restare ancorata al taglio che porti da una vita non è detto che ti faccia apparire giovane come allora, ma potresti correre il rischio di sembrare un po’ “sorpassata”.

Lo stile di una donna ha quasi sempre bisogno di un aggiornamento ogni paio d’anni perché il viso e il corpo cambiano, i trend si evolvono, e cambiare è positivo ed intrinseco all’essere donna! Anche la bellissima Angelina Jolie, a 42 anni, ha accorciato i suoi storici lunghi capelli castani guadagnando in luminosità e freschezza!

Stai meditando un nuovo taglio di capelli adatto ai 40 anni? Allora sei nel posto giusto...

Il taglio medio-lungo e corposo, come Kate


<p>Kate Beckinsale</p> Credits: Getty Images

Kate Beckinsale

Kate Beckinsale porta la sua chioma voluminosa e ondulata rendendosi molto femminile e sensuale. E’ un taglio che ha proprio questo tipo di personalità: la donna seduttrice che dispensa il suo charme anche grazie alla sua chioma accogliente e abbondante.

Funziona se hai un capello spesso e lucido, che “fa massa” e tiene pieghe con un filo di volume in cima alla testa e onde morbide sulle lunghezze e sulle punte. Può essere portato anche qualche centimetro più corto rispetto alla foto, che diventi una sorta di long bob, ma non più lungo: rischieresti l’effetto “Barbie California”.

Particolarmente bello se portato in nuances ricche e avvolgenti come il castano cioccolato intenso oppure un castano cenere scuro, e con le lunghezze schiarite da uno shatush dai riflessi dorati se il tuo incarnato è caldo, o dai riflessi biondo cenere freddi se il tuo incarnato è freddo.

E' una lunghezza che si presta molto bene anche a raccolti come l'intramontabile ed elegante coda di cavallo alta, oppure uno chignon spettinato.  

Il taglio lungo con le “beach waves” come Drew


<p>Drew Barrymore</p> Credits: Getty Images

Drew Barrymore


Drew Barrymore sembra sempre una ragazzina vero? Molto lo fanno i suoi capelli! E’ la regina incontrastata delle “beach waves” schiarite dal sole e dello stile boho chic, per la serie che se la incontri con una coroncina di fiori in testa ti pare sempre adeguata! I suoi capelli danno quella sensazione che sia uscita di casa senza nemmeno guardarsi allo specchio, ma invece nulla è lasciato al caso al fine di ottenere questo effetto spettinato ma curato e molto femminile.

Funziona se hai uno stile già di tuo un po’ bohemien e dei capelli medio-spessi. Attenzione allo styling, perché è un attimo che rischi di sconfinare nel “trasandato” invece che nel boho chic: i capelli devono essere sempre perfettamente puliti e le onde devono essere un minimo strutturate e poi spettinate, con le punte che cadono piatte per renderlo più contemporaneo. E’ perfetto se portato con la riga centrale.

Questo taglio lungo viene esaltato da schiariture ed effetti tono su tono, perché in questo modo le onde risultano più tridimensionali e sprigionano tutta la loro (e la tua) bellezza! Segui sempre la regola dell’incarnato caldo-sfumature calde e incarnato freddo-sfumature fredde per scegliere le tonalità che più ti valorizzano.

Nella versione raccolto questo taglio con questo styling ti dà la possibilità di fare delle trecce scomposte laterali molto chic e la coda di cavallo alta, sempre in versione "messy".

Il Bob ultra-chic, come Charlize


<p>Charlize Theron</p> Credits: Getty Images

Charlize Theron

Charlize Theron, quanta raffinatezza! Questo caschetto leggermente asimmetrico che si allunga sul davanti può essere descritto in un solo modo: ultra-chic! Il suo bello è la versatilità: cambia completamente in base allo styling che gli applichi. Retrò e raffinatissimo con uno styling ondulato anni 50 per una serata, oppure completamente tirato indietro e fissato con cera o gel per un effetto un pò androgino. Poi può diventare anche un po’ rock se portato con riga centrale e delle onde scomposte, o ancora classico, intramontabile e pratico, se portato super liscio nella quotidianità.

E’ la lunghezza più attuale in questo momento, che dona un po’ a tutte. Fai attenzione solo alla tua forma di viso: se è rotonda o squadrata meglio portarlo sfilato e asimmetrico, non pari e pieno perché potrebbe appesantire.

