La dieta delle star

Come fanno le celebs a essere sempre al top della forma, anche subito dopo una gravidanza? Ovviamente seguono una dieta. Ma quale?

Gwyneth Paltrow, Jennifer Aniston, Cameron Diaz, Jessica Alba, Penelope Cruz... Le vediamo sempre in splendida forma e non è solo merito di madre natura, ma anche delle loro scelte alimentari non sempre corrette ed equilibrate.

C'è chi si affida al regime Dukan, spesso criticato per il suo essere iperproteico e dannoso - a lungo andare - per le funzionalità renali, chi segue scrupolosamente regimi alimentari messi a punto dai propri personal trainer, chi non rinuncia a periodi di detox rigido e restrittivo e anche chi ha provato la discussa dieta Lemme, della quale ancora oggi si parla e il cui creatore è stato più volte contestato da oncologi e medici specialisti.

Per fortuna c'è anche ci non rincorre il dimagrimento rapido a tutti i costi e si affida a diete più equilibrate - come la Zona o la Weight Watchers - per perdere peso sì, ma senza compromettere la salute.

La dieta Dukan di Penelope Cruz

Se in soli 6 mesi, Penelope Cruz ha recuperato una forma smagliante dopo il parto, pare essere merito della discussa Dieta Dukan, regime iperproteico che l'avrebbe portata a perdere ben 15 kg senza costringerla a rinunciare ad allattare suo figlio.

In cosa consiste la dieta Dukan? Si comincia con dieci giorni in cui vengono eliminati del tutto i grassi e ci si nutre quasi esclusivamente di proteine. Dopo si possono aggiungere gli ortaggi, preferibilmente quelli di stagione.
Poi c’è una fase di mantenimento, per conservare il peso raggiunto, visto che dopo una dieta, soprattutto se rapida e restrittiva (dal punto di vista qualitativo) come la Dukan, si tende a recuperare in fretta il peso. In questa fase si può integrare del pane, la frutta e due porzioni di carboidrati al giorno.

L’ultima fase, quella di stabilizzazione, prevede il ritorno alla dieta normale.

La dieta alcalina di Uma Thurman

Quella seguita da Uma Thurman - ma non solo, anche Sarah Ferguson ne è un'adepta -, più che una dieta è un vero e proprio approccio olistico: «una filosofia della nutrizione che garantirà buona salute e perdita di peso nel caso in cui ce ne sia bisogno», così la descrive Stephan Domenig direttore sanitario della clinica Mayr e ideatore di questo regime.

Il segreto sta nel trovare il giusto equilibrio tra cibi acidi. Secondo questo approccio, molti problemi di salute sono causati proprio da ambienti acidi che rendono le cellule meno efficienti e incapaci di eliminare le tossine.

«Per migliorare l’alcalinità – suggerisce Domenig – non consigliamo di mangiare esclusivamente alimenti alcalini. Il migliore equilibrio acido-basico su cui puntare è costituito da due parti di cibo alcalino e da una parte di cibo acido. Un rapporto 2:1 ad ogni pasto».

Gli acidi più forti sono nelle proteine animali, nell’alcol, nella caffeina e nello zucchero; gli acidi più deboli nelle proteine vegetali. Mentre gli alimenti alcalini comprendono gran arte delle verdure, frutta, oli a spremitura a freddo, granaglie ed erbe.

La dieta Weight Watchers di Jennifer Hudson

L’attrice e cantante ha dichiarato di aver perso peso seguendo il celebre programma Weight Watchers che assegna a ogni alimento un punteggio.

La dieta Weight Wachers è una dieta bilanciata ed equilibrata che va seguita per un periodo di circa cinque settimane per poi passare a una fase di mantenimento.
Dal punto di vista pratico è conosciuta anche come “dieta a punti” perché assegna a ogni alimento un punteggio sulla base dell’apporto calorico, contenuto in grassi e in fibre.

Ciascuno, sulla base di età, sesso, peso, altezza e stile di vita, ha una sorta di “budget” di punti che deve esaurire durante la giornata.

La dieta si articola in tre pasti al giorno e le bevande alcoliche e gassate sono vietate. Come in tutte le diete è consigliato bere molto, almeno 1 litro e mezzo di acqua al giorno.

La dieta Lemme di Manuela Arcuri

Manuela Arcuri è una delle poche sostenitrici della dieta Lemme, un regime per niente equilibrato - e per questo tutt'oggi al centro di polemiche - ideato dal farmacista Alberico Lemme e che si basa su di un percorso alimentare diviso in due fasi, di dimagrimento e di mantenimento.

Secondo la dieta Lemme è possibile dimagrire velocemente combinando correttamente i cibi giusti e assumendoli in determinati momenti della giornata.

Il regime nutrizionale si basa infatti sulla biochimica degli alimenti; a ricoprire un ruolo essenziale in questa dieta lampo non sono più le calorie ma le reazioni prodotte dal cibo una volta ingerito.

Cosa si mangia, in concreto? Colazione a base di pasta, pranzo e cena a base di carne e pesce, ricchi di proteine. Esclusi zucchero, dolcificanti, sale, pane, latte, formaggi e aceto, e consentiti i grassi come l’olio extravergine d’oliva, il tè, il caffè e le spezie e tutte le diverse forme di cottura, frittura compresa. Tutti gli alimenti elencati possono essere assunti illimitatamente e nella prima fase sono assolutamente escluse verdura, frutta e attività fisica.

La dieta a Zona di Jennifer Aniston
Riproduzione riservata
dmbeauty

2.444 posts 403k followers

Make up your life

Beauty cards