rimozione smalto semipermanente

Missione: rimozione smalto semipermanente! Come farlo a casa senza rovinare le unghie

Come togliere lo smalto semipermanente a casa propria, senza rovinare le unghie? Ecco la nostra guida step by step

Il bello dello smalto semipermanente è la garanzia di una manicure a lunga durata, per giunta perfetta! Unghie lucidissime, colore intatto, smalto non sbeccato per oltre due settimane: cosa volere di più? Praticamente ti dimentichi di averlo, se non fosse per un piccolo particolare: lo smalto semipermanente non può (e non deve) essere rimosso come uno smalto tradizionale. Richiede, infatti, una rimozione accurata con il solvente apposito da fare in salone (alcuni centri estetici la omaggiano insieme dell'applicazione).

Come fare però se non puoi prenotare dalla tua estetista? C'è un modo per togliere lo smalto semipermanente da sole e a casa propria, senza rovinare le unghie? Sì, c'è, ma è vietato improvvisarsi con lime e altri metodi aggressivi: rischieresti di farti male, oltre che di danneggiare le unghie. Leggi la nostra guida.

Smalto semipermanente: il perché di un successo che non conosce fine

VEDI ANCHE

Smalto semipermanente: il perché di un successo che non conosce fine

Cosa occorre per togliere lo smalto semipermanente a casa

  • solvente specifico per smalto semipermanente: si vende nei negozi di articoli e forniture per parrucchieri e centri estetici;
  • dischetti o batuffoli di cotone;
  • carta stagnola;
  • bastoncino di legno;
  • buffer

Come togliere lo smalto semipermanente da sole?

Per togliere lo smalto semipermanente da sola e senza danni, non devi fare altro che "imitare" la tua estetista: è l'unico metodo che ti assicura unghie sane e belle. Per questo motivo non va bene il normale solvente per lo smalto tradizionale: non solo rischieresti di usarlo in abbondanza, ma molto probabilmente non otterresti l'effetto desiderato, cioè la rimozione. Così, sfiduciata, ricorreresti alla lima, esercitando magari una pressione esagerata come se fosse uno scalpello con cui scolpire l'unghia. Niente di più sbagliato! Nel giro di 15 minuti ti ritroveresti unghie striate, super secche, deboli se non addirittura disastrate.

Puoi evitare tutto ciò con il solvente specifico per smalto semipermanente: lo riconosci perché sulla confezione di solito c'è scritto "remover for UV gel polish" oppure "soak-off solution for UV gel". In entrambi i casi, serve a togliere lo smalto che si polimerizza nella lampada UV, anzi il più delle volte non è efficace sullo smalto tradizionale, proprio perché ha ingredienti specifici per gel e semipermanenti. Il prezzo di questo tipo di solvente è un po' elevato, ma ne vale la pena poiché non rovina le unghie e consente di essere davvero autonome quando non si può ricorrere all'estetista.

Le unghie hanno davvero bisogno di respirare?

VEDI ANCHE

Le unghie hanno davvero bisogno di respirare?

I passaggi per la rimozione fai da te dello smalto semipermanente

1. Come primo step, imbibisci un dischetto di cotone con il solvente, cercando di non lesinare nelle quantità.

2. Applica i dischetti sulle dita, dopo averli strofinati per qualche istante. Così avvolgi le dita con delle strisce di carta stagnola che avrai già precedentemente tagliato. Cerca di chiudere bene la carta stagnola, in modo che il dischetto imbevuto di solvente aderisca bene alle unghie.

3. Attendi 15 minuti e poi togli il tutto: voilà! Lo smalto si sarà "sciolto".

3. Nel caso fosse rimasto qualche residuo di smalto semipermanente, si sarà sicuramente ammorbidito grazie all'azione del solvente. A questo punto, potrai eliminarlo senza danni con un bastoncino di legno d'arancio. Cerca di spingere molto delicatamente, come se dovessi togliere delle pellicine vive.

4. Per una rimozione più precisa, passa il buffer per unghie (il mattoncino abrasivo dall'azione levigante) che ti aiuterà a uniformare la superficie dell'unghia.

5. Dopo aver rimosso lo smalto semipermanente, è consigliabile lasciare le unghie nude, senza nessuno strato di smalto (nemmeno quello trasparente) per far sì che respirino per qualche ora, l'ideale sarebbe per una notte intera. Per un'azione "rigenerante" puoi applicare un olio rinforzante che nutra le unghie, che in qualche modo sono state stressate dalla rimozione.

Con questo metodo, non dipenderai dalla tua estetista per togliere lo smalto semipermanente. In più le tue unghie ringrazieranno!

10 errori comuni che rovinano le unghie (ma che facciamo tutti i giorni!)

VEDI ANCHE

10 errori comuni che rovinano le unghie (ma che facciamo tutti i giorni!)

Fare una perfetta manicure in casa è facile, se sai come farlo!

VEDI ANCHE

Fare una perfetta manicure in casa è facile, se sai come farlo!

Guida all’acquisto del fornetto per smalto semipermanente: come sceglierlo e quale acquistare

VEDI ANCHE

Guida all’acquisto del fornetto per smalto semipermanente: come sceglierlo e quale acquistare

I migliori smalti semipermanenti, che non puoi lasciarti sfuggire

VEDI ANCHE

I migliori smalti semipermanenti, che non puoi lasciarti sfuggire

Riproduzione riservata
dmbeauty

2.218 posts 379k followers

Make up your life

Beauty cards