capelli corti o caschetto a chi stanno bene

Voglia di darci un taglio? Ecco come capire se starai bene con i capelli corti (o medi)

Se stai pensando di passare dal lungo al corto, sei nel posto giusto: ti sveliamo un trucco super per intuire se staresti bene con i capelli corti. In più, tanti consigli degli hair stylist

Starei bene con i capelli corti? Fin dove posso tagliare per non pentirmene dopo 2 minuti?

Di' la verità: quante volte ti sei posta queste domande, soprattutto se appartieni a una di queste categorie: sei fan imperterrita del lungo, sei molto resistente al taglio di oltre 4 dita, non hai mai tagliato i capelli all'altezza del mento da quando sei piccola. 

Eppure, ogni tanto l'idea di chiedere un taglio netto (per la precisione, un caschetto) ti frulla in testa. Ma tra il tuo parrucchiere che conosce bene le tue resistenze e il timore di stare male con i capelli corti, finisci sempre per desistere.

fin dove tagliare i capelli

Come starei con i capelli corti? Il trucco per scoprirlo

Prima di compiere un'azione impulsiva, prova questo trucco igegnoso: ti aiuterà a capire fin dove tagliare i capelli per stare bene.

Cosa ti occorre

Un righello, una matita e uno specchio.

1) Di fronte allo specchio, posizionati di profilo o con il viso a tre quarti.

2) Tieni la matita in orizzontale facendo in modo che tocchi il mento, quindi poggia il righello sotto l'orecchio in verticale fino a farlo incontrare con matita (devono formare un angolo retto).

3) A questo punto, misura la distanza che si è creata dalla parte più bassa del lobo dell'orecchio fino alla matita.

Il responso della prova

Più che un responso, è un pronostico che ti permette di capire se puoi osare i capelli corti o se "ti conviene" restare su una media lunghezza.

Se la distanza tra l'orecchio e la matita è inferiore a 5 cm via libera: i capelli corti ti staranno benissimo. Il taglio giusto? Un carrè da medio a lungo.

Se invece supera i 5 cm, attenzione: è meglio accorciare i capelli di poco, cioè fermarti fino alle spalle. Il taglio medio è quello che fa per te.

Insomma, ciò che governa la struttura del taglio corto è principalmente la mascella. Ma c'è molto altro, come ci spiegano gli hair stylist Les Garcons de la rue partner Wella.

Le cose da sapere prima di tagliare i capelli corti

capelli corti o lunghi

Un carrè Wella

La forma del viso

L'obiettivo del taglio corto è creare l'illusione di un volto ovale. «Questa è infatti la fisionomia che meglio si abbina a un taglio che sfiora la mascella. Se il viso è lungo, meglio puntare su un taglio arioso, quindi leggermente più lungo, che simuli un viso più largo. In questo modo la lunghezza del viso viene bilanciata» - spiegano gli hair stylist.

Spalle, collo e mento

Delle tre ne vanno “spuntate” almeno due. «Per intenderci: quando si tagliano i capelli molto corti, la cornice del viso (e il viso stesso) diventano molto più visibili, e i difetti ne risultano sottolineati. Quindi l'ideale sarebbe avere una combinazione di almeno due elementi proporzionati fra collo, mento e spalle. Deve crearsi un tutt'uno armonico, evitando che spicchino in maniera vertiginosa due elementi su tre (mento e spalle o collo e mento, non fa differenza). In caso contrario, meglio optare per un taglio più lungo».

Quanto conta la statura?

«Tanto, soprattutto per i pixie cut. A contare sono anche le "dimensioni fisiche" dell'intera figura. Se le donne minute stanno sempre bene con il pixie cut, quelle alte per portarlo dovrebbero essere molto proporzionate».

E le spalle?

«Chi ha un fisico mascolino – con fianchi molto più stretti delle spalle – deve stare attenta a tagliare i capelli corti: il rischio è quello di sembrare troppo “testona”. Viceversa, chi ha spalle e testa piccola e fianchi ampi, con il taglio cortissimo rischia di esasperare la forma a pera».

capelli da lunghi a corti

Un taglio Wella

Passare dal lungo al corto con un risultato gradevole è anche questione di massa di capelli?

«La scelta vincente è sempre quella di scegliere un taglio che abbraccia la nostra struttura naturale del capello. Non sempre i capelli troppo folti sono indicati per i carré, a meno che non siano ben scalati. Stesso discorso per i capelli troppo fini».

Il naso è un elemento da considerare?

Sebbene il naso importante possa far desistere dal taglio corto, va precisato che non sempre è un difetto. Ci sono, infatti, visi che non hanno bisogno di nascondere il naso con i capelli.

Come rimpicciolire il naso naturalmente con l’aiuto del make-up

VEDI ANCHE

Come rimpicciolire il naso naturalmente con l’aiuto del make-up

Ecco qualche indicazione di massima sul legame naso e capelli corti

Hai il naso irregolare?

I tagli e le acconciature giuste per minimizzare un naso storto e con un po' di gobba sono quelli che riequilibrano il viso, facendo sembrare entrambi i lati uguali.

I tagli corti vanno bene, purché non accentuino il problema. Prova un taglio asimmetrico, lasciando un po' più lunghi i capelli sul lato opposto alla deviazione del naso.

Hai il naso largo? 

Evita i tagli piatti e pari: per te sono sicuramente più consigliati i capelli scalati o ondulati. La riga va portata di lato, meglio se con un bel ciuffo laterale voluminoso: può davvero fare la differenza!

Hai il naso aquilino e lungo?

Lascia perdere i capelli molto corti, soprattutto quelli alla maschietta. Per mascherare un naso un po' severo è preferibile dare più volume ai capelli.

Le onde sono, infatti, un ottimo modo per distogliere l'attenzione dal naso aquilino, poiché fanno sembrare tutto il viso un po' più largo. Riescono anche a ridurne otticamente la lunghezza. Sconsigliati i tagli pari come i carré all'altezza del mento o sotto le orecchie.

stare bene coi capelli corti

Un taglio Wella

Tutto chiaro? Adesso potrai rispondere perché non hai voglia di tagliarti i capelli. Se invece sei decisa a cambiare look, guarda le ultime tendenze per i capelli corti.

Riproduzione riservata
dmbeauty

1508 posts 337k followers

Make up your life

Beauty cards