Acconciature per l’inverno 2018: le tendenze, tra sogno e nostalgia del passato

  • 1 17
    Credits: L'Oréal Professionnel

    Les Copains

  • 2 17
    Credits: Getty

    Moschino

  • 3 17
    Credits: Getty

    Irina Vitjaz

  • 4 17
    Credits: Getty

    Getty

  • 5 17
    Credits: Getty

    Badgley Mischka

  • 6 17
    Credits: Getty

    Leanne Marshall

  • 7 17
    Credits: Getty

    Carolina Herrera

  • 8 17
    Credits: Getty

    Carolina Herrera

  • 9 17
    Credits: Getty
  • 10 17
    Credits: Getty
  • 11 17
    Credits: Ghd

    Dion Lee

  • 12 17
    Credits: Getty

    Emilio Pucci

  • 13 17
    Credits: Getty

    Prabal Gurung

  • 14 17
    Credits: Getty

    Getty

  • 15 17
    Credits: Getty

    Antonio Marras

  • 16 17
    Credits: L'Oréal Professionnel

    Aigner 

  • 17 17
    Credits: Mondadori Photo

    Balmain

/5

Dalle sfilate di Milano, Londra, Parigi e New York, le tendenze per le acconciature dell'autunno inverno

C'è una ritrovata voglia di romanticismo nelle acconciature che hanno sfilato in passerella. La tendenza forte dell'autunno inverno 2018/19 è, infatti, suggestione, come se attraverso i capelli si volessero invitare le donne (ma anche gli uomini) a sognare e a trasferirsi in una dimensione onirica, appunto.

Torna il bon ton che si materializza in chignon da ballerina, in raccolti da eroina ottocentesca, in code disciplinate e in semiraccolti stile anni '50 e '60. Accanto ad acconciature eleganti e composte, che ricalcano gli stili del passato, c'è spazio anche per la ricerca. In passerella si son viste infatti acconciature avveniristiche che però conservano sempre un minimo di portabilità. Come dire, è l'era del buon gusto.

Gli chignon

chignon Credits: Getty


Eleganti e composti, gli chignon dell'autunno inverno 2018-19 si portano sia bassi che alti. Lo stile spettinato, che è piaciuto tanto nelle passate stagioni, cede il passo ad acconciature rigorose che lasciano poco spazio al caso. Ecco che i capelli sono annodati perfettamente in bun da cui non sfugge nemmeno un ciuffo di capelli. L'ispirazione è classica, da etoile che sta per calcare le scene di un palcoscenico di danza.

I semiraccolti

Max Mara Credits: Getty


È l'ambito in cui si è registrata maggiore ricerca e innovazione. I semiraccolti dell'autunno inverno 2018/19 sono infatti rivisitati in chiave contemporanea (Max Mara). Il romanticismo può essere ravvisato nei volumi che restano ampi, ma l'ispirazione è attuale. I capelli infatti vengono raccolti con la casualità un po' shabby della vita quotidiana in città o subito dopo aver fatto sport. 

Andranno di moda gli effetti bagnati anche in inverno e gli accessori con cui raccogliere i capelli e impreziosire i semiraccolti: via libera a cerchietti, fermagli, gioielli, fasce e fiori.

Leggi anche: Raccolti: come scegliere l’acconciatura in base alla forma del viso

Le code

Credits: L'Oréal Professionnel

Le code sono da sempre un grande terreno di ispirazione creativa. Nell'autunno 2018 quasi mai vengono lasciate semplicemente lisce, ma sono acconciate in vari modi. Rigorosamente dopo aver legato i capelli.
Basta creare onde con la piastra per trasformare una semplice coda in un motivo di tendenza, come il modello proposto da L'Oréal Professionnel per Mila Schon (foto in alto).

In altri casi, le code sono più sceniche, accompagnate da "nodi di capelli" che simulano elaborati elastici con cui raccoglierle. Sotto un esempio di Dennis Basso.

Credits: Getty

Raccolti fantasiosi

Sono acconciature elaborate riservate alle grande occasioni. Non smettono di stupire per la loro creatività: i capelli diventano materia con cui costruire vere e proprie architetture di ingegno stilistico. L'ispirazione proviene dai grandi romanzi dell'800 in cui le protagoniste seducevano leggiadre con capelli da fata. Oggi quelle acconciature sono rivisitate strizzando l'occhio al futuro. Nella foto: una proposta di Naeem Khan.

Le onde piatte

Credits: Getty

E siamo ad una tendenza molto forte che si è vista in passerella. I capelli sono ondulati solo nei ciuffi laterali in modo largo e piatto, come nello stile delle acconciature anni '20 e '30. Uno stile che è stato ripreso da Emilio Pucci (nella foto in basso), Aigner, Chiara Boni. Le onde piatte conferiscono eleganza ad ogni look.

Richiami del passato

Credits: Getty

E a proposito del passato, in questa carrellata di acconciature che vi proponiamo nella gallery in alto, abbiamo visto come gli stili ritornano. Solo per restare nel secolo XIX, troviamo le onde piatte anni '20, i semiraccolti vaporosi anni '60 e non da ultimo i caschetti con punte all'insù anni '50, come la proposta di Moschino (foto in alto). Sarà per via dei tempi duri di oggi che si guarda al passato, anche attraverso la moda?

Scelti per te