Dalla clean beauty alla sperimentazione con i colori, ecco cosa ama la generazione Z

La Generazione Z sta rivoluzionando il settore della bellezza complici le nuove tendenze beauty che qui vi raccontiamo

Dopo tanti anni in cui tutti i brand hanno parlato (quasi esclusivamente) al target dei millennial, la rivoluzione del settore della cosmetica è in mano a un nuovo target, ancora più dinamico, particolare e giovane (sono i nati dal 1995 al 2010): la generazione Z che, secondo uno studio del 2017 di IBM e National Retail Federation, include più di due miliardi di persone con un potere di acquisto pari a 55 miliardi di dollari. Naturale comprendere perché la generazione Z stia dominando tutte le discussioni online e le strategie del mercato della bellezza. Ma quali sono le caratteristiche, gli interessi e le tendenze beauty più amate dalla gen Z (di cui molte #dmbeauties fanno parte?). Ve lo raccontiamo in questo articolo!

Generazione Z e bellezza come self-expression

La bellezza? Un modo per esprimere se stessi contro tutte le convenzioni sociali in nome dell'autenticità, un valore imprescindibile. Inclusività e body positivity sono i main trend che fanno parte del DNA di questa generazione. Più che tendenza, quindi, qualcosa che resterà per sempre un driver fondamentale delle loro scelte. Prendi per esempio la blogger Grace Victory e il suo canale Youtube “The Ugly Face of Beauty”, in cui parla liberamente del suo corpo e della sua immagine rifuggendo dagli standard di bellezza imposti dalla moda o da altri: è questa la forza della gen Z. Parlare di sé, abbracciando l'individualità.

No perfection

Pelle perfetta e corpo stile Barbie? Non sono argomenti d'interesse. Al contrario, è quasi liberatorio fotografarsi senza nascondere la propria acne (follow the hashtag #acnepositivity che ormai conta centinaia di migliaia di post). Oggi più che mai è Tik Tok il canale social su cui le ragazze e i ragazzi della gen Z interagiscono di più per ottenere informazioni sui prodotti, per condividere la propria esperienza e anche per transformarsi in veri e propri imprenditori, una volta ottenuta la notorietà.

Acne positivity: come cambia il modo di parlare della nostra pelle

VEDI ANCHE

Acne positivity: come cambia il modo di parlare della nostra pelle

Clean beauty, charity e nuovi brand

Li chiamano kidCEO e si sono lanciati lì dove il mercato dei coetanei raccoglie più consensi: personalizzazione del prodotto e clean beauty con ingredienti a km zero, rigorosamente cruelty free. È il caso di Zandra Beauty, marchio fondato da Zandra Azariah Cunningham, una 19enne di Buffalo, New York, che ha iniziato producendo balsami per labbra e burri per il corpo sin dalla giovane età e poi, nel 2017, ha lanciato una linea completa di prodotti naturali per la pelle compresi, deodoranti, scrub e bagnoschiuma.

Ma è solo una fra le tante storie. Come Nudestix, fondata dalle sorelle adolescenti Ally e Taylor Frankel, insieme alla madre e, ancora, Beauteque – una linea ispirata alla bellezza coreana - creata da Elina Hsueh quando aveva 16 anni. Il punto di partenza di queste storie? Inventare qualcosa che sul mercato non c'è o, se c'è, non soddisfa i bisogni di un target giovane che vuole prodotti naturali e delicati sulla pelle ma efficaci. Il mix di intuito, spirito imprenditoriale e social media è alla base del loro successo. Con un occhio sempre attento a ciò che succede nel mondo, e volto a "fare del bene". Zandra Beauty, per esempio, dona il 10% dei profitti a un'associazione che promuove l'istruzione delle ragazze mentre la più famosa Kylie Jenner, founder di Kylie Cosmetics, ha fatto una cospicua donazione a Teen Cancer America.

Colori e voglia di sperimentare per la generazione Z

Non solo rispetto dell'ambiente e bellezza sostenibile. La parola d'ordine della gen Z è sperimentare e giocare con i colori, senza distinzioni di razza e genere. Ombretti, rossetti, fondotinta, glitter e strass non mancano nel beauty case ma, come anticipato, sono tutti prodotti scelti soltanto dopo aver dato un occhio alle recensioni online. E se si è soddisfatti...si cambia! Anche perché il mercato di riferimento è davvero internazionale. Non resta che sperimentare, senza limiti. E non solo per tutto quello che riguarda il make-up: capelli e nail sono altrettanto terreni fertili. Ecco quindi alcune delle tendenze beauty più gettonate dalla gen Z, tutte assolutamente da copiare!

Generazione Z: le tendenze beauty da copiare

Basta scorrere Tik Tok e Instagram per capire al volo tutto quello che detta tendenza nella gen Z. Se hai anche tu voglia di provare qualcosa di nuovo, lasciati ispirare da questi trend che abbiamo selezionato per te.

Ombretti coloratissimi

Hanno texture diverse (creme a polvere insieme) e sono applicati con le dita per dar vita a smokey eyes assolutamente originali. E per chiudere un velo di gloss o una cascata di glitter effetto 3D per sigillare l'eye look...davvero cosmico!

Glitter mania

Su palpebre, gote e labbra dal finish super catchy e brillantissimo per fare proprie le fantasie più adolescenziali.

Unghie arcobaleno

Un colore diverso per ogni unghia. La mismatched manicure è un must per la gen Z: perché non provarla subito?

#crafthaircolor

Infine, un hair trand dal carattere eccentrico. Si tratta di colorazioni bicolor che portano a un next level la tecnica del framing creando degli originalissimi contrasti di colore, per esempio fra la parte anteriore e quella posteriore, tra la frangia e il resto della chioma, senza seguire una tecnica precisa e definitiva. Insomma, finalmente la libertà che tutte vogliamo. Anche fra i capelli.

Riproduzione riservata
dmbeauty

2.444 posts 403k followers

Make up your life

Beauty cards