Skincare per chi sta tante ore al pc: ecco cosa fare per idratare al meglio la pelle!

Occhi stanchi, pelle secca e piccole rughe sono alcuni degli effetti sulla pelle del viso di chi passa tanto tempo al pc. Ma perché succede e come porre rimedio? Te lo spieghiamo in questo articolo

Durante il lockdown la tecnologia è una delle nostre migliori alleate: per il lavoro ma anche per tenerci in contatto con parenti e amici. Tra smartphone, tablet e computer, passiamo tantissime ore davanti allo schermo. E questo non fa molto bene alla nostra pelle che richiede, in questo periodo, qualche coccola extra. Continua a leggere l'articolo per scoprire la migliore routine skincare per chi sta tante ore al pc.

Perché stare tante ore al pc può far male alla pelle

A dirlo sono gli studi che parlano di “digital aging”. L'invecchiamento precoce delle pelle è causato in parte dalla disisdratazione di cui le onde magnetiche emesse dal computer (note con il nome “luce blu”) e da tutti gli altri device telefonici sono responsabili. Queste onde, infatti, generano un surriscaldamento dei tessuti ricchi di acqua con conseguente disidratazione e deterioramento delle proteine di collagene che costituiscono la struttura portante della pelle causando, quindi, un vero e proprio stress ossidativo. Ma una soluzione esiste: basta adottare alcune buone pratiche che ti suggeriamo nel prossimo paragrafo.

Attenzione alla luce blu: i rischi ci sono, ma ti puoi difendere così

VEDI ANCHE

Attenzione alla luce blu: i rischi ci sono, ma ti puoi difendere così

Ecco cosa fare contro la luce blu tra dieta, skincare e regole di buon senso

Prima di tutto è bene agire con una dieta ad hoc ricca di acqua, e alimenti con omega 3, omega 6 e omega 9. Qualche esempio: pesce, cereali e frutta oleosa che aiutano a conquistare elasticità, morbidezza e turgore. La soluzione skincare? Un siero antiossidante abbinato a una crema da giorno. Infine qualche regola di buon senso da rispettare: fai attenzione alla posizione che assumi davanti alla scrivania, se possibile usa degli sgabelli ergonomici. Ti consigliamo anche una pedana per i piedi perché favorisce la circolazione, soprattutto se trascorri molte ore davanti al PC. Ultima accortezza: gli occhi si stancano facilmente, fai delle pause e anche degli esercizi mirati per evitare che si formino le piccole rughe lungo il contorno occhi.

L'importanza del facial mist

Non solo un siero e una crema ad hoc per il viso. Per combattere la disidratazione dovuta a questa lunga esposizione alla luce blu, ti suggeriamo di tenere sempre a portata di mano un facial mist per dare un boost di idratazione al viso: è un prodotto fondamentale nella routine skincare per chi sta tante ore al pc. Ottime sono anche le acque termali che regalano un’immediata sensazione di freschezza. Una volta vaporizzate, puoi massaggiare leggermente il viso per favorirne l’assorbimento, procedendo sempre dal basso verso l’alto.

Acqua termale spray: una “pioggia” leggera e rinfrescante sul viso

VEDI ANCHE

Acqua termale spray: una “pioggia” leggera e rinfrescante sul viso

Skincare per chi sta tante ore al pc: attenzione alle occhiaie

Come già detto, la lunga esposizione allo schermo può causare segni visibili di affaticamento lungo il contorno occhi. Il risultato? Occhiaie, borse e occhi arrossati (in questo caso non dimenticare di utilizzare un collirio ad hoc!). D'altra parte la zona perioculare è quella più delicata e quindi può risentire maggiormente dello stress da “digital addiction”. Non dimenticare quindi un prodotto per il contorno occhi defaticante, da applicare sia la mattina sia la sera a fine giornata lavorativa. Esistono prodotti sia in crema sia in gel che possono essere conservati in frigo per un effetto super icy e super rivitalizzante immediato. In alternativa puoi optare per dei patch, molto comodi perché agiscono sulla zona senza che tu te ne renda conto!

La maschera notte

Non dimenticare, infine, tutti i trattamenti serali, fondamentali nella routine skincare per chi sta tante ore al pc. Generalmente più ricchi e nutrienti, si applicano prima di andare a letto e si lasciano agire per tutta la notte. Qualche esempio? Un olio o maschera viso nutriente e idratante, sia in crema sia in tessuto (in questo caso va lasciata in posa per circa 15 minuti). Ma come scegliere quella giusta per te? In realtà non esiste una maschera giusta o sbagliata. «La scelta di una particolare tipologia di maschera è una questione soprattutto soggettiva non necessariamente correlata a una loro minore o maggiore validità – spiega Linda Tiraboschi, cosmetologa AIDECO (Associazione Italiana di Dermatologia e Cosmetologia)  -. Il continuo sviluppo della moderna dermo-cosmetologia ha infatti reso possibile la formulazione di diversi prodotti in maschera, tutti con buona efficacia: da quelle in TNT (tessuto non tessuto), alle peel-off, alle più tradizionali in crema o gel».

Come scegliere la maschera viso

Quello che influenza maggiormente il consumatore sono caratteristiche come la texture, la praticità di applicazione e il formato mono uso. Ma anche gli ingredienti hanno un ruolo importante. Nel caso della skincare per chi sta tante ore al pc molto utili possono essere «idratanti e umettanti come l’acido ialuronico a diverso peso molecolare o componenti nel NMF – Natural Moisturazing Factor, per il ripristino del fisiologico film idrolipidico epidermico. Oppure ingredienti antiossidanti, come la vitamina C o suoi derivati per conferire luminosità dell’incarnato e proteggere dall’inquinamento urbano. Lenitivi, decongestionanti ed emollienti come per esempio i numerosi estratti di Aloe o Malva, Camomilla e Altea sono perfetti per ridurre eventuali rossori cutanei e favorire la funzione barriera della pelle».

Riproduzione riservata
dmbeauty

2.444 posts 403k followers

Make up your life

Beauty cards