Milano Fashion Week PE 2021: le tendenze beauty che più abbiamo amato

Le tendenze make up e capelli che più ci hanno colpito in questa Milano Fashion Week che tenta di trovare nuovi linguaggi per la bellezza

Nell'anno del Covid-19 il mondo del fashion system cerca di riscrivere i propri codici, di fronte alla necessità di affrontare la cosiddetta "nuova normalità" in cui l'istanza è trovare nuovi linguaggi per raccontare la realtà. E lo fa a partire (anche) dalla bellezza. Vi raccontiamo le tendenze beauty più belle della Milano Fashion Week PE 2021.

Il rossetto rosso di Max Mara è una promessa per il futuro

La pandemia ha inflitto un duro colpo a tutte le lipstick addicted. A causa delle mascherine, secondo un'indagine Nielsen le vendite dei rossetti durante il lockdown sono calate oltre il 70%. Max Mara decide di rendere protagonista della passerella per la collezione Primavera Estate 2021 delle red lips piene e brillanti. Ricostruiamo il futuro a partire dal rossetto rosso, simbolo di forza di volontà e determinazione, per un nuovo Rinascimento all'insegna della femminilità.

I rolls rétro di Fendi raccontano la nostalgia della dimensione domestica del passato

È proprio nei momenti di grande incertezza che ci rifugiamo nei dolci ricordi del nostro passato, trovando rifugio in una dimensione nostalgica della sicurezza domestica. E così, l'hairstyle per Fendi curato da Sam McKnight (mentre il make up è stato curato da Peter Philips per Dior) collega il passato dei rolls d'ispirazione anni '30 che si realizzavano con i bigodini con la donna contemporanea, attraverso un raccolto scultura dal sapore rétro futurista.

Prada ci insegna un nuovo minimalismo della bellezza

Una delle collaborazioni più attese quella tra Miuccia e Raf Simons che si traduce in un beauty look all'insegna dell'ormai iconico minimalismo del brand, attraverso uno sguardo ancora più contemporaneo fatto di grafismi "vissuti". Il tratto distintivo del beauty look è infatti l'hairstyle creato da Guido Palau per ghd (al make up Pat McGrath), caratterizzato da un vero e proprio doppio taglio dove la frangia arriva fino a sotto gli occhi o addirittura a tendina fino gli zigomi, per un effetto grown-out.

La forza della gentilezza illumina la bellezza glowing Alberta Ferretti

È la gentilezza la forza che ci guiderà in questi tempi difficili e ci darà il coraggio per affrontare il futuro. Questo il messaggio di Alberta Ferretti che traduce in un beauty look - realizzato dal team di make-up artist L’Oréal Paris per Hiromi Ueda - dalla bellezza naturale, senza sovrastrutture, e con una luminosità che irradia dall'interno. La base radiosa con un tocco di blush rosato racconta tutta la determinazione di una donna che plasma la realtà attraverso la sua grazia.

L'inclusività genderless degli hairstyle N21

La collezione di Alessandro Dall'Acqua crea un nuovo linguaggio dello stile che uomini e donne possono utilizzare in comune, rendendosi di immediata comprensione e superando i limiti della moda per come l'abbiamo intesa in senso convenzionale fino a oggi. Il focus del beauty look è l'hairlook - realizzato dal team di TONI&GUY Italia diretto da
Ramona Eschbach con il supporto di Fabrizio Palmieri - genderless dalla vibe grunge, per mettere in risalto la naturale texture del capelli

Il wet look da sirena metropolitana di Versace

Il mondo immaginifico di Versacepolis vede emergere dalle acque delle sirene iper-femminili e metropolitane, dove l'hairlook firmato da Paul Hanlon gioca il ruolo di protagonista con un wet look estremo, portato quasi al paradosso, dove le ciocche sono sapientemente modellate con il gel dal finish ultra brillante. Per ricreare l'effetto pelle bagnata la make up artist Lucia Pieroni ha realizzato un look dewy, con labbra tinte di rosso corallo brillante.

I Sixties French-chic di Ports 1961

L'intramontabile fascino di Françoise Hardy e di tutte le ragazze francesi della rivoluzione giovanile degli anni '60 prende vita nel beauty look creato per Ports 1961 da Guido Palau per ghd, attraverso un hairstyle di ispirazione Sixties molto semplice e versatile da portare, tra volumi soffici e onde morbide, con un tocco boyish sui ciuffi lasciati cadere naturalmente ai lati del viso.

L'essenza della più pura eleganza di Giorgio Armani

Giorgio Armani si conferma come il più grande innovatore, attualizzando concretamente il concetto di democratizzazione, portando la moda direttamente sugli schermi tv della prima serata. L'ha detto e ribadito più volte: il fashion system deve ascoltare e andare incontro alle persone e mettere un freno a ritmi che non sono più sostenibili. La collezione per la Primavera Estate 2021 trasmette ancora una volta la sua eleganza più pura, nel segno della misura. Linee fluide e morbidezza che ben riflettono lo specchio dei tempi e che ritroviamo nel beauty look firmato Armani Beauty, la sublimazione di un nude look dalla pelle immacolata e perfezionata. Linda Cantello, Giorgio Armani International Make-up Artist, spiega che è un make up pensato per durare, con un effetto faux nude molto sofisticato e un perfetto bilanciamento fra texture matte e luminose. L'hairlook è un raccolto dall'eleganza effortless, una riga laterale e un effetto wet sulle radici ad accompagnare il ciuffo che viene portato dietro l'orecchio.

I colori pastello washed di Valentino

Il mondo onirico di Valentino si traduce in diverse tipologie di beauty look. Uno dei nostri preferiti è delicato e deciso allo stesso tempo, in cui i colori pastello per capelli e trucco diventano traslucidi, appenna accennati, per un look washed-out dalle tinte fatate e sognanti (ma con un tocco grafico per dare grinta). A fare da contraltare un altro beauty look must da copiare per la prossima stagione: frangetta pari e eyeliner nero graffiante, con codina estrema. L'hairlook è stato affidato a Guido Palau per ghd, mentre il make up è realizzato da Pat McGrath.

Riproduzione riservata
dmbeauty

2.444 posts 403k followers

Make up your life

Beauty cards