Rossetti: colori e texture da scegliere per sembrare più giovani

Scopri quali sono i rossetti che ti possono far apparire più giovane grazie ad una semplicissima scelta di texture o colore, e quelli, invece, da evitare

La scelta del rossetto si rivela più ardua man mano che si va avanti con l'età: quali sono i prodotti e gli accorgimenti che più si adattano a delle labbra non più giovanissime?

Una bocca che ha superanto gli "anta", può presentare un aspetto non del tutto uniforme, un contorno frastagliato, un arco di cupido non più definito e disidratazione, che comporta spesso screpolature: in questi casi, la funzione del rossetto dovrà essere sia correttiva che estetica. Non possiamo pensare di applicare una tipolgia di prodotto qualsiasi.

Colore e texture sono i due elementi di un rossetto che più caratterizzano l'effetto finale. Scopriamo assieme come sceglierli e vediamo i casi in cui un colore o una texture possono essere adatti e quando invece sarebbe meglio evitarli e cambiare rossetto.

Il rossetto/gloss lucido

Se le labbra presentano dei dislivelli, non hanno un aspetto omogeneo e magari tendono anche ad essere disidratate, un rossetto asciutto e poco coprente come quello scelto per l'attrice Audrey Tautou in foto non si rivela una scelta vincente. Questo perchè sarebbe meglio camuffare le problematiche con un prodotto più coprente e dalla texture nutritiva.

<p><span>Audrey Tautou (Getty Image)</span></p>

Audrey Tautou (Getty Image)

La scelta di Jennifer Lopez in foto si rivela visibilmente azzeccata: un rossetto molto lucido e ad effetto riempitivo uniforma l'aspetto delle labbra e nel contempo le idrata, per mantenerle turgide. In commercio, ne esistono tantissimi: ad effetto specchio, con proprietà anti-age all'acido ialuronico, riempitive e addirittura volumizzanti grazie alla presenza di peperoncino.

<p>Jennifer Lopez (Getty Image)</p>

Jennifer Lopez (Getty Image)

Molto bene anche la scelta di un gloss trasparente ad effetto specchio, come vediamo in foto sfoggiato da Sarah Jessica Parker. Illumina le labbra sottili, facendole apparire otticamente più turgide grazie alla texture che riflette la luce. Attenzione solo a non farlo sbordare, meglio indossare sempre una matita per il contorno, anche sotto al gloss.

<p>Sarah Jessica Parker (Getty Image)</p>

Sarah Jessica Parker (Getty Image)

I rossetti matte, opachi

Dopo i quarant'anni i rossetti opachi sono bannati? Assolutamente no, basti vedere star del calibro di Charlize Theron che li amano moltissimo e li scelgono anche in colorazioni molto brillanti e protagoniste.

Scegliere di applicare un rossetto dal finish matte vuol dire optare per un prodotto ricercato, discreto, ma nel contempo di tendenza e molto apprezzato. Non ti basterà altro che acquistarne uno (o più) dalla formulazione non troppo "dura", che si stenda bene e facilmente sulle labbra, senza creare le antiestetiche pellicine dovute allo sfregamento.

Una dritta per le amanti delle labbra opache? Fate degli impacchi/scrub di miele e zucchero di canna almeno due volte a settimana sulle vostre labbra prima dell'applicazione: saranno più morbide e dai contorni definiti. Provare per credere!

<p>Charlize Theron (Getty Image)</p> Credits: Gettyimages

Charlize Theron (Getty Image)

Colori brillanti: sì o no?

Chi ha detto che i colori brillanti sono da evitare in avanzata età? Anzi, le nuances importanti sono portabilissime dalle signore che prediligono un make up ricercato e alla moda, che risulteranno così audaci ed eleganti.

Tutto sta nell'applicazione: dovrà essere impeccabile, non sbavata, con matita e magari con l'aiuto di un pennellino di precisione e di un primer labbra che ne fissi il colore e lo renda maggiormente duraturo.

Una dritta? Applica un balsamo labbra super nutriente ogni sera prima di coricarti: il giorno dopo, le labbra saranno pronte per qualsiasi rossetto!

<p>Sharon Stone (Getty Image)</p>

Sharon Stone (Getty Image)

Il rossetto rosso invecchia?

Una leggenda di corridoio narrava che anche il rossetto rosso fosse da evitare in tronco per le non più ventenni. Nulla di più sbagliato! Le labbra rosse, se ben disegnate, sono da sempre sinonimo di femminilità estrema e (quasi quasi) donano di più alle donne più "navigate" rispetto che alle giovanissime.

Una dritta per le amanti del rossetto rosso vivo? Applicate il fondotinta anche sul contorno labbra e successivamente disegnate il contorno esterno con una matita/primer trasparente che ne renda il contorno ancor più definito.

<p>Angelina Jolie (Getty Image)</p>

Angelina Jolie (Getty Image)

La matita per le labbra

A cosa serve applicare la matita sulle labbra prima del rossetto? A far sì che quest'ultimo non sbordi e rimanga all'interno del contorno precedentemente definito. Così facendo le labbra acquisiranno maggiore definizione, che si perde con il passare degli anni.

Le matite, infatti, presentano una formulazione diversa rispetto a quella dei rossetti: è più asciutta, meno scivolosa. Questo permette di fissarsi sul contorno per creare una sorta di "recinto" oltre al quale il rossetto, anche il più cremoso, non deve andare. Ecco perchè va messa sempre! 

Il colore da scegliere? Dovrà essere il più possibile vicino a quello del rossetto stesso, per evitare quel fastidioso "effetto contorno".

Quando non metterla? Meglio evitare la matita labbra solo nei casi in cui c'è la presenza di un contorno piuttosto frastagliato: se non si ha una grande manualità si rischia di peggiorare la situazione, evidenziando il problema.

<p>Cara Delevingne (Getty Image)</p>

Cara Delevingne (Getty Image)

I rossetti scuri

Una delle più presenti tendenze degli ultimi anni in fatto di trucco labbra è sicuramente la dark lipstick addiction, l'amore per i rossetti scuri dai colori più strani e ricercati. 

Consigliamo di valutare bene la scelta le nuances più trasgressive per le signore: l'importante è che non mettano a disagio chi le porta e ne rispecchino il carattere e lo stile. Sicuramente da provare gradazioni come il nocciola, il marrone, il ciliegia e tutto ciò che si avvicina alla scala dei colori nude o rossi, anche se scuri.

La texture da scegliere potrà essere di qualsiasi tipo: matte, cremosa, brillante, ma la più sofisticata in fatto di rossetti nudi e scuri rimane la vellutata: nè troppo opaca, nè troppo lucida. La perfetta via di mezzo indossata dalla top model Cara Delevingne!

Riproduzione riservata