E’ un’ottima scelta anche se hai capelli sottili perché puoi recuperare molto in volume e si può anche raccogliere lavorandolo a ciocche, avvalendosi dell'aiuto di accessori come mollette o pettini in versione tartaruga di giorno e con cristalli di sera.

La frangia intrigante, come Milla


<p>Milla Jovovic</p> Credits: Getty Images

Milla Jovovic


Milla Jovovich è davvero magnetica con quei suoi occhi verdi dal taglio lungo e penetrante. Ma non basta avere occhi belli, bisogna anche saperli mettere in risalto e farne un vero punto di forza. Se hai occhi bellissimi azzurri, verdi o “di velluto” quasi neri, la frangia può fare al tuo caso per metterli in risalto, anche a 40 anni!

La frangia più semplice da portare e che dona a tutte le tipologie di viso è quella che cade lateralmente e lascia uno spicchio di fronte visibile, perché mette in risalto gli occhi, ma non essendo piena lascia l’intera percezione della lunghezza del viso: un ottimo compromesso!

E poi la frangia ha ben 3 pregi: tende a dare un’aria un po’ sbarazzina e sexy, regala quel “french touch” che male non fa, e già che ci siamo nasconde anche qualche rughetta sulla fronte…meglio di così! Il taglio con la frangia è bello di un colore pieno, proprio come lo porta Milla, al limite con qualche colpo di luce sulle punte: sì ai castani intensi, biondi, rossi naturali illuminati da gloss che lucidano il colore, e a lunghezze medie ad altezza spalle facilmente gestibili, che si armonizzino bene con la frangia.

Il pixie cut sofisticato, come Michelle

Credits: GettyImages


Michelle Williams ha quasi 40 anni, ma con questo taglio ne dimostra 10 di meno non trovi? E’ femminile all’ennesima potenza, è ultra-chic, ricorda il favoloso mondo stile gamine di Audrey Hepburn, per non parlare della praticità!

Se hai un viso ovale, squadrato o triangolare con una forma della testa perfetta, il taglio corto è quello giusto per te! Espone molto il collo, gli zigomi e le mascelle quindi funziona bene se queste parti sono aggraziate e ben definite. E’ un taglio che richiede manutenzione perché ogni 45 giorni circa va accorciato, ma se pensi a tutto il tempo che guadagni poi nella quotidianità con un taglio così forse ne vale la pena!

Va sempre accompagnato da un make-up molto curato e da punti luce o orecchini vistosi per rifinirlo perché non scivoli nell’anonimato. In quanto al colore, non c’è spazio per sfumature sulla lunghezza del capello, funziona con colori netti e decisi, come il biondo platino che sembra fatto apposta per questo preciso taglio e che è di grande tendenza per la primavera/estate 2018!

Se il tuo colore naturale è cenere hai due soluzioni: scurire per ottenere un castano medio-scuro, oppure schiarire per ottenere un biondo platino o un bianco argento e l’effetto contemporaneo-chic è assicurato!

I capelli bianchi a 40 anni

<p>Pink</p> Credits: Getty Images

Pink


C’è bianco e bianco…e a 40 anni è ancora un po’ presto per pensare ad una soluzione completamente bianca naturale. Se hai già molti capelli bianchi e sei stufa della tinta potresti optare per un bianco argento, come quello di Pink, che a 38 anni gioca moltissimo con le sfumature di capelli partendo sempre da una base platino o bianca.

Lasciare il "sale e pepe così com’è, magari su una lunghezza media, rischia di invecchiare. Anche perché nella chioma, oltre al bianco, ci sono altre sfumature come il grigio e un bianco che vira al giallo, che vengono valorizzate solo nel momento in cui il bianco naturale viene ulteriormente “sbiancato”, oppure quando da base bianca si ricrea qualche sfumatura “pop” tipo il lilla, il rosa, il blu, l’azzurro.

Optare per il bianco richiede la mano esperta di un parrucchiere che programmi un percorso di sbiancamento totale gestendo bene le fasi di passaggio. I capelli bianchi o sale e pepe rendono meglio (soprattutto se si hanno solo 40 anni!) su tagli corti, asimmetrici e grafici, proprio come li porta la cantante Pink!

Adesso sei pronta a cambiare il tuo taglio di capelli?!

Riproduzione riservata