Olio d’Argan: dal Marocco, l’oro del deserto che rende i capelli sani e luminosi

Credits: Shutterstock

Utilizzato sin dall'antichità, l'olio d'argan apporta molteplici benefici ai capelli, ma come utilizzarlo? Scopriamolo insieme

Noto come "oro del deserto", l'olio di argan viene utilizzato sin dall'antichità per la bellezza di pelle e capelli. Dona, infatti, nutrimento e protezione profonda, poiché possiede doti emollienti e idratanti. La pelle diventa più elastica e i capelli più lucenti.

Il merito è delle sue preziose vitamine antiossidanti come la vitamina A ed E, in grado di rigenerare le cellule di cute e fibre capillari. L'alto contenuto di acidi grassi insaturi fa sì che l'olio di argan si leghi perfettamente alla struttura chimica dei capelli, in modo da rafforzali, velocizzarne la ricrescita e mantenerli sempre sani e luminosi.

Come usare l'olio di argan sui capelli

Innanzi tutto, è bene procurarsi un olio di argan puro, non addizionato cioè di altri oli. Come capirlo? Dal nome INCI che è Argania Spinosa Oil. La pianta da cui si ottiene l'olio di argan si chiama proprio argania spinosa: è un albero spinoso sempreverde che cresce in Marocco, appartenente alla famiglia delle Saponataceae.

Gli usi principali dell'olio di argan prevedono: frizioni sul cuoio capelluto, massaggi sulle lunghezze, impacchi pre-shampoo, uso come "balsamo naturale" da lasciare in posa prima dell'asciugare e styling finale con effetto lucidante.

Leggi anche: 10 maschere fai da te per capelli rovinati

Il massaggio sul cuoio capelluto con l'olio di argan

Si effettua con lievi pressioni dei polpastrelli che massaggiano la cute con movimenti circolari. Il massaggio sul cuoio capelluto con olio di argan favorirà la crescita pilifera, oltre che apportare relax ed eliminare lo stress, tra le concause dell'indebolimento dei capelli. In più, combatte desquamazioni e irritazioni conseguenti a dermatiti seborroiche che affliggono il cuoio capelluto di che ne è soggetto nei periodi di maggiore stress.

Subito dopo lava i capelli con uno shampoo neutro, e mai troppo sgrassante, altrimenti rischieresti di annullare i benefici apportati dall'olio di argan applicato in precedenza.

Impacco pre-shampoo all'olio di argan

Uno dei principali utilizzi dell'olio d'argan è di applicarlo come impacco prima dello shampoo sui capelli appena inumiditi: l'acqua funge da veicolante, che fa penetrare meglio i principi attivi nutrienti. 

Perché non va usato sui capelli asciutti? Non è una pratica sconsigliata tout-court, ma è meglio evitarla perché per motivi squisitamente chimici. In pratica, gli oli sciolgono altri oli: poiché la struttura dei capelli è composta da oli (il sebo è a tutti gli effetti un olio), applicare frequentemente l'olio di argan sui capelli asciutti può seccarli, anche se sembra un paradosso!

Per maggiori informazioni su come usare gli oli naturali sui capelli leggi qui.

Tornando al nostro impacco pre-shampoo, lascialo agire per almeno 20 minuti, e poi utilizza i prodotti detergenti come da tua routine. Pettina i capelli prima di sciacquare l'impacco: l'olio si distribuirà al meglio e ti aiuterà a districare i capelli per facilitarti l'asciugatura.

L'olio di Argan Naissance ha una formula leggera e non grassa, per rivelare la naturale bellezza dei capelli. Prodotto in Marocco, raffinato e puro al 100%, quest'olio nutre la pelle e rende i capelli soffici e voluminosi, rendendoli più forti e vitali. Il tutto, con un ottimo rapporto qualità prezzo.

Se invece vuoi potenziare l'effetto nutriente del tuo balsamo, aggiungi una goccia di olio di argan al tuo prodotto dopo-shampoo preferito, e sciacqua come di consueto. Da provare è Amirat Essaouira, olio di argan puro al 100% proveniente dal Marocco

L'olio di argan come trattamento leave-in

Per una piega liscia e luminosa, usa l'olio d'argan sui capelli tamponati a mo' di balsamo senza risciacquo: distribuiscilo sulle lunghezze servendoti delle dita, avendo cura di non strofinare i capelli tra loro, per evitare di sollevare le cuticole. Così facendo scongiurerai il più possibile l'effetto crespo.

In più, combatterai le doppie punte e districherai meglio i capelli. Da provare è olio di argan di The Body Source, made in Marocco 100%.

L'olio d'argan come anti-crespo

Applica l'olio di argan sui capelli quasi asciutti, per un immediato effetto lisciante e una protezione anticrespo che dura a lungo. In questo modo si crea un sottile film che protegge dall’aggressione di spazzola e phon e dagli effetti increspanti degli agenti esterni. Facilita lo styling, rende i capelli morbidi, setosi e brillanti.

Da provare: olio di argan di Simon&Tom.

Olio d'argan come protettivo in estate

Puoi utilizzare l'olio d'argan anche al mare per apportare continua idratazione ai capelli che, a causa della salsedine, si seccano e inaridiscono. Inoltre, profumeranno di buono!

Da portare con te in vacanza, scegli un olio ricco a base di oli naturali e particolarmente nutriente come Satin Naturel.

Scaldalo sfregando le mani, stendilo in maniera uniforme su tutta la lunghezza dei capelli, preferibilmente bagnati, dalla radice alle punte per proteggerli dalla secchezza causata da sole, salsedine e cloro delle piscine.

Leggi anche: Prodotti solari per capelli: i must have per una chioma al top anche al mare

Olio di argan come tocco finale dell'acconciatura

Infine, per rendere i capelli lucidissimi, applica non più di 2 gocce sulle punte a piega ultimata: avrai una chioma lucidissima a prova di invidia. Da provare: olio di argan di The Balanced Way.

Contenuto sponsorizzato: Donnamoderna.com presenta prodotti e servizi che si possono acquistare online su Amazon e/o su altri e-commerce. Ogni volta che viene fatto un acquisto attraverso uno dei link presenti in pagina, Donnamoderna.com potrebbe ricevere una commissione da Amazon o dagli altri e-commerce citati. Vi informiamo che i prezzi e la disponibilità dei prodotti non sono aggiornati in tempo reale e potrebbero subire variazioni nel tempo, vi invitiamo quindi a verificare disponibilità e prezzo su Amazon e/o su altri e-commerce citati.

Riproduzione riservata