Wavy Pony Tail: Tutorial by Pantene con Chiara Ferragni

12 modi per dire coda alta: idee facili ed eleganti

Seguici

Chioma non proprio pulita? Umidità? Capelli che non ne vogliono sapere di prendere forma? O magari un'occasione importante? C'è un solo raccolto che può rispondere a tutti questi “problemi” ed è la mitica ponytail

Il raccolto più diffuso al mondo? La coda di cavallo, naturalmente! È perfetta in ogni occasione: con chiome non proprio pulite, quando l'umidità ci fa letteralmente impazzire, se i capelli non ne vogliono sapere di prendere forma. Sono davvero moltissime le occasioni in cui la ponytail si rivela la migliore soluzione: che i capelli siano ricci o lisci poco importa perché ognuno ha la sua soluzione a postata di mano.

C'è chi la preferisce cotonata ed esagerata, chi più rock e meno retrò, chi bon ton o ladylike e chi invece "aggressiva"; qualcuno non rinuncerebbe mai alla riga in mezzo, altre invece preferiscono la laterale e per certe donne addirittura l'effetto "brillantina" è il massimo, per non dover scegliere.

Insomma, il nostro nuovo motto è "Più ponytail per tutte!": realizzarla è senza dubbio facile, ma bisogna fare un po’ attenzione a seconda del look che si desidera: ordinato oppure messy, tradizionale o bed-hair. E tu come preferisci indossare la coda?

La coda alta spettinata di Jennifer Aniston

Credits: Getty Images

La cosa migliore da fare è regalare un twist voluminoso alle radici con lo shampoo secco e poi legare i capelli con un eleastico morbido, magari in spugna e dello stesso colore della tua testa. Se vuoi un effetto "fintamente” improvvisato e una piega non troppo rigida, evita di pettinare e tirare troppo i capelli mentre realizzi la coda e lascia fuoriuscire liberamente alcuni ciuffi.

La coda altissima, elegante e chic, di Poppy Delevigne

Credits: Getty Images

Chic e raffinata, sfoggiata spesso dalle celebrity sul tappeto rosso e persino da Grace Kelly e Jaqueline Kennedy, la coda altissima è estremamente elegante ma anche sexy e seducente. Non devi fare altro che pettinare la chioma con estremo rigore e "allacciare" il tutto alla sommità del capo avendo cura di attorcigliare una ciocca di capelli all'elastico per un finish ancora più cool. 

La coda alta a treccia di Blake Lively

Credits: Getty Images

La bionda Serena van der Woodsen di Gossip Girl è una grande amante delle trecce particolari: se anche tu sei stanca della "solita" coda puoi puntare sulla braid per un tocco più glamour.

La coda alta morbida di Selena Gomez

Credits: Getty Images

È la coda del momento perché amatissima anche dalla Duchessa di Sussex, Meghan Markle. Puoi realizzarla a qualsiasi altezza e decidere la quantità di ciocche da lasciare libere sul viso: abituati a fare uso dello shampoo secco per garantire, prima della ponytail, un leggero volume alla testa. Un raccolto morbido e qualche ciocca arricciata qua e là aiuta ad avere quell'aria alla Sex and the City tanto amata da più di due generazioni. 

La coda alta cotonata di Victoria Beckham

Credits: Getty Images

La cheerleader ponytail è una delle code più apprezzate e non è molto difficile da realizzare: volume alle radici, qualche ciuffo lasciato libero ai lati per addolcire il viso e coda voluminosa con la tipica curva che gioca con i volumi.

Si ottiene grazie a semplici trucchetti: per volumizzare le radici basta cotonare leggermente la parte più alta di capelli e spruzzare dello shampoo secco. E, dopo aver realizzato la coda, sigillarla con una ciocca di capelli arrotolata e fissata con una forcina. 

La coda di cavallo elegante di Drew Berrymore

Credits: Getty Images

Ottenere invece l’effetto “Barbie” sfoggiato dalla bella e divertente protagonista di ET, è facilissimo: basta prendere una corposa ciocca di capelli, dopo aver realizzato la coda, e girarla intorno all'elastico. Qualche forcina per fissare il tutto da sotto, un ferro per dare movimento alla ponytail è il gioco è fatto.  

La coda alta tirata e perfetta di Beyonce

Credits: Getty

Se sei stanca della riga in mezzo o della laterale ladylike, puoi ottenere una pettinatura da red carpet anche con l'effetto "brillantina" e i capelli “appicciati” alla testa: una coda alta o bassa (come preferisci) e tanto tanto gel. Semplice e, come vedi, anche estremamente elegante e rock.  

La coda con frangia e ciuffi liberi di Cameron Diaz

Credits: Getty Images

Se hai i capelli lisci e molto fini ti consigliamo di asciugarli a testa in giù per dare un po' di volume e poi, senza pettinarli, legarli in una messy (o quasi) ponytail permettendo alla tua frangia di "vivere" liberamente. In questo modo sarai elegante ma casual-free alo stesso tempo.   

La coda alta mossa di Mila Kunis

Credits: Getty Images

Se invece i tuoi capelli sono mossi, forse un tantino crespi e certamente indisciplinati, non provare a domarli e gioca sull'effetto bed-hair. Esatto, hai capito bene, proprio come quando ti fai la coda appena scesa dal letto. Dopotutto se le star lo sfoggiano sul red carpet significa che è stato letteralmente sdoganato, non credi? E non hai bisogno di trucchi per realizzare questa ponytail. 

La coda alta particolare di Kaley Cuoco

Credits: Gett yImages

Realizza qualche treccina "spettinata" oppure un paio di torchon prima di realizzare la coda (alta o bassa) per un effetto gipsy in perfetto stile Coachella. Come si realizza? Guarda il video tutorial!

La coda alta gonfia davanti di Reese Witherspoon

Credits: Getty Images

Se sei indecisa sul tipo di coda, un'ottima alternativa per tenerli in ordine in modo elegante è quello di fare una coda alta e gonfia: non richiede tanto tempo e moltissime attrici l'hanno già sfoggiata sul red carpet con orgoglio. Insomma viva le code alte e gonfie!

...anche in versione casual!

È una delle tendenze più amate da star e starlette americane: la coda alta, gonfia e cotonata davanti ma sapientemente spettinata ad hoc è perfetta per un uscita con le amiche di sempre o per un'occasione speciale. Ti basta cotonare alcune ciocche, puntarle con qualche forcina e realizzare una ponytail con il resto dei capelli senza badare troppo al pettine con il resto della chioma e il gioco è fatto! 

Riproduzione riservata