come usare la cipria

Una storia tutt'altro che polverosa

In principio, era una polvere di riso (o di fava o di farina). In seguito si è arricchita di talco (spesso profumato) e ossido di zinco (per proteggere la pelle). Oggi, le ciprie più nuove sono in silicio, con polveri micronizzate che scompaiono letteralmente sulla pelle.

Una bella evoluzione, certo, ma sostanzialmente la formula della cipria è quella di una volta, creata curiosamente dai farmacisti (e non truccatori, come ci si aspetterebbe).

Dimenticata da molte donne, amata da tante altre, la cipria è un vezzo, oltre che un trucco. Tutti i segreti della cipria, comprese le curiosità e le novità, svelate dalla make up artist Stefania Misserianni.

Nell’universo della cipria, alla scoperta di tutti i suoi segreti

In polvere o compatta, per quali tipi di pelle, come si usa...questo ed altro ancora in un viaggio affascinante nel più storico dei trucchi

Svolge due importanti funzioni: evita la formazione di zone lucide sul viso e fissa la tenuta del fondotinta e del correttore. È il gesto di bellezza indispensabile per avere una base perfetta per tutto il giorno.

Un museo dedicato solo alla cipria
Lo sapevate che la cipria, così com'è adesso, è stata inventata dagli Italiani nel XVI secolo? I quali l'hanno esportata aParigi, dove ha subito varie trasformazioni per rispondere alle esigenze dell'epoca. Pare che in origine fosse rossiccia o giallastra per dare sfumature dorate alle parrucche; solo verso il '700 divenne bianca per smorzare il pesante trucco rossiccio delle dame.

Ed è proprio a Firenze che si può ammirare il museo delle ciprie, una suggestiva stanza che espone una rara collezione di scrigni e scatolette, realizzati in materiali più o meno preziosi e decorati a mano, oppure incisi. Gli oltre 100 portacipria sono appartenuti alle fanciulle di tutto il mondo dal 1500 al secolo scorso, comprese nobildonne e principesse.
Il museo è in via dé Tornabuoni a Firenze presso Bar à parfum di Olfattorio.

Curiosità
A testimonianza che un gesto frivolo come quello di incipriarsi il naso fa parte della cultura dell'umanità, concorre tutta una tradizione farmaceutica. Fino all'800 la cipria era usata anche dagli uomini per spegnere la sensazione di bruciore dopo la barba.

Una selezione di ciprie (libere e compatte) a prezzo scontato.

 La cipria amata da Catherine Deneuve Creata nel 1881 dal farmacista omonimo parigino, la cipria LeC

La cipria amata da Catherine Deneuve
Creata nel 1881 dal farmacista omonimo parigino, la cipria LeClerc è rimasta intatta come allora. Nella sua formula e packaging.
È stato scritto che la cipria è un mistero sottile e volatile, straordinariamente capace di creare fascino e di nascondere con leggerezza impareggiabile piccole imperfezioni che non si vogliono rivelare.

 In polvere o compatta?La cipria in polvere si usa per un maggiore fissaggio del trucco, a differenz

In polvere o compatta?
La cipria in polvere si usa per un maggiore fissaggio del trucco, a differenza di quella compatta che deve essere usata per il mantenimento del trucco durante la giornata.

Come e dove si applica la cipria

La cipria si applica con il piumino in  velluto o con il pennello?
"Con il piumino si otterrà un maggiore effetto opacizzante e polveroso. Nelle zone di difficile accesso, come gli angoli degli occhi, i lati del naso e della bocca, si può piegare il piumino in due. Mentre con il pennellone l'effetto finale sarà più trasparente. Si usa con movimenti rotatori" - spiega la make up artist Stefania Misserianni.

Dove si applica?
Bisogna insistere sulle zone che tendono a diventare lucide, come mento, naso e fronte (la cosiddetta zona T). Il prodotto deve essere applicato in quantità minime, pena l'effetto gessoso. Le particelle di polvere, infatti, penetrano all'interno di prodotti cremosi o fluidi (come il fondotinta), asciugandoli e fissandoli. In questo modo li rendono più stabili e duraturi.

Sarà più facile poi applicare successivamente terre e fard, senza macchia.
Il consiglio in più
Evitare di applicare la cipria sulle palpebre, prima di stendere la matita: questa non scriverà!  

Scegliere il colore della cipria

Come scegliere il colore giusto della cipria?
"Va scelto in base alla tonalità del fondotinta utilizzato. - risponde la make up artist Stefania Misserianni - anche se è bene distinguere i 2 grandi gruppi dei colori delle ciprie: 1) le trasparenti fissano il fondotinta senza alterarne il colore. Oltre al colore "neutrale", che va bene per tutte le carnagioni, in commercio esistono polveri leggermente pigmentate che vanno dai beige chiari a quelli più scuri. Per questo motivo è molto importante scegliere una cipria mai più scura;
2) le colorate in grado di rinforzare le correzioni delle discromie della pelle. Esistono verde, viola, albicocca, bianche ecc".

Le ciprie colorate correttive

A cosa servono le ciprie colorate?

"Sebbene possa sembrare che dia un apporto minimo, il colore serve a correggere le discromie oppure ad enfatizzare coloriti molto chiari o, al contrario, ambrati. Ancora: le ciprie colorate servono a ravvivare una carnagione spenta oppure a neutralizzare il rossore" - spiega la make up artist Stefania Misserianni.

Nella foto le celebri polveri colorate della cipria più antica del mondo, LeClerc. Dall'alto in senso orario:

- Rosa, illumina le carnagioni mediterranee. Sconsigliata sulle pelli che tendono ad arrossarsi
- Albicocca, ideale per le carnagioni delle rosse, dal sottotono aranciato e con lentiggini; oppure per quando si è abbronzate.
- Verde, per contrastare i rossori
- Lilla, per illuminare una carnagione chiarissima.

