Double cleansing: tutto quello che (non) sai sul trend coreano dedicato alla detersione

Seguici

Direttamente dalla Corea arriva uno dei trend più amati degli ultimi anni: la doppia detersione. Ma cosa c'è da sapere? Te lo sveliamo noi.

È arrivato il momento di prendersi qualche minuto, o forse qualcosa di più, e dedicare la giusta attenzione alla nostra pelle. Specialmente quando si parla di detersione si pensa che una veloce passata di sapone, detergente o simili possa risolvere il tutto. Ma non è proprio così e, direttamente dall’Estremo Oriente, arriva la doppia detersione coreana, la conosci?

Cos’è la doppia detersione

Il nome dice già tutto: doppia detersione cioè detergere due volte, seguendo una sequenza ben precisa.

La prima fase punta ad eliminare il make-up e tutte le impurità a base grassa, come lo smog, mentre la seconda serve a eliminare i residui secchi, come le cellule morte o la polvere.

Fondamentale alla sera e prima di ricevere tutti gli step della k-beauty, c’è chi ama seguire questa routine anche alla mattina ma, in questo caso, fa la differenza il tipo di pelle. Infatti, dopo aver dormito, la nostra pelle è decisamente più leggera rispetto a una giornata passata tra strati di trucco e traffico, ma per le pelli grasse, ad esempio, può essere un ottimo toccasana. Il detergente oleoso, infatti, andrà a sciogliere il sebo prodotto nelle ore notturne alleggerendo così la pelle.

Come funziona la doppia detersione

Nella k-beauty routine, il primo step a base oleosa può essere fatto con un balsamo o un olio pensato ad hoc. Dopo averne prelevata la giusta quantità basterà passare il prodotto sul viso asciutto massaggiandolo delicatamente e andando a lavorare su alcune aree precise: zona T, occhi, labbra. Una volta emulsionati, questi prodotti, diventano biancastri e rimuovono il tutto in un attimo, eliminando anche i prodotti waterproof.

Fatto questo è necessario eliminare il tutto e, in questo caso sono due le possibilità: farlo solo con acqua oppure utilizzare un panno in microfibra che farà un leggero scrub meccanico.

Si passa poi alla detersione, utilizzando un prodotto in crema, in gel o una mousse. Quest’ultima è una delle più amate e il nostro consiglio è nel non strofinarla sul viso ma massaggiarla delicatamente la schiuma.

Dopo aver risciacquato con acqua fredda o tiepida basterà tamponare, non strofinare, il viso e procedere con i successivi step di idratazione.

Quali prodotti utilizzare per la doppia detersione

Pochi, ma precisi. I prodotti per la doppia detersione non sono tanti, ma è fondamentale essere precisi e non buttarsi nella mischia.

I must have, come già detto, sono due. Uno per la parte oleosa, quindi un balsamo o un olio da emulsionare sulla pelle, e il detergente, meglio se in mousse in gel.

Tra i due è possibile inserire un ulteriore step, tanto amato in Corea, è rappresentato dalle cleansing water, prodotti dall’alto potere idratante e pensati ad hoc per eliminare burri e oli.

Attenzione però a non scambiarle per le acque micellari che sono, di base, prodotti diversi e necessitano comunque di risciacquo.

Riproduzione riservata