Indecisa se tingerti o meno? Prova la tintura semipermanente

Seguici

Dura quel tanto che basta a farti cambiare idea se cambiare colore o restare come sei. E nel frattempo hai capelli lucidissimi...

Alzi la mano chi avrebbe voglia di osare un nuovo colore, ma ha paura. Paura della ricrescita, di un risultato troppo invasivo o di non poter tornare indietro. Se il timore pentimento è dietro l'angolo, quello di sbagliare nuance lo avvalora e lo supporta. Ciò comporta una stasi che ha il sapore amaro della rinuncia. Eppure tutte le donne amerebbero poter sperimentare, giocare con il colore o rendere più intenso e splendente il proprio tono naturale ma non vogliono impegnarsi troppo a lungo. C'è anche chi teme che le tinture possano danneggiare i capelli.

A meno di non appartenere al genere "trasformista", colorare i capelli senza pensieri - in totale tranquillità - è difficile: c’è sempre la quella leggera paura che frena e non fa dire «sì al colore» con fiducia.

Fortunatamente a tutto ciò c'è una soluzione e si chiama tintura semipermanente. Qualche brand la chiama anche "tinta senza impegno", proprio per evocare il desiderio di non impegnarsi con un colore che richiede manutenzione o che non piace.

Che cos'è la tintura semipermanente

È una vera e propria colorazione per capelli, ma di una durata decisamente inferiore alle "classiche" tinture permanenti o a lunga durata, per le quali occorre tagliare i capelli o ritingerli (qualora si decidesse di cambiare colore, ovviamente).

La tintura semipermanente si differenzia anche dalle colorazioni dirette o shampoo riflessanti, che costituiscono il primo livello di colorazione artificiale dei capelli. Questi ultimi sono formulati in miscele già pronte da applicare in genere sui capelli bagnati e tamponati, e durano 5-6 shampoo. Le tinture semipermanenti, prevedono invece un kit di preparazione come le tinture permanenti, ma con la differenza che cambiano le formulazioni.

Come funziona la tintura semipermanente

In genere, le confezioni contengono i pigmenti veri e propri e un attivatore del colore: entrambi i prodotti si miscelano al momento dell'applicazione per ottenere il composto colorante (la tintura vera e propria). Perché questo procedimento? Perché, pur essendo a durata relativamente bassa, la tintura semipermanente deve colorare i capelli per almeno 6 settimane. Ciò è possibile solo se i pigmenti penetrano nella fibra capillare quel tanto che basta a non essere "lavato via" dopo qualche shampoo.

Naturalmente, l'attivatore delle tinture semipermanenti ha una potenza (in gergo tecnico, si dice, "volume") decisamente inferiore rispetto alle tinture permanenti. Ecco perché spesso si fa riferimento ad altre diciture quali "tono su tono", "senza ossidazione", "senza ammoniaca", anche se quest'ultima espressione non deve confondere, visto che esistono tinture permanenti senza ammoniaca (è la sostanza che permette la tintura definitiva a cambiare).

Per chi è indicata la tintura semipermanente

Per chi ha i primi capelli bianchi ma anche per chi desidera provare un nuovo colore ed è indecisa. O, ancora, per chi ha i capelli fragili e sensibilizzati, per chi vuole aggiungere riflessi tono su tono o rendere più lucido il proprio colore. Va specificato che, in genere, le tinture semipermanenti non schiariscono il proprio colore, a meno che non sia specificato sulla confezione. Essendo infatti prive di sostanze decoloranti non sono in grado di schiarire.

Sono perfette, inoltre, per seguire tutte le tendenze moda sui colori pastello, i colori primari (blu, verde, viola, ecc.) e metallici senza il timore di danni...estetici!

Quanto dura la tintura semipermanente

Dai 12 ai 15 shampoo, dipende dalle formulazioni. In genere, la durata è specificata sulla confezione: alcuni brand preferiscono optare per la dicitura "5-6 settimane". Bagni in piscina e in mare potrebbero accelerare la graduale scomparsa del colore. 

A differenza delle tinture permanenti, queste tinture più leggere non richiedono grande manutenzione, come l'uso di shampoo e balsami per capelli colorati, anche se è buona norma adottare cure maggiori, qualora si notasse una sopraggiunta secchezza sulle lunghezze che prima del colore non si aveva.

In caso di dubbi 

E se, nonostante la promessa del colore temporaneo, un mese e mezzo ti sembra un'eternità per eliminare un colore che non ti piace, un trucco c'è. Prova a lavarti i capelli con una miscela di shampoo antiforfora e bicarbonato: la tua tintura si scaricherà più velocemente. Un metodo infallibile sui colori risultati troppo scuri!

Nella gallery le tinture semipermanenti in vendita in profumeria, grande distribuzione e negozi per acconciatori: ce n'è per tutti i gusti!


Riproduzione riservata