Sullo sfondo, la celebre cipria 'gialla', color banana, ideale per illuminare tutti i tipi di colorito, e la neutrale, per fissare il trucco.

Problemi tipici da cipria

Questioni tipiche da cipria

Ho l'impressione che la cipria tenda a coprire la trasparenza della pelle. Cosa fare?
Dopo aver applicato la cipria, elimina l'eccesso con un pennello morbido, poi 'strofina' leggermente con i polpastrelli per ammorbidire l'effetto.

La pelle è sempre lucida: come rimedio?
Prima di applicare la cipria, vaporizza sul viso dell'acqua fredda (va bene anche l'acqua termale), quindi tampona con una velina e applica la cipria con un piumino di velluto.

Ciprie iridescenti e HD

Cosa sono le ciprie iridescenti?
Sono polveri pressate o libere che contengono microparticelle che riflettono la luce, il che rende il prodotto maggiormente luminoso, ma poco adatto ad opacizzare.

E le ciprie HD, invece?
Chiamate anche ciprie dell'Era Digitale, sono ciprie di ultima generazione pensate per gli schermi ad alta definizione di tv e fotocamera (HD sta per High Definition): mentre opacizzano la pelle, ne riflettono la luce, creando un effetto visivo molto gradevole. Le polveri sono altamente micronizzate, in modo da ottenere un effetto super trasparente. Di solito non contengono talco ma silicio.

Ciprie in polvere da provare

Ciprie in polvere, più indicate per il beauty case "casalingo". Difficili da portare in giro, sono perfette per fissare il trucco, appena realizzato nella stanza da bagno. E per togliere la lucidità lasciata naturalmente da fondotinta, bb cream e correttori.

Dall'alto in senso orario:

- Ceramide Skin Smoothing Loose Powder, cipria in polvere di Elizabeth Arden
Grazie alle Ceramidi, idrata la pelle, evitando la sensazione di "asciugarla" troppo. Per questo motivo è indicata anche per pelli secche o con rughe. Disponibilità in 3 tonalità.

- Haute-Definition Naked skin Cipria in polvere di Urban Decay (esclusiva Sephora). Non si limita a fissare il trucco, ma maschera le piccole imperfezioni. È infatti coprente e applicabile a strati. La sua formulazione rende il viso al meglio sotto ogni luce. Disponibile in 4 tonalità.

- Poudre T.LeClerc, la cipria più antica del mondo, formulata con l'antica ricetta del 1881 da Théophile LeClerc, rinomato farmacista ed esteta della Parigi dell'epoca. L’astuccio di alluminio colore argento, con la scritta ed il fregio in rilievo, deliziosamente retro, è ancora esattamente come il modello originario. Disponibile in ben 15 tonalità: dalla più trasparente alla più correttiva.

Ciprie compatte da provare

Pratiche da portare in giro, le ciprie compatte sono più indicate per i ritocchi durante la giornata. Asciugano l'oleosità che si forma naturalmente sul viso, rinfrescano il colorito, levigano l'aspetto della pelle.
Gli ultimi packaging sono fatti in modo di resistere agli urti, scongiurando il rischio "sbriciolamento" in borsa.

Dall'alto in senso orario:

- Per pelli sensibili: Defence Make Up, Cipria compatta di Bionike. Priva di nikel come tutta la linea, contiene un complesso illuminante “Glow Factor”, dalle straordinarie proprietà anti stress e anti radicali liberi. La Vitamina E protegge dai danni dei radicali liberi e contrasta lo stress ossidativo.

- Per pelli miste e grasse: Extreme Matt, fondotinta in polvere compatta di Pupa. Pur essendo un fondotinta, lo abbiamo inserito tra le novità in fatto di cipria, poiché è formulato come una cipria, cioè in polvere e leggero. Opacizza grazie alla polvere di riso dalle proprietà sebo assorbenti. L'estratto di Lilium restringe i pori.

- Per tutti i tipi di pelle: Pressed Powder, cipria compatta di NARS (esclusiva Sephora). Leviga la grana della pelle per una carnagione radiosa. Riempie le linee sottili e pori. La sua texture ultra-fine non si accumula sulla pelle.

Pennello e piumino per applicare la cipria

Per applicare la cipria:

- Nuovo pennello per polveri L'Oréal Paris. Realizzato in fibre sintetiche di alta qualità (A-Grade in fibra pbt), permette di stendere la cipria in modo aerografico, senza cioè anti-estetici accumuli di prodotto. Evita inoltre l'effetto "viso infarinato", dato che i peli catturano la giusta quantità di polvere. Cruelty free 100%.

- Piumino Douglas: indicato per applicare talchi profumati sul corpo oppure ciprie in polvere con effetto più coprente. Perfetto anche per le nostalgiche, amanti degli oggetti dal gusto retrò.

Le ciprie per il corpo

Anche il corpo si incipria! Per dare un'immagine di sé molto curata e lasciare una scia delicatamente profumata. La scena evoca una gestualità squisitamente femminile che va al di là di un piacere estetico, per sconfinare nel campo delle coccole.

Ciprie per il corpo con:

- Pagliuzze e brillantini
Totally Shimmer di Deborah Milano. Rilascia bagliori dorati ad ogni spruzzo.

- Profumo di freschezza
Chance Eau Tendre Parfum Poudre Scintillant di Chanel. Una cipria talcata che illumina il corpo, inonddolo della profumazione fiorita-fruttata di Chance Eau Tendre.

Riproduzione riservata
dmbeauty

1508 posts 337k followers

Make up your life

Beauty cards