L’uomo dai capelli lunghi: poco virile o sexy? Le idee più glam

Seguici

Il capello lungo è da sempre motivo di discussione: per alcuni mai abbastanza mascolino per altri invece decisamente eccitante proprio per il suo aspetto un po’ selvaggio e trasandato. Il segreto? Mai esagerare. Ecco come piace alle donne

Chi l'ha detto che l'uomo non ha molte possibilità per giocare con la sua capigliatura? Grazie ai capelli lunghi e ai nuovi tagli super versatili che valorizzano i lineamenti del viso e lo rendono super sexy, il 'nostro' uomo sta diventando davvero in gamba nello styling della sua testa: dai caschetti corti e lisci da finto bravo ragazzo, a quelli di media lunghezza, poco importa che siano wild, selvaggi e scompigliati, tipici del surfista californiano, o lunghi in tipico british rock-style, o ancora mosso alla bohemiene. L'importante è puntare sulla chioma. E scegliere lo stile che piace di più... A noi donne, naturalmente!

Caschetto lungo, liscio e sfilato

Il capello lungo o medio-lungo è da sempre motivo di discussione: per alcuni non è mai abbastanza "maschio", per altri invece è virile e adorabile proprio per quel suo aspetto un po’ primitivo e selvaggio.

Il segreto? Mai esagerare: le chiome non devono mai superare le spalle (per intenderci, possono scivolare fino a cinque centimetri sotto le orecchie ma nulla di più) ma con un po’ di fantasia sarà possibile sbizzarrirsi anche con i tagli da uomo.

Piacciono moltissimo le code e i codini ma anche le fascette per raccogliere i capelli, così come piccoli chognon e torchon raccolti su se stessi. E un elemento sui cui puntare è certamente il ciuffo.

L’uomo con i capelli lunghi non ha mai perso un grammo di fascino grazie a quella sua aria nobile e selvaggia al tempo stesso (pensate a Jim Caviezel ne Il conte di Montecristo: non vi vengono i brividi?), misteriosa e, a volte, mixata a un'allure ascetica che accende l’immaginario femminile e la capacità maschile di attrarre.

Insomma l’uomo dai capelli lunghi avanza a ritmo da rocker ma con un piglio dandy: chioma alle spalle appena scalata, magari persino riga laterale e stylist spettinato, ne liscio ne riccio, ma solo vissuto. E un velo lucido leggero finale per un finish "finto unto".

Leggi anche: Capelli uomo: i tagli e i look più belli da copiare ai calciatori

Bob corto, mosso a tutto volume

Le chiome prendono sempre più compattezza e le lunghezze non sono mai estreme ma fatte di dolci sconnessioni e passaggi graduali.

Il taglio più richiesto e portabile? È il bob accompagnato da ciuffi graduati sul collo di facile manutenzione: ideale per creare più volume e un naturale effetto morbido e ondulato. Sì, perché non c’è niente di più triste di un capello anemico e povero, e per di più, allungato. Vade retro. 

Occorre un taglio “ergonomico”, studiato apposta per creare i giusti vuoti e pieni così che, in fase di asciugatura, si possa ridurre al minimo l’utilizzo di spazzole e phon per movimentare la chioma.

Non si deve mai percepire la presenza di un parrucchiere nello stylig di un uomo con capelli lunghi, che deve assolutamente essere effortlessly-wild: ecco perché si deve scolpire e direzionare i ciuffi con tagli strategici e sigillare con cere, gel e antifrizz. 

La tendenza

Insomma, oggi, per apparire fashion e trendy ci si deve "rifare" al passato. Non tanto agli 'executive contour', ai tagli dal sapore retrò che ricordano tanto i look dei pubblicitari anni '50 americani, o i 'pompadour', che ricreano l'effetto volume della celebre Madame alla corte del re Sole: il caschetto che piace oggi, e travolge ben due generazioni, è più 'britpop' in tipico stile Oasis o Blur (anche se leggermente più lungo), un taglio maschile ma carico di elementi delicati e femminili.

Perché anche l'uomo ha imparato quanto è bello giocare con lo styling.

Riproduzione riservata