Acqua di rose: i mille usi di un prezioso elisir

Credits: Shutterstock

Il tonico di bellezza più antico per eccellenza serve anche a combattere eccesso di sebo da cute e capelli. Scopri tutti gli usi, i benefici e i prodotti consigliati

Basta annusarne il soave profumo per essere catapultati nell'infanzia, quando le nostre mamme e nonne la usavano come tonico di bellezza. L'acqua di rose è senz'altro un prodotto che fa vintage ma che, nonostante i suoi oltre 150 anni di età, è ancora sulla cresta dell'onda. Oggi più che mai, dato l'aumentato bisogno di lenire la pelle, manifestato sopratttutto da parte di chi vive in contesti ambientali inquinati

L'invenzione dell'acqua di rose si deve al farmacista inglese Henry Roberts, emigrato a Firenze nell'epoca dei grandi viaggi ottocenteschi: nel 1867 formulò un'acqua portentosa per la pelle, distillando i petali di rose. Fu l'inizio di un successo destinato a durare oltre le mura di una bottega fiorentina.

Acqua di rose: a cosa serve

Il principale utilizzo dell'acqua di rose è come tonico lenitivo e rinfrescante della pelle.

Al mattino serve a svegliare la pelle con dolcezza dopo aver sciacquato il viso, per neutralizzare gli effetti disseccanti dell'acqua calcarea di rubinetto. Si può usare con o senza batuffolo di cotone.

La sera, invece, l'acqua di rose è perfetta per completare l'operazione "pulizia del viso" serale. Ti sei truccata pochissimo o per niente? Puoi passare direttamente all'acqua di rose, saltando il passaggio del latte detergente. 

Se hai gli occhi stanchi, usa l'acqua di rose come defaticante. Imbevi del prezioso elisir alcuni dischetti di cotone, e mettili in frigorifero. Quando saranno ben freddi, appoggiali sugli occhi chiusi per qualche minuto per ottenere un sollievo immediato.

Proprietà terapeutiche

Le proprietà principali dell'acqua di rose sono lenitive e protettive: rafforzano la pelle, aiutandola a difendersi meglio dalle aggressioni esterne. Si tratta di un passe­partout cosmetico adatto a ogni tipo di pelle, da quella secca a quella grassa e toccasana indispensabile per le pelli sensibili: il suo mix di principi attivi come flavonoidi, antiossidanti, vitamine, zinco, pectine, acidi grassi polinsaturi, calma la cute reattiva, attenua gli arrossamenti, depura la pelle impura, disinfetta l'acne e fortifica la struttura cutanea, migliorandone le difese naturali. 

Nella gallery: acque di rose e gli altri prodotti (creme, detergenti, struccanti) che contengono il prezioso elisir.

Acqua Micellare Sensitive di ACQUA ALLE ROSE ROBERTS

Strucca, deterge e lenisce viso, occhi e labbra, in un solo gesto: le micelle inglobano e asportano trucco e impurità senza alterare l’equilibrio della pelle mentre l’estratto di Rosa Antica aiuta a proteggere le cellule della pelle dallo stress ossidativo e dagli agenti esterni. La sua formula delicata è studiata per minimizzare l’insorgenza di arrossamenti ed è efficace anche con il trucco waterproof. 

Latte dergente all'Acqua di Rosa di SKINACTIVE GARNIER

L'acqua di rosa, di cui è ricca, è ottenuta  mediante distillazione in corrente di vapore di petali di Rosa Damascena, un processo delicato che ne conserva il profumo e le componenti naturali. Le rose sono coltivate in Bulgari, la regione dove si ritiene siano nate e dove sono ancora raccolte a Maggio e Giugno.

Revitalizing Day Cream Crema Viso

Crema da giorno di DOUGLAS

Contiene acqua di rose, che protegge la pelle dalle aggressioni ambientali. Completa la formula: l'estratto di olio di semi di melograna proveniente da coltura biologica certificata, che è un potente antiossidante. In più, l'olio di argan, ricco di vitamina E e acidi grassi, contrasta l'invecchiamento cutaneo. 

Maschera Idratante di LAVERA

Contiene Rosa di Bosco bio & Noce di Macadamia bio. Aiuta a ridurre la sensazione di tensione, e dona alla pelle una piacevole sensazione di benessere.

Acqua di Rose Distillata Biologica de I PROVENZALI

Pura al 100%, è l'ideale appena sveglie perché funge da tonico ultradelicato, al posto dell’acqua del rubinetto. Si può usare durante la giornata per donare benessere a viso, collo e decolletè. Prima di andare a dormire completa la pulizia del viso.

Brume Freschezza Roses et Reines de L'OCCITANE

Spray rinfrescante arricchito di acqua di rose. Lascia la pelle idrata e profumata. La fragranza unisce estratti di rosa di Grasse, Bulgaria, Marocco e Turchia oltre che un estratto unico di rosa della Haute-Provence.

