pennelli da trucco

Contouring: sì, ma con quali pennelli? Ecco quali scegliere

Le dritte del make-up artist per scolpire il viso con gli strumenti giusti. Facilità e velocità sono assicurate!

Parafrasando un famoso libro di self-made, possiamo dire con convinzione: è facile fare il contouring se hai i pennelli giusti! La regola da fissare in mente? Sì ai pennelli piccoli e di precisione, no a quelli grandi e larghi. Essendo più difficili da maneggiare, questi ultimi annullano ogni tentativo di scolpire il viso.

Per il contouring, via libera, quindi, ai pennelli angolati (con cui stendere le tipice strisce da sfumare). E gli altri? Quali servono davvero? Andiamo con ordine, seguendo la sequenza di utilizzo.

Pennello angolato, ideale per applicare le polveri scure per il contouring

Pennello angolato, ideale per applicare le polveri scure per il contouring

Contouring: pennelli per i "prodotti scuri"

In polvere, in crema o in stick le tonalità scure dei prodotti per il contouring servono a contornare (in senso letterale il viso). Se preferisci usare la terra, sceglila sempre leggera e opaca, senza alcuna traccia di brillantini.

«L'ideale è una via di mezzo tra una cipria e una vera terra. Il colore non deve essere mai troppo aranciato, ma sempre abbastanza freddo, in modo che si amalgami bene con la carnagione e non sembri finto. Va usata sempre dopo aver fissato il fondotinta con la cipria: altrimenti corri il rischio che si "appiccichi" alla pelle creando delle antiestetiche macchie, difficili da sfumare» - spiega il make-up artist Luigi Tomio, make-up director di Estée Lauder.

Quali pennelli per creare le strisce scure sotto gli zigomi? «Ci vogliono pennelli allungati in senso orizzontale e con setole fitte: ti consentiranno di definire bene le zone da scolpire».

La forma del pennello? «Angolato, tondeggiante o piatto non fa differenza, poiché molto dipende dal tuo viso e da come ti trovi più comoda».

Pennello dalle setole corte e piatte per il contouring. Serve ad applicare la terra sotto lo zigomo, ma anche lungo la linea della mascella e del mento, qualora abbia un viso che necessiti di essere sfilato. La sua forma triangolare permette di stendere più prodotto dove è necessario, cioè nei punti in cui il viso è più largo, come l'attaccatura dei capelli. Ideali per polveri, consente di sfumare fino a far sparire la famosa striscia con cui hai tratteggiato il viso. Di Dior Backstage.

La particolare forma di questo pennello permette di realizzare un contouring in poco tempo. Se guardi bene le setole, non sono assemblate solo in modo angolato ma anche arrotandato: è un'idea furba per seguire l'incavo che si crea sulla guancia subito sotto l'osso zigomatico. La doppia fibra sintetica è adatto sia per i prodotti in polvere che in crema, ovviamente da sfumare. Di MAC.

Pennelli per naso, mascella, fronte e mento

Oltre che per gli zigomi, i pennelli angolati stretti (come quelli suggeriti in alto) sono adatti anche per le altre zone del viso che desideri affinare. Qualche esempio? I lati del naso (se questo è largo), la mandibola pronunciata, il mento appuntito o il doppiomento. Basta utilizzare la parte più stretta e usare il pennello di punta.

Pennelli per velocizzare l'operazione contouring

A volte però potresti non avere né tempo né voglia per una tecnica di sculpting così precisa. E solo l'idea di sfumare all'infinito le "strisciate" di colore ti fa rinunciare in partenza. In questi casi arrivano in soccorso i pennelli che potremmo definire scorciatoia, in quanto accorciano decisamente i tempi. A differenza dei pennelli angolati, tratteggiano linee meno definite, diventando così perfetti per un contouring soft.

Pennello flat di It Cosmetics: una striscia orizzontale di setole piatte per applicare e poi sfumare sia le polveri scure che gli illuminanti. È un pennello adatto a chi è alle prime armi con il contouring, ma anche a chi desidera un risultato veloce e armonico. In esclusiva da Douglas.

Cheek-Hugging Bronzer 190 è un pennello angolato che avvolge guance, tempie e mento. Adatto per contouring soft e coloriti effetto sunkissed. Il viso acquista subito un'aria più sana e scolpita con dolcezza. Di Fenty Beauty, in esclusiva da Sephora.

Pennelli per l'illuminante

Hai steso la terra, l'hai sfumata bene fino a farla sparire, e il viso appare più sfilato. Per renderlo ancora più bello, ci vuole l'illuminante che dia quel tipico effetto in 3D. Va applicato al centro del viso, per far cadere l'attenzione sulle zone del volto più in vista, come fronte, dorso del naso, zigomi, arco di Cupido, parte centrale del mento. «L'illuminante è, inoltre, un trucco segreto per evitare che balzi all'occhio la definizione un po' in diagonale ottenuta grazie alla terra».

Le setole di questo pennello sono assemblate in modo non troppo fitto e in senso verticale. È una struttura adatta ad applicare l'illuminante in modo preciso, cioè senza rischio di dispersione del prodotto. Con un pennello così sottile, puoi illuminare anche le zone del viso più piccole, come ad esempio l'area sopraccigliare, sopra e sotto il sopracciglio.

Sei una vera esperta del contouring? Con questo tipo di pennello puoi stendere l'illuminante in quella "zona di confine", che si crea tra l'osso dello zigomo e la mandibola, entrambe oscurate dalla terra. Di Sigma.

Il blush dopo aver scolpito il viso

Sorridi e applica un tocco di fard lì dove si forma il pomello paffuto della guancia. Con quale pennello? Hai a disposizione due scelte: il pennello obliquo, le cui setole sono state tagliate con un piano trasversale; oppure un pennello più tradizionale dalla punta arrotondata ma non troppo largo.

Né troppo arrotondato né troppo affusolato, il pennello N.15 per blush di Estée Lauder è perfetto per applicare il prodotto in modo delicato, senza cioè rovinare la definizione che hai realizzato con il contouring.

Pennello dalla forma angolata con cui seguire la forma della guancia in senso diagonale. Adatto per i visi paffuti. Di Sephora.

Come usare i pennelli per il contouring

Il segreto principale è sfumare a lungo con i pennelli giusti. «Solo così si ottiene un risultato naturale senza stacchi di colore netti rispetto alla carnagione. Ricorda, inoltre, di applicare sempre piccole quantità di prodotti: potrai sempre aggiungere altra terra o illuminante, se il viso ti sembra poco definito».

Cipria: sì o no?

La risposta dipende dai prodotti che hai usato per il contouring. In crema? Fissali con la cipria, usando un pennello tondo e panciuto senza strofinare, ma solo appoggiando le setole con dolcezza.

Preferisci terre e illuminanti in polvere? In questo caso, la cipria va applicata prima di "disegnare" il viso a strisce. A fine contouring, passa quindi su tutto il volto un kabuki pulito. Otterraiun effetto aerografico che donerà ancora più naturalezza al tuo make-up!

Un pennello dalla forma panciuta e con setole non troppo fitte, ideale per applicare la cipria o da usare pulito per, come abbiamo visto, uniformare i prodotti del contouring, senza alterarne la tipica definizione. Di EcoTools.

In crema, in polvere o in stick: ecco come scegliere i migliori prodotti per il contouring

VEDI ANCHE

In crema, in polvere o in stick: ecco come scegliere i migliori prodotti per il contouring

Riproduzione riservata
dmbeauty

2.218 posts 379k followers

Make up your life

Beauty cards