Lotion Purifiant Peau Nette di CAUDALIE

Lozione tonica purificante per pelle mista e/o tendente alle impurità. Una formula naturale per purificare dolcemente e preparare la pelle, persino la più sensibile, all’applicazione di altri prodotti.

Contiene Idrolato di Rosa e Acido Salicilico Naturale.

Tonico ai Petali Di Rosa di NUXE

Aiuta a lenire, rinfrescare e perfezionare il démaquillage del viso e degli occhi, senza seccare la pelle. Senza alcool e senza parabeni. 

Olio struccante alla Rosa Bio di MELVITA

Ha una consistenza oleosa che al contatto con l'acqua si trasforma in latte. Contribuisce a eliminare subito il trucco più ostinato e le impurità. È perfetto per le esigenze delle pelli disidratate, senza lasciarle untuose.

Rosé All Day Oil-Free Serum di PHYSICIAN FORMULA

Siero oil-free per ogni tipo di pelle. L’azione nutriente dell’acqua di rose, permette al siero di scivolare senza fatica sulla pelle fornendo una sana dose di antiossidanti e vitamine, per un incarnato più luminoso e dall’aspetto più sano.

Foto

Acqua di rose e acne

L'acqua di rose può essere usata per ridurre le manifestazioni cutanee dell'acne perché ha proprietà antisettiche e antimicrobiche. In questo modo, non solo contribuisce a eliminare i batteri che causano i brufoletti, ma aiuta anche ad accelerare il processo di guarigione delle cicatrici post-acne.

Va ricordato che il distillato di rose, a differenza di molti trattamenti topici per l'acne, è estremamente delicato sulla pelle. In realtà, l'acqua di rose non provoca alcuna irritazione anche se applicato su pelli sensibili, affette da acne. Inoltre, il suo effetto rinfrescante aiuta a lenire il rossore, tipico della pelle infiammata, e a liberare i pori dalle impurità, prevenendo così nuove eruzioni cutane.

Acqua di rose per capelli grassi

Pochi conoscono le virtù purificanti dell'acqua di rose su capelli e cuoio capelluto grasso. Per liberarli dal sebo in eccesso, puoi spruzzare su tutta la cute un distillato puro di rosa, attendere qualche minuto e procedere al lavaggio.

Per lo stesso motivo, l'acqua di rose è utile per combattere la dermatite seborroica, un'affezione cronico-recidivante del cuoio capelluto che si manifesta con prurito, squame untuose e irritazione. L'acqua di rose, applicata sulle radici dei capelli con un dischetto di cotone, deterge la cute e calma il fastidio, riducendo il disturbo e il prurito. Si può usare prima e dopo lo shampoo, riservando quest'ultimo utilizzo quando la dermatite seborroica è piuttosto severa.

Per un'azione purifiante più strong si può usare l'acqua di rose come ingrediente di scrub per cuoio capelluto: basta mixarla a zucchero e miele in parte uguali. Si massaggia la pasta ottenuta direttamente sulla cute e si distribuisce poi sulle lunghezze. Infine si risciacqua con acqua tiepida e si procede con uno shampoo delicato.

Acqua di rose bio

Per acqua di rose bio si intende il prezioso elisir ottenuto dalla distillazione di rose provenienti da coltivazione biologica. Il procedimento è lo stesso: la soluzione acquosa "si produce", cioè, attraverso le correnti di vapore ad altissime temperature. È il metodo di coltura delle rose a cambiare, poiché non prevede l'impiego di diserbanti chimici. Le qualità di rose distillate sono principalmente: la rosa canina, la rosa mosqueta, la rosa bulgara, la rosa damascena, la rosa centifolia e la rosa gallica.

Credits: Roberts

Acqua di rose: ricetta fai da te

Ti è venuta voglia di preparare l'acqua di rose a casa? Procurati 3 rose fresche, possibilmente non trattate chimicamente. In un pentolino metti a riscaldare 250 ml di acqua distillata (si trova nei negozi di articoli per la casa) senza raggiungere il punto di ebollizione. Versala così sui petali di rosa che avrai precedentemente strappato dalle rose. Con un cucchiaio di legno cerca di spingere bene in modo che rimangano ricoperte d’acqua. Copri la pentola con il coperchio e lascia i petali a macerare per circa 12 ore. Fai in modo che il vapore non fuoriesca dalla pentola, perché è proprio il vapore il mezzo per distillare l'acqua dalle rose. 

Trascorso il tempo necessario, filtra la soluzione acquosa appena ottenuta servendoti di un colino. Strizza bene petali di rosa fino all’ultimo. Ecco pronta la tua acqua di rose: potrai conservarla in frigo per 15 giorni e usarla come meglio credi.


Riproduzione